attesa
Lupi in attesa della ripresa del camponato, che avverrà domenica 2 febbraio

Con la presente si comunica che la 2° Tappa della Coppa Campania a 7 di sabato 25 gennaio p.v.. al campo G. Leone di Pomigliano D’Arco (Na) è stata annullata per avverse condizioni meteo“. Con questo comunicato, pervenuto venerdì mattina in società,  il Comitato Regionale Campano ha così annunciato, l’annullamento della tappa numero due del Trofeo Seven, che vedeva tra i protagonisti anche l’Avellino Rugby del Presidente Roca. Resta da stabilire, se questa tappa verrà recuperata alla prima data utile o sarà semplicemente cancellata. L’evento, nella giornata di giovedì aveva visto l’improvvisa defezione della Partenope cadetta, che aveva costretto il Presidente Senatore ed il suo staff a modificare il programma e quindi la formula, raggruppando le otto squadre rimaste in due gironi da quattro, che avrebbe visto le prime due classificate giocarsi la finale per il primo ed il secondo posto, le seconde per il terzo ed il quarto, le terze per il quinto ed il sesto le quarte per il settimo e l’ottavo, garantendo a tutte le iscritte così di disputare almeno quattro gare. Nel girone dei lupi, oltre alla Partenope Senior e gli organizzatori del Rugby Vesuvio era stata aggiunta l’Arechi Rugby. C’erano tutti i presupposti per assistere ad un’altra bella giornata di rugby, le condizioni meteo così han deciso, non resta che attendere se lo stesso Comitato troverà l’occasione per organizzare il ripristino della kermesse, come detto, altrimenti bisogna aspettare la fine dei tornei per le prossime tappe, che sono previste per il 18 ed il 25 maggio ed il 1 e l’8 giugno. Archiviata, almeno per ora, l’esperienza del Seven, in casa Avellino si pensa alla gara con la Pol. Sarnese, in programma domenica 2 febbraio al Manganelli, che va ad inaugurare il girone di ritorno. La truppa di mister Caliano e del direttore tecnico Bianco, si era allenata venerdì pomeriggio, sempre a Largo Santo Spirito, dopodichè si ritroverà martedì e mercoledì nel pomeriggio e venerdì nella rifinitura serale al Campo Coni. Non migliorano le condizioni di Raosa, bloccato da un dolore allo stinco, così come quelle di Imparato alle prese con una fastidiosa influenza, nonostante lo stop di otto giorni deciso dallo staff medico per la botta al ginocchio rimediata nella 1°tappa del Seven, il corallino Balsamo è intenzionato (così come gli altri due) a ricominciare da martedì prossimo. Ancora fermo Balletta, che lamenta dei dolori al coccige, ad inizio settimana si sottoporrà ad ulteriori accertamenti. Nella seduta di martedì, si è ancora una volta bloccato il tallonatore Console, la solita caviglia ha nuovamente ceduto, inevitabilmente è andata a gonfiarsi, rimane in forte dubbio il suo recupero per la sfida con i biancorossi di Sarno. Si è nuovamente unito al gruppo, il piccolo pastore Gianluca Lombardi, per il momento gli impegni lavorativi gli consentono di allenarsi regolarmente, l’avanti montefuschese manca dalla gara dell’8 dicembre, nel derby contro i Wolves, nelle prossime tre sedute si deciderà se rischiarlo già da domenica, stesso discorso per un altro assente di lunga data, parliamo di Romano Borriello, ultima apparizione alla prima giornata dello scorso torneo, prima dell’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco, per un anno e mezzo, il talentuoso tre quarti, sembra aver risolto i problemi fisici, sembra intenzionato, così come fa dal lontano 2005 a dare il suo contributo alla causa Avellino Rugby.

Ennesima tragedia nel mondo del rugby!

Purtroppo, siamo costretti a dare notizia, di una nuova sciagura che ha colpito il mondo della palla storta, così come nello scorso weekend  il baby rugbista di Sulmona: Salvatore Di Padova. Un incidente stradale si è portato via Filippo Cantoni, speranza azzurra del rugby. Filippo aveva appena 18 anni e abitava a Colorno, nel Parmense. Aveva già vestito la maglia della nazionale azzurra Under 18, quella numero 10 del mediano d’apertura. Filippo è morto a poche centinaia di metri da casa. Era partito da solo, in auto, sabato mattina per raggiungere Milano.  Ha percorso poche centinaia di metri e poi ha perso il controllo della vettura, che è finita ribaltata nel canale a lato della strada. L’incidente è stato scoperto un’ora dopo e a quel punto ai medici del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso del ragazzo. Cantoni era attualmente a disposizione della squadra dell’Accademia Federale Ivan Francescato di Parma, in A1, ma era cresciuto nel Colorno, dove il padre Stefano è stato dirigente per oltre 20 anni. Anche l’Avellino Rugby, con rammarico esprime le sue condoglianze alla famiglia del giovane Cantoni, per il lutto che li ha privati del loro figliolo. Ciao Filippo. (Arom)

cantoni
Filippo Cantoni, vittima di un incidente stradale, ennesima tragedia nel mondo dell’ovale
commenta, divertiti e cerca di essere educato