logo 2
Il nuovo logo dei Due Principati

Rinviato a data da destinarsi l’ultimo incontro, originariamente prefissato per mercoledì scorso, tra i dirigenti della nuova franchigia campana denominata Rugby Due Principati, costituita ufficialmente lo scorso 21 luglio che vede l’unione , ovalmente parlando, di Avellino e Salerno la neonata società ha colto l’occasione per presentare il nuovo logo del club, che ricordiamo nel weekend tra il 4 ed il 5 ottobre sarà ai nastri di partenza nel torneo di serie C1. Il logo della franchigia, ideato e realizzato dal consigliere Generoso Bruno con l’aiuto per la parte grafica di Emanuele Ruggiero, compone in forma araldica gli stemmi del Principato Ultra e quello del Principato Citra e li intreccia con i sociali dell’Avellino Rugby e del Salerno Rugby. Il giglio di Francia nella parte inferiore dello scudetto è utilizzato, graficamente, come un elemento di giunzione e, al contempo, rappresenta un richiamo storico a Carlo I D’Angiò che nel 1273 istituì il Principatus ultras serras Montorii ed il Principatus citra serras Montorii. Almeno prima del 21 agosto, giorno in cui inizierà questa nuova avventura, non sono previsti incontri ufficiali, se non l’incontro tra i tecnici scelti per guidare i Due Principati, ricorderete che sono stati nominati per la squadra Seniores: Paolo Stanzione e Marco Muotri dalla sponda salernitana e Carmine Caliano ed Antonio Mernone, per quella avellinese, come detto una quinta persona, sempre dal versante cilentano, potrebbe aggiungersi per mettere a disposizione la sua lunga esperienza, al momento la persona indicata ha preso tempo, quindi solo ad inizio preparazione sapremo se entrerà a far parte del progetto. Augurando un buon Ferragosto a tutti, chiudiamo con una notizia sull’Ital-Rugby.
Ad Ascoli il test match di novembre!

Dopo il “no” per il Renzo Barbera di Palermo, è stato raggiunto l’accordo con alcuni comuni del Piceno per ospitare la sfida della Nazionale contro Samoa ad Ascoli, prevista per l’8 novembre. Non è la prima partita in terra marchigiana per gli azzurri, che ritornano sul campo dello stadio “Del Duca” cinque anni dopo la partita vinta per 24-6 (con una splendida meta di Luke McLean) proprio contro la nazionale oceanica: il ricordo del 2009 è ancora ben vivo nella memoria delle migliaia di spettatori che hanno fatto registrare il sold-out. La speranza è quella di avere una sorta di “rivincita” dopo il netto 15-0 con il quale Samoa ha battuto gli azzurri in giugno. Quella dell’8 novembre sarà il primo dei tre test match autunnali. Gli altri due: il 15 novembre al Ferraris di Genova contro l’Argentina e il 22/11 all’Euganeo di Padova contro il Sudafrica, campione del mondo nel 1995 e nel 2007. (Arom)
CASTRO
Martin Castrogiovanni in un’azione di gioco con Lucky Munipula(Samoa) nel test match ad Ascoli nel 2009

 

commenta, divertiti e cerca di essere educato