allenamento
L’allenamento dei lupi al Manganelli, irpini pronti a disputare la prima tappa del Trofeo Campania Seven!

Saranno entrambe napoletane, le avversarie dell’Avellino Rugby, per la prima tappa del Trofeo Campania Seven, che come detto si svolgerà domenica 19 gennaio a partire dalle 14:30 presso il Pietro Abate (ex Aura Sport) di Torre del Greco. L’ A.P. Partenope Pomigliano (match previsto dagli organizzatori per le 15:50) e l’Amatori Napoli (incontro da disputare alle 16:50) . Alle 14:50 invece si affronteranno le due squadre del capoluogo campano che militano nell’altro girone 1 Campania/Molise. Nell’ultimo comunicato, avevamo parlato di solo tre squadre iscritte compreso i lupi del Presidente Roca, avevano aderito anche i padroni di casa dell’ eAmatori Torred i porticesi del Rugby Vesuvio, il boom d’iscrizioni si è avuto nella giornata di lunedì, quando ben sei compagini hanno dato il proprio consenso per partecipare a questa inedita edizione, voluta fortemente dalla FIR, per propagandare il rugby a sette che ricordiamo dalle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016 il CIO ha deciso di inserire nel programma, dopo l’eliminazione di quello a quindici avvenuta nel 1924 dopo il debutto del 1900, quindi solo quattro apparizioni per la palla storta, prima che lo stesso CIO dopo gli incresciosi fatti dell’edizone del 1924 tenutasi a Parigi, che vide gli Stati Uniti battere i padroni di casa (17-3). Gli spettatori francesi inferociti invasero gli spalti dei tifosi ospiti ed il campo per picchiare tifosi e giocatori statunitensi, difesi dalla polizia e dai giocatori francesi. La cerimonia di consegna delle medaglie venne svolta sotto la protezione della polizia, per evitare ulteriori disordini. La pessima immagine che il rugby diede di sé in quei giorni fu solo uno dei motivi che portò all’esclusione definitiva del rugby dal programma olimpico. Tornando ai giorni nostri, dicevamo delle altre iscritte che sono il Rugby Afragola, gli Eagles Cimitile inserite nel girone A insieme ai corallini, la Pol. Sarnese ed il Rugby Clan di Santa Maria insieme al Vesuvio fanno parte del girone C, quindi quello degli irpini è il raggruppamento B. Piccola curiosità: sono in maggioranza le squadre del girone campano/molisano, ben sei, solo tre quelle del calabro/campano, c’è da dire però che domenica il calendario propina  ben due recuperi, al Vestuti: il big match Arechi Rugby – Rende Rugby e all’ Is universal Pietro Bucci di Rende, gli universitari del Cus Cosenza sfidano i cugini dei Wolves Ospedaletto. La prossima tappa prevista per domenica 26 gennaio, che si svolgerà al Leone di Pomigliano, potrebbe essere ancora più ricca di squadre partecipanti. Il regolamento del Rugby Seven, è leggermente diverso da qullo a 15, si gioca solo in sette, tre in mischia, un mediano e tre 3/4 (più cinque uomini in panchina che possono subentrare in qualsiasi momento) le misure del campo sono identiche, i tempi sono due da sette minuti, mischie ordinate e touche si svolgono tre contro tre, il regolamento per il resto è identico. La formula del torneo prevede : le tre vincenti di ogni girone più la migliore seconda, (vincente girone A contro migliore seconda, vincente girone B contro vincente girone C) scontrarsi in semifinale, le due vincenti si giocheranno la vittoria della tappa, in più è prevista anche la finalina per il 3° e 4° posto e quella del 5° e 6° posto. Per determinare la migliore seconda si seguiranno i seguenti criteri: 1) punti in classifica(4 per la vittoria, 2 per il pareggio più eventuali bonus, sia offensivi che difensivi. 2) in caso di parità di 2 o più squadre si vedrà lòa differenza punti. 3) in caso di ulteriore parità il numero di mete fatte. A tutte le squadre verranno attribuiti due punti per la partecipazione alla tappa, alla prima ne verranno aggiunti 10, alla seconda 8, alla terza 6, alla quarta 4, alla quinta 2, dalla sesta in poi solo i due punti di partecipazione. Ricordiamo che la vincente delle sei tappe previste andrà a giocarsi la possibilità di aggiudicarsi il titolo nazionale, affrontando le vincenti degli altri Comitati Regionali. Prima volta anche per l’Avellino quindi, che sta preparando questa inedita avventura nel miglior modo possibile, mister Caliano ed il direttore tecnico Bianco, oltre alle sedute di ieri, quella di oggi in pomeridiana, quella di venerdì in serata, hanno aggiunto anche una rifinitura sabato mattina alle 12:00 sempre al Manganelli, dove presumibilmente verrano scelti i dodici atleti che prenderanno parte alla tappa. Nelle due sedute si è rivisto il porticese Calì, assente per impegni lavorativi, ancora indisponibili per l’identico motivo, invece il piccolo pastore G. Lombardi e la roccia Spiniello, oltre al paternese Roberto e al desaparecido Simeone. Anche l’Under Sedici continua ad allenarsi in prossimità dell’inizio della ripresa del torneo, prevista per il 2 febbraio, dove i lupacchiotti insieme alle Streghe Benevento ospiteranno i parietà del Rugby Clan di Santa Maria. Così come i baby dell’Under 10 e 12, per loro è previsto un nuovo appuntamento con gli amici del Rugby Salerno, da decidere ancora la data per il prossimo incontro, prima della fine del primo mese dell’anno sicuramente.

Forza Mariano, non mollare!

Nella giornata di domenica mentre seguiva attento i suoi compagni di squadra dalla panchina,  capitano del Gentech Cus Molise: Mariano Credico ha avvertito un malore. Immediatamente assistito dal medico societario è stato accompagnato al nosocomio cittadino Cardarelli. Trasferito alla vicina Fondazione Cattolica, ha subito un delicato intervento alla aorta. Superata l’operazione, la prognosi rimane riservata, i medici si dicono cautamente ottimisti. L’enorme affetto che circonda Capitan Credico si sta manifestando sia sul web, che con l’importante presenza di amici. Tuttavia, considerata la delicata situazione clinica, i medici hanno limitato l’accesso di visita solamente ai più stretti familiari, costantemente assistiti dai compagni di squadra. Anche l’Avellino Rugby, che conobbe l’indomito capitano, lo scorso marzo, nella gara disputata a Casalciprano, in Coppa Campania, invia in grossissimo in bocca al lupo, convinti che il battagliero Credico, vincerà anche questa partita. Forza Mariano!

credico
Nella foto Mariano Credico, l’intero Avellino Rugby, fa il tifo per lui! Forza Mariano
commenta, divertiti e cerca di essere educato