av-sr 2
Lupi pronti a scendere in campo contro gli scorpioni del Cus Cosenza

Niente lunch match – per usare un termine copiato a quelli del calcio, che così nominano le partite che si disputano ad orario di pranzo – quindi tra Avellino Rugby e Cus Cosenza, la gara per non creare ulteriori disagi vista la lunga trasferta che affronteranno i silani, sarà disputata come da programma alle ore 14:30. Gara importante per il sodalizio caro al Presidente Roca, che assisterà all’incontro dei suoi ragazzi, contro la quinta forza del campionato, dove gli irpini sicuramente non partiranno con i favori del pronostico, ma ci sentiamo di eslcudere che la contesa sarà di quelle dal risultato scontato, a patto che i lupi verdi dell’Irpinia giochino con la stessa intensità del primo tempo disputato domenica scorsa contro la Pol. Sarnese. Anche nella gara di andata, almeno per una sessantina di minuti, la partita si mantenne sui binari dell’equilibrio, ricorderete che si era sul 12-10 fino al minuto 58, prima che gli universitari del Cus presero il largo vincendo per 34-17 (sei mete a due). Persino i numeri, almeno quelli riguardanti l’attacco, fanno capire che non c’è proprio un abisso tra le due compagini, i cussini hanno 19 punti in graduatoria, frutto di tre vittorie da cinque punti (Wolves, Catnzaro e Avellino) due pareggi con il Rugby Salerno(24-24) e la Pol. Sarnese (13-13) e quattro sconfitte, due contro il Rende, una contro il Torre e l’Arechi. 10 quelli degli avellinesi (2 con il -8 di penalità) con le uniche vittorie con bonus con Wolves e Catanzaro. 27 le mete messe a segno dai calabresi, con un bottino di 188 punti raccolti, 218 quelli subiti. Quattro in meno le mete siglate da Pericolo&company (23) 29 invece i punti che mancano per raggiungere gli ospiti (157), mentre per quelli subiti il distacco è notevole. Anche i precedenti tra i due club, domani sarà il quarto confronto, vede in vantaggio due partite ad uno i cosentini, oltre alla vittoria dell’andata si annovera il 10-18 dello scorso 3 marzo, quando i giallo-neri espugnarono l’allora Santo Spirito, mentre Pericolo&company vinsero all’andata il 9.12.2012, disputando forse una delle più belle partite della dodicennale storia del club, uscendo a braccia alzate dall’Is Universal Pietro Bucci, con il punteggio a proprio favore di 5-16. Detto delle statistiche e dei precedenti, la truppa di mister Caliano e del direttore tecnico Bianco, ieri ha completato la preparazione con la seduta pomeridiana del Manganelli, mentre oggi nel primo pomeriggio, l’evergreen Mernone, ha chiamato a raccolta il pack di mischia per perfezionare le rimesse laterali e gli ingaggi in mischia, rispetto alla gara contro il Sarno, i due tecnici, come anticipato, potranno contare su qualche pedina in più. Confermate le defezioni per infortunio di Console, Balsamo e Montefusco, per motivi lavorativi di De Luca e per squalifica di Fiore, hanno dato piena disponibilità i vari Petruzziello, Raosa, Imparato, Balletta, Capasso, Calì e Roberto. Si attenderà l’ultima ora per sapere della presenza della roccia grottolellese Spiniello, l’ultimo innesto Govetosa invece precauzionalmente, potrebbe rinviare il suo nuovo debutto in casacca biancoverde per un leggero affaticamento muscolare. 24 i convocati, solo due resteranno a tifare per i compagni di squadra, ve li elenchiamo come al solito in ordine alfabetico. Balletta, Barbarisi, Borriello, Calì, Caliano, Capasso, A. De Mattia, G. De Mattia, Vc. Gaita, Vg. Gaita, Govetosa, Iannaccone, Imparato, G. Lombardi, S. Lombardi, Mernone, Pericolo, Petruzziello, Raosa, Roberto, Ruggiero, Sellitto, Spiniello, Vietri.

Under 16

Confermata anche la gara dell’Under 16, drop d’inizio previsto per le 10:30, sempre a largo Santo Spirito, i lupacchiotti insieme alle Streghe Benevento, ospiteranno il Rugby Nola.

 

Verso la Francia: Furno, “il surfista” titolare!

Il sannita Josh Furno, farà parte del XV titolare che domani ore 16:00, affronterà la Francia allo Stade Francais. L’incontro, oltre ad essere valido per la seconda giornata del Sei Nazioni assegna il Trofeo Garibaldi, attualmente detenuto dall’Italia dopo la vittoria del 2013 all’Olimpico di Roma per 23-18. Il calcio d’inizio dell’incontro e’ previsto alle 16:00, la gara sara’ trasmessa in diretta esclusiva, in chiaro, sul canale digitale terrestre DMAX con telecronaca di Antonio Raimondi e commento tecnico di Vittorio Munari. Sarà per così dire un derby per la seconda linea beneventana che andrà a sostituire Bortolami. Furno è passato quest’anno dal Narbonne al Biarritz e quindi la Francia la conosce più che bene: “Sono una grande squadra, ormai non ci sottovalutano più e quindi dobbiamo evitare di abbassare il livello della nostra prestazione. E’ quello che ci siamo detti: dobbiamo rimanere concentrati e metterci alle spalle la buona prestazione in Galles”. E a Biarritz, Furno ha trovato anche il paradiso dei surfisti d’Europa: “Abito in centro, che è a 200 metri dalla spiaggia. Sono abbastanza bravo sulla tavola. Certo ora è inverno, ci sono le mareggiate, meglio evitare”. Per gli amanti delle statistiche, la gara di Parigi e’ la trentaseiesima tra le due Nazionali, con bilancio di 32 vittorie per i transalpini – reduci dalla vittoria all’esordio nel Torneo contro l’Inghilterra – e tre successi degli Azzurri nel 1997 a Grenoble, nel 2011 al Flaminio di Roma e nel 2013 all’Olimpico di Roma. Arbitra il sudafricano Jaco Peyper che, nel 2013, ha gia’ diretto l’Italia in un match del Torneo, ad Edimburgo contro la Scozia. (Arom)

furno
Josh Furno in azione contro i dragoni gallesi
commenta, divertiti e cerca di essere educato