seven 2
Lupi pronti alla 2°tappa del Trofeo Campania Seven

Sarà, il Giovanni Leone di Pomigliano d’Arco, il palcoscenico dove andrà in onda la seconda tappa del Trofeo Campania Seven, questa volta organizzata dai porticesi del Rugby Vesuvio, che si svolgerà sabato 25 gennaio a partire dalle ore 14:00. Anche questa volta le squadre partecipanti saranno nove, solo cinque però le confermate della 1°tappa, svoltasi domenica scorsa all’Abate di Torre del Greco, ricorderete vinta dall’AP. Partenope, che ha confermato la presenza anche per il secondo appuntamnto, insieme agl organizzatori vesuviani, la Pol. Sarnese, l’Afragola Rugby e l’Avellino Rugby. Non ci saranno la terza e la quarta classificata, della precedente contesa, vale a dire l’Amatori Torre ed i casertani del Rugby Clan, come non ci saranno  l’Amatori Napoli e gli Eagles Cimitile. Via libera, quindi a chi come l’Us Rugby Benevento non ha potuto partecipare (iscrizione in ritardo) si proprio quello che milita nel campionato di serie A, l’Arechi, imbattuta capolista del girone 2 Campania/Calabria (nel recupero di domenica scorsa ha battuto 12-9 il Rugby Rende) l’altra salernitana il Rugby Salerno e l’AP Partenope cadetta, compagine che milita in serie C nel girone 1 Campania/Molise. Ancora assenti il Iv Circolo Benevento ed i cugini Wolves (sconfitti 79-3 nel recupero contro il Cus Cosenza) oltre al Cus Molise e alle calabresi. I ragazzi della palla ovale avellinese, pur non avendo portato a casa risultati incoraggianti, hanno partecipato con entusiasmo e disinvoltura per quella che è stata la loro prima volta ad un torneo Seven, tant’è vero che già domenica sera avevano dato cenno di riprovare l’esperienza, confermata poi dalla società irpina nella giornata di lunedì. Questa volta i lupi del patron Roca, sono stati inseriti nel girone A, ironia della sorte ancora con la AP Partenope e con il Rugby Vesuvio. Il girone B invece sarà composto dal Rugby Afragola (secondi a Torre) la Pol. Sarnese ed il Salerno Rugby, infine il raggruppamento C, vedrà protagonisti l’USR Benevento, l’Arechi Rugby e la Partenope cadetta. Il regolamento sarà lo stesso, approdano in semifinale le prime di ogni girone più la migliore seconda, le due vincenti si scontreranno poi in finale, le perdenti nella finalina per il terzo e quarto posto, così come la quinta e la sesta. Nel girone dei lupi verdi dell’Irpinia, apriranno le danze le due napoletane alle ore 14:00, il turno della truppa di Caliano&Bianco sarà alle ore 15:00 quando affronteranno i ragazzi di Fallarino, mentre alle 17:00 se la vedranno con il Vesuvio. Ieri intanto è ripresa la preparazione, che è poi continuata oggi sempre in pomeridiana al Manganelli, si concluderà venerdì sera al Campo Coni. Assenti Raosa che lamenta una botta allo stinco, Imparato ancora febbricitante e Balletta per lo stesso motivo, anche Balsamo uscito malconcio dalla sfida con l’Amatori, è alle prese con un fastidio al ginocchio, oggi si è comunque regolarmente allenato. Nella seduta di venerdì, si conosceranno i dodici elementi che parteciperanno a questo secondo appuntamento nel sette contro sette.

Azzurre sconfitte dall’Irlanda!

Amichevole dal risultato più che netto quella che ha visto contrapposte le nazionali femminili di Italia e Irlanda. Le azzurre, già in svantaggio 10-0 a fine primo tempo, rimediano una batosta difficile da dimenticare: 32-0. Il ct Andrea Di Giandomenico tuttavia non fa drammi: “Era importante ritornare a confrontarci con il rugby internazionale. L’occasione è stata molto importante per vedere all’opera ragazze nuove e fargli assaporare una gara a livelli diversi da quelli usuali. Come è ovvio in partite di preparazione abbiamo sofferto, soprattutto il cambio di ritmo delle irlandesi. La loro velocità ha fatto la differenza. Per noi sensazioni positive dalla difesa, soprattutto nel primo tempo abbiamo difeso bene mettendoci nei loro 22 metri per almeno 20 minuti. Ci è mancata la finalizzazione. Da rivedere la velocità sui punti d’incontro. Le irlandesi arrivavano prima e hanno recuperato la palla mettendoci in difficoltà”. Come al solito, nel ruolo di secondo centro ha giocato la sannita, Maria Grazia Cioffi, sostituita al 60′ dalla rigoni. Dal 1 febbraio si farà sul serio con l’inizio del six nation femminile, stessa data in cui debutteranno gli azzurri di Brunel di scena al Millennium Stadium di Cardiff, con i campioni uscenti del Galles. (Arom)

 

Niamh Kavanagh tackled by
Troppo il divario tra le verdi d’Irlanda e le azzurre
commenta, divertiti e cerca di essere educato