torre 26.10.13 due
La gara del Liguori disputata lo scorso 26 ottobre

Archiviata la pausa per gli impegni delle Nazionali, che hanno sorriso solo alla Femminile e all’Under 20, mentre hanno lasciato l’amaro in bocca a quella di Brunel, l’Avellino Rugby ritorna in campo. Domenica 2 marzo, con drop d’inizio previsto per le 14:30, i ragazzi del Presidente Roca attendono la seconda forza del campionato: l’Amatori Torre del Greco, per una gara valida per la 4° giornata del girone di ritorno del campionato di Serie C, girone 2 Campania/Calabria. In mattinata, kick off alle ore 10:30, invece sarà il turno dell‘Under 16, che insieme alle Streghe di Benevento, recuperano la sfida con il fanalino di coda, Rugby Nola, rinviata per impraticabilità di campo, lo scorso 9 febbraio. Impegno tutt’altro che abbordabile per la truppa di mister Caliano e del direttore tecnico Bianco, i corallini in questo torneo, viaggiano con il vento in poppa, dieci vittorie ed una sola sconfitta, contro la capolista Arechi – il 23-20 dello scorso 17 novembre, maturato peraltro nei minuti finali – solo i salernitani che li precedono di tre lunghezze hanno fatto di meglio vincendo tutte le undici gare sinora disputate. In questa fase del torneo, i torresi sono secondi anche nelle mete fatte, 96 contro le 100 dell’Arechi, nei punti realizzati 626 contro i 643 sempre dell’Arechi, hanno invece la terza miglior difesa del torneo con 101 punti subiti, il team di Indennimeo solo 48, dietro anche al Rende che ne ha presi solo 92. Numeri comunque che dimostrano che il team del Presidente De Dilectis ha tutte le carte in regola per puntare quantomeno ad accedere alla fasa finale per provare a ritornare in serie B, categoria in cui hanno militato per tre anni consecutivi (2004/2007). Anche i numeri della gara di andata non lasciano ottimistiche speranze agli irpini, che caddero rovinosamente al Liguori, lo scorso 26 ottobre 96-14, resistendo sul 5-0 per 27 minuti, prima del tracollo, biancoverdi che riuscirono a realizzare nella ripresa due mete, con Roberto De Luca e Barbarisi, che con molta probabilità per il primo e sicuramente il secondo nonprenderanno parte al match, ridotte al lumicino le speranze che il biondo finger pass serinese sia presente, causa le probabili mancate coincidenze con i turni lavorativi, mentre il giovane veterano Barbarisi, come detto, dopo il consulto medico con il prof. Lalla dello scorso venerdì, lo stesso che lo operò al crociato lo scorso anno, gli ha consigliato trenta giorni di assoluto riposo con cura di antinfiammatori e ghiaccio, ritornerà a controllo a fine marzo per effettuare una risonanza magnetica per capire se il ginocchio sarà completamente ristabilito. Difficile anche il recupero del corallino Balsamo – che proprio nella gara di andata debuttò con i lupi verdi, giocando contro il paese che gli ha dato i natali – i dolori alla schiena sono diminuiti, ma nella seduta di martedì dopo uno scontro fortuito con un compagno si è nuovamente bloccato per un colpo rimediato alla caviglia. Molto probabilmente non sarà della contesa il rosso Lombardi, l’apertura latita da qualche giorno agli allenamenti, da decifrare un suo possibile reinserimento. Nella seduta di venerdì al solito, si conosceranno le disponibilità di coloro che per impegni extra sportivi non riescono a dare continuità agli allenamenti, parliamo dei vari Calì, Spiniello, G. Lombardi, Capasso, Imparato e Borriello, rispetto all’ultima gara contro il Rende, rientreranno il cannibale G. De Mattia, il paternese Roberto, probabile che trovi spazionella lista dei convocati anche l’ultimo innesto, il montefredanese Daniele  Govetosa. Nella seduta di ieri, un altro volto nuovo si è presentato ai compagni di squadra, parliamo di Denny Accomando, ex portiere di calcio con la passione per l’ovale, il venticinquenne candidese, ha mostrato volontà e determinazione, nelle prossime settimane lo staff tecnico deciderà per un suo possibile tesseramento. Tornando alla sfida di Largo Santo Spirito, anche i precedenti sono chiaramente in appannaggio dei torresi, guidati da Luca Stornaiuolo – promosso quest’estate da allenatore dei 3/4 a responsabile unico della Seniores, visto che Giancarlo Panariello che ha guidato i corallini negli ultimi quattro anni, ha deciso di svestire nuovamente la tuta e ad indossare decisamente gli scarpini – quattordici i precedenti, dodici in campionato, due in Coppa Campania,  pur avendo sempe perso, Pericolo&company in due circostanze sono riusciti a non far prendere l’intera posta in palio agli avversari, in quanto non avendo permesso di realizzare le fatidiche quattro mete, nel 2002/03, prima annata del club irpino, i torresi la spuntarono 5-21, segnando solo tre mete al campo Irpinia di Torrette di Mercogliano e a Monteuovolo nella stagionre 2008/09 quando vinsero di misura 5-16, mentre solo in due circostanze i lupi hanno guadagnato il cosiddetto il punto di consolazione – relativo allo scarto dei sette punti –  nell’ultima giornata del campionato 2010/11 quando vinsero nel beffardo finale 25-31, e nella stagione successiva quando s’imposerodi misura 10-15.

Nazionali

In apertura si parlava della Nazionale italiana, allenata da Brunel, che ha richiamato tre pedine per gli ultimi impegni del Sei Nazioni. Il ritorno atteso di Andrea Masi, quelli meno prevedibili di Manoa Vosawai e di Tito Tebaldi. Sono queste le tre novità nella lista dei 30 giocatori che il c.t. Jacques Brunel ha convocato in vista degli ultimi impegni dell’Italia nel Sei Nazioni, per le sfide con l’Irlanda (l’8 marzo a Dublino) e l’Inghilterra (il 15 a Roma). Prenderannoi il posto di Minto, Botes e Palazzani. Se oramai, i sanniti Josh Furno e Maria Grazia Cioffi si stanno meritatamente ritagliando ampi spazi nelle rispettive Nazionali, altre due beneventani hanno fatto il loro ingresso nell’Italia del rugby, parliamo di Gabriele Manganiello, formatosi nel vivaio del IV Circolo del Presidente Lorenzo De Vanna, attualmente in forza ai Cavalieri Prato, ha giocato l’intero match, nel ruolo di secondo centro nel vittorioso match disputato contro la Scozia nell’Under 20 di Alessandro Troncon e di Lucia Cammarano in forza all’Us Benevento Rugby subentrata al 64′ al posto della Bettoni, nel ruolo di tallonatore nella fara disputata domenica scorsa al F. Casino di Santa Maria Capua Vetere. (Arom)

Alice_Trevisan
Un immagine delle azzurre che hanno battuto la Scozia, domenica scorso al F.Casino Di Santa Maria, dinanzi ad un migliaio di appassionati
commenta, divertiti e cerca di essere educato