av- rende 1
La gara dell’andata, sancì la netta superiorità dei calabresi che segnarono ben 12 mete contro l’unica firmata da A. De Mattia

L’Avellino Rugby, prepara la trasferta in terra calabra, i lupi verdi dell’Irpinia infatti domenica 16 febbraio, con drop d’inizio previsto per le 14.30 saranno ospiti del Rende Rugby, allo stadio Macrì di Cosenza, in una gara valida per la terza giornata di ritorno del campionato di serie C, girone 2, Campania/Calabria. Undicesima volta, per il club caro al Presidente Roca, che disputano un incontro in Calabria, seconda delle tre per questo campionato. Dopo la pausa forzata di domenica scorsa, i ragazzi di mister Caliano e del direttore tecnico Bianco, sono attesi dal primo dei tre incontri consecutivi, con le prime della classe, dopo il Rende, seguiranno il 2 marzo quello casalingo contro l’Amatori Torre – nuova capolista, dopi il 9-40 sulla Pol. Sarnese ed il rinvio per impraticabilità di campo del derby della Valle dell’Irno, tra Arechi e Salerno – e quello del 9 al Vestuti contro l’Arechi. Attualmente la franchigia rendese ricorderete nata quest’estate dalla fusione tra Scuola Rugby Cosenza e Mastini Rende et Tyrrenum, occupa la terza poltrona della graduatoria, nel match d’andata destò una buona impressione, per la compattezza del pack di mischia e per l’agilità dei 3/4, il 7-74 finale, non lasciò spazio a recriminazioni, i calabresi sin dalle prime battute apparsero più forti degli irpini, la meta del Kurt Cobain atripaldese, A. De Mattia che ebbe il merito dì seguire uno slalom di De Luca, rese meno amaro il pomeriggio agli appassionati dell’ovale biancoverde. Il leit motiv potrebbe essere lo stesso, a meno che Pericolo&company non tirino fuori gli artigli, così come nella gara di quindici giorni orsono, contro la Pol. Sarnese, quando i lupi almeno per un tempo riuscirono a mettere in seria difficoltà gli avversari. La preparazione all’incontro è iniziata martedì pomeriggio è poi proseguita ieri, sempre in pomeridiana al Manganelli, si concluderà venerdì in serata al Campo Coni, nessuna novità dall’infermeria, l’ariete Montefusco difficilmente rientrerà per la fine del torneo, mentre il tallonatore Console, il 1 marzo toglierà la gessatura che gli tiene fermo il malleolo che ha subito una frattura composta, solo dopo la riabilitazione si conosceranno i tempi di recupero, anche il corallino Balsamo sarà assente, i problemi alla schiena ancora non sono andati via, dalla prossima settimana potrebbe però riprendere gli allenamenti, difficile anche il recupero di De Luca, il biondo finger pass serinese, alle prese con i turni del nuovo lavoro, non ha fatto ancora comunicato la sua disponibilità, si dovrà aspettare la rifinitura di venerdì, così come per Spiniello, G. Lombardi, Roberto, Capasso, Borriello e Calì. Mentre Fiore dovrà scontare ancora la lunga squalifica inflittagli dal Giudice Sportivo. In dubbio, anche la presenza del maggiore dei De Mattia: il cannibale Gerardo, l’esame universitario che discuterà lunedi mattina, lo terrà sulle soglie dell’incertezza fino all’ultimo momento. Sta meglio anche l’ultimo innesto Govetosa, il controllo fatto dallo staff medico, ha accertato un semplice affaticamento muscolare, domani si aggregherà regolarmente al gruppo, candidandosi per un posto tra i convocati. ” La società scrivente fa presente alla C. O.G. del Comitato Regionale Campano, che la riprogrammazione della gara di recupero per il 23 febbraio 2014, coincide con la gara della Nazionale Italiana, impegnata nel Torneo delle Sei Nazioni con la Scozia, allo stadio Olimpico di Roma. Inoltre si rammenta che la data del 23 Febbraio non era stata, opportunamente, inserita nella programmazione originaria, giustappunto per la concomitanza con la partita della Nazionale in osservanza delle disposizioni Federali. Per quanto sopra esposto si chiede alla S.V., di volerci accordare il recupero della gara Avellino Rugby -Tecnocasa C.U.S. Cosenza Rugby , in una data diversa da quella del 23 Febbraio, in quanto molti dei nostri atleti sono già in possesso del biglietto per l’evento del Sei Nazioni” . Con questa nota arrivata al Comitato Campano, la società calabrese ha spiegato le motivazioni per chiedere un ulteriore rinvio della gara non disputata domenica scorsa per avverse condizioni atmosferiche, ricorderete che lo stesso comitato, nella giornata di lunedì aveva individuato la data per il recupero in domenica 23 febbraio, dopo una rapido consulto con la società avellinese, ha indi deciso di rinviare nuovamente l’incontro per la fine del torneo, pertanto Avellino Rugby – Cus Cosenza sarà recuperata domenica 27 aprile.

Anche l’Avellino Rugby piange Salvatore Cosenza!

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Avellino Rugby, si unisce al dolore che ha colpito uno dei suoi piccoli tesserati : Jacopo Cosenza, per l’improvvisa perdita dell’amato padre. Una delegazione della società irpina ha voluto salutare per l’ultima volta, questa mattina presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie, insieme a centinaia e centinaia di persone che hanno partecipato al dolore che ha colpito la famiglia Cosenza, per la perdita prematura e improvvisa di Sasà, l’assistente capo in servizio presso la squadra mobile, e prima ancora alle volanti della Polizia di Stato. Salvatore era un amico dell’Avellino Rugby, sempre presente agli allenamenti del secondogenito Jacopo, in cui seguiva la costante crescita e i progressi che il piccolo lupacchiotto mostrava di volta in volta, spesso immortalando con scatti le sue gesta e quelle degli altri mini-rugbisti biancoverdi. Sei andato via prima del previsto Salvatore, troppo presto e così all’improvviso, il tuo ricordo, il tuo sorriso, il tuo contagioso entusiasmo, rimarrà sempre vivo nei nostri cuori. (Arturo Romeo)

 

sasa
Salvatore Cosenza,  era tifosissimo del Napoli calcio, oltre che un appassionato di rugby, il figlio Jacopo milita nel Settore Giovanile dei lupi
commenta, divertiti e cerca di essere educato