FLP_6815
La prima volta in maglia gialla dell’Avellino Rugby alla prima tappa del Seven

Dopo la lunga pausa, finalmente è tempo di campionato, domenica due febbraio alle ore 14:30 al parco Manganelli, l’Avellino Rugby ospiterà la Pol. Sarnese Rugby : ” I Cavalieri” seguendo un pò le orme di quelli più famosi di Prato – è il nome di battaglia che hanno scelto per definirsi, gli atleti dell’agro-nocerino-sarnese., in una gara valida per la 1°giornata del girone di ritorno del campionato di serie C, girone 2 Campania/Calabria. Se escludessimo, la parentesi per la 1°tappa del Trofeo Campania Seven, i lupi non disputano una partita ufficiale dal lontano 22 dicembre, quando batterono a Largo Santo Spirito il Clan Catanzaro (26-12). In questo lungo lasso di tempo, il club del Presidente Roca, ha lavorato duramente, per provare a fare ancora meglio del girone di andata, i tanti volti nuovi facenti parte del gruppo hanno avuto più tempo a disposizione, per entrare nel complicato meccanismo della palla storta. Il banco di prova che propina il calendario, diciamolo subito, non è di quello dei più agevoli, il team guidato da coach Salvatore Lucia in collaborazione con Rocco Margiotta, pur essendosi iscritto solo quest’anno con un nuovo nome, vanta nell’organico elementi navigati, che hanno militato nei Wasps Stabia prima, nell’Arechi Rugby poi, con l’ossatura del vecchio Rugby Nuceria, questi ingredienti han fatto sì, di formare un’unica formazione, che in questa prima parte del torneo ha dato filo da torcere a diverse compagini. Il quarto posto in classifica, dietro le tre battistrada del raggruppamento, lo conferma, i biancorossi di Sarno infatti hanno perso solo con queste squadre, la capolista Arechi Rugby, la seconda l’Amatori Torre ed il Rugby Rende, hanno pareggiato con la quinta il Cus Cosenza, e vinto con le altre quattro squadre che gli sono alle spalle, Rugby Salerno, Clan Catanzaro, Wolves Ospedaletto e appunto Avellino Rugby, che all’esordio venne battuta con un secco 46-15 (sette mete a due). 35 le mete che son riusciti a segnare, 237 i punti fatti e 177 quelli subiti con una differenza di + 60. Numeri impietosi, che non dovrebbero lasciare speranza ai lupi verdi dell’Irpinia, che hanno dalla loro parte oltre la sagacia e l’esperienza dei due tecnici, mister Caliano ed il direttore tecnico Bianco, la tanta voglia dei numerosi giovani di mettersi in mostra. Purtroppo a questo primo appuntamento dell’anno, in tanti non potranno prender parte al match, parliamo del tallonatore Console, la rovinosa caduta subita nell’allenamento di martedì scorso ha lasciato un brutto ricordo, la diagnosi uscita dopo accurati accertamenti ha riportato la frattura multipla del malleolo, immobilizzato con un gambaletto di gesso che dovrà tenere per circa un mese. Anche lo stinco di Raosa continua a dare preoccupazioni, tant’è vero che “o’ malamente” come lo chiamano affettuosamente i compagni di squadra venerdì si sottoporrà ad una tac, precauzionalmente dovrà giocoforza rimanere a riposo ancora fino alla fine della settimana, niente da fare anche per Iron-Man Balletta, l’ex Cavalieri Prato, oltre ai dolori che avverte al coccige, questo weekend salirà proprio a Prato a trovare i suoi genitori, in forte dubbio anche gli altri due manocalzatesi, il kun Petruzziello e la nuova leva Imparato, l’avanti è impegnato in beghe familiare da cui difficilmente riuscirà a districarsi, il 3/4, laureando in giurisprudenza è alle prese con gli studi arretrati che gli impediscono di allenarsi con regolarità. La tegola più pesante,  però sicuramente è quella caduta sul capocannoniere (otto centri) della squadra, vale a dire Roberto De Luca, il biondo finger pass serinese, fresco di nuovo lavoro difficilmente riuscirà ad onorare i prossimi impegni, ad iniziare da quello di domenica. Dopo tante brutte notizie, qualcuna bella nelle file biancoverdi alla fine compare,  infatti come detto in diverse circostanze,  è rientrato dal prestito dall’Urbe Roma, l’ex capitano dell’Under 18 e 20, Ettore Fiore, nella serata di ieri è stato perfezionato lo scambio dei nulla osta tra le due società, il duttile atleta quindi sarà disponibile già da domani sera, arruolabile così già domenica che potrebbe effettuare l’esordio stagionale, stesso destino per Romano Borriello, si parlava nell’ultimo comunicato del suo completo recupero, quindi anche lui potrebbe essere della contesa. E’ rientrato dall’Australia anche una vecchia conoscenza dell’ovale avellinese, Paolo Russo, qualche allenamento in estate quando Pericolo&company si preparavano per la trasferta in Svizzera, ma anche qualche apparizione nella stagione 2007/08 e 2008/09 nell’era Rea, prima del rientro in Oceania, rimarrà un pò di mesi nella città natia, quindi potrebbe tornare utile alla causa biancoverde. In settimana, c’è stato un altro gradito ritorno, quello del montefredanese Daniele Govetosa, anche per lui qualche apparizione nell’ultimo campionato di Rea 2009/10, prima dell’abbandono per motivi di studio, ora che li ha terminati, sembra pronto per ributtarsi nella mischia. Da verificare invece le disponibilità, di Spiniello, G. Lombardi e Roberto, nella rifinitura di venerdì comunicheranno se prenderanno parte alla gara.

E’ baby Italia contro i campioni del Galles!

Un esordiente per una linea di trequarti baby. C’è il debuttante Angelo Esposito, ventenne ala del Benetton Treviso, nel XV annunciato oggi dal c.t. Jacques Brunel con il quale l’Italia affronterà il Galles a Cardiff sabato pomeriggio (ore 15.30) nel match che inaugurerà il Sei Nazioni 2014. La linea dei trequarti infatti, non conta nemmeno un trentenne: i più anziani (ed esperti) saranno l’estremo Luke McLean (26 anni e 26 cap) e il centro Alberto Sgarbi (27 anni e 27 cap). Con loro e con Esposito, Leonardo Sarto (22 anni e 2 cap) all’altra ala, Michele Campagnaro (20 anni e 2 cap) secondo centro, Tommaso Allan (20 anni e 3 cap) all’apertura ed Edoardo Ugo Gori (23 anni e 29 cap) mediano di mischia. Decisamente più esperienza fra gli avanti: con il capitano Sergio Parisse e Martin Castrogiovanni che toccheranno quota 102 cap, ci sarà l’occasione prima del match di celebrare i 100 di Marco Bortolami. Con loro anche Mauro Begamasco che arriva a quota 96. In campo anche l’Under 20 di Alessandro Troncon, domani sera diretta su Rai Sat 1, ore 20:10 e le azzurre di Di Giandomenico che invece giocheranno domenica alle 14:30, chiaramente per entrambe le selezioni se la dovranno vedere contro i dragoni gallesi. (Arom)

nuove divise
Presentate le nuove divise, che l’Italrugby indosserà al suo quattordicesimo Six Nation
commenta, divertiti e cerca di essere educato