partenope-avellino
Il miglior Avelino della stagione, ad un passo dall’impresa

Uno dei migliori Avellino Rugby della stagione, sfiora il colpaccio al “Leone ” di Pomigliano, contro un’indomita Partenope, 32-23 il risultato finale. Non sono bastate le quattro mete siglate dalla squadra cara al Presidente Roca per portare a casa una partita giocata quasi alla pari con i padroni di casa. Ironia della sorte, solo in una circostanza gli irpini in questo torneo sono riusciti a marcare quattro o più mete – nella gara contro il Vesuvio, proprio al Giovanni Leone – quella volta bastarono per portare a casa l’intero bottino, questa volta invece la truppa di mister Fico, si deve accontentare di un misero punticino che comunque muove la classifica. Questo punto sarà ricordato a lungo, in quanto è il primo conquistato nei dodici confronti (10 in campionato e due in Coppa Campania) contro i  partenopei. E’stata la gara dei giovanissimi del club biancoverde, che oggi aveva in rosa cinque elementi dell’under 20, allenata da Carmine Caliano, tre il tecnico dei lupi, li ha schierati sin dal primo minuto, trattasi del capitano Ettore Fiore, schierato nel ruolo di flanker,  del secondo centro Angelo Miele entrambi autori della loro prima meta tra i Seniores, e dell’ala Gerardo Urcioli, mentre il tallonatore Michele Mensorio e l’ala Alfonso Scotti sono rimasti in panchina, ma presto arriverà anche il loro turno. Un pò come l’Italrugby, sabato a Dublino contro l’Irlanda, anche gli avellinesi devono fare un mea culpa per i calci sbagliati dalla piazzola, se il sudafricano Botes non si è rilevato il cecchino in cui si sperava, anche Bronzone prima e Pericolo poi – di solito sempre implacabili – ieri sono incappati in una giornata storta, che ha agevolato il compito della Partenope.

Mister Fico

A fine partita, mister Fico, che tornava sul campo dove ha mosso i primi passi, ha molto da recriminare, per gli episodi che hanno visto la sua squadra uscire sconfitta ma sicuramente uscire dal campo a testa alta. ” Ci tenevo a fare bella figura, su questo terreno, dove mi è stata inculcata la passione per questo sport, quindici anni di militanza non si dimenticano tanto facilmente. Temevo molto quest’incontro, in quanto le tre settimane in cui non abbiamo giocato, i ragazzi non si sono potuti allenare nel miglior modo, tra palestre ed esìli a Cimitile e Marigliano, invece  sono riusciti comunque a tenere una condizione di forma accettabile e lo hanno dimostrato oggi in campo. Peccato non aver potuto raccogliere una vittoria, che credo che avrebbero sicuramente meritato, sinceramente ritengo che alcune decisioni arbitrali ci hanno penalizzato più del dovuto. Non importa, andremo avanti per la nostra strada, di questa giornata rimarrà la bella prestazione dell’intero gruppo, il recupero degli infortunati che mi erano mancati negli ultimi due mesi e soprattutto l’inserimento dei ragazzi della ’20 che hanno dimostrato di avere il coraggio e la grinta pere fare bene in questa disciplina. Fiore e Miele già avevano debuttato in prima squadra, oggi è stato il turno di Urciuoli, presto arriverà anche il momento di Scotti e Mensorio, edi qualcun altro che presto farò debuttare – infine ha concluso –  il calendario domenica ci dice che dobbiamo rimanere ancora a riposo, per via del ritiro dei Wasps, gli allenamenti per il momento continueranno a Cimitile, il martedì ed il giovedì, mentre per sabato conto di far disputare una partitella a ranghi misti tra Juniores e Seniores, per prepararci al meglio per questo rush finale, che inizierà domenica 11 marzo, quando recupereremo la gara contro l’Alcott Amatori Napoli in quel di Fuorigrotta.

La partita

Fico, costretto a rinunciare agli infortunati Carpinelli, Iannaccone, Barbarisi e Romano Borriello, all’influenzato De Prizio, recupera parzialmente, Iandolo, Vietri e Caliano che iniziano dalla panchina. L’inizio è di marca partenopea, che comincia l’incontro all’attacco, tre giri di lancette, e la prima meta, dopo un azione iniziata dalla mischia e terminata dai 3/4 è cosa fatta, ok anche il calcio aggiuntivo. 7-0! Gli ospiti, non ci stanno, e subito provano a reagire, guidati dalle giocate sulla mediana di capitan Nastri e Pericolo, proprio quest’ultimo sfreccia sull’autostrada lasciata libera dai padroni di casa, prima di essere fermato vede l’accorrente Miele che aveva seguito l’azione, la velocità del furetto avellinese è impressionante, la sua prima meta tra i più grandi, lui che già ne ha siglate dieci con l’Under 20, è un gioco da ragazzi. Bronzone non riesce a portare in pareggio i suoi. 7-5! Lupi galvanizzati dalla segnatura, si gettano all’arrembaggio, Fiore guadagna una punizione, Bronzone firma il sorpasso. 7-8! Il vantaggio è illusorio, in quanto i rossoblu di casa, al minuto 15, vanno nuovamente a segno, per un gioco da sette punti che li riporta in vantaggio. 14-8! Avellino, non accusa il colpo, anzi, passa subito al contrattacco, da un azione di mischia ordinata è Liguori, schierato come terza linea centro, che trova il varco giusto per accorciare le distanze, terza meta stagionale per il combattivo atleta mugnanese. Calcio a seguire, purtroppo non andato a segno, 14-13! Allora ci pensa il capitano dell’Under 20, Fiore,  lesto ad avventarsi su un ovale vagante e di prepotenza schiaccia in meta per il nuovo sorpasso, così come Miele anche per Fiore arriva la prima meta tra i Seniores. Questa volta ci prova Pericolo, ma anche egli non sarà fortunato, si va sul 14-18. Partenope che sembra accusare il colpo, che riesce ad accorciare solo su un piazzato allo scadere della prima frazione, il tempo si chiude con un 17-18! Nel frattempo Fico, aveva cambiato le seconde linee, Sepe e Forino, entrambi claudicanti, con Barca e Iandolo. Padroni di casa, che iniziano la ripresa, in maniera più ordinata, ci vogliono sette minuti per scardinare il bunker eretto dagli irpini, prima un piazzato da tre punti, li porta sul 20-18, poi la terza meta della giornata con la susseguente trasformazione, e vanno sul  27- 18! Questo nuovo vantaggio, non demoralizza gli irpini, che trovano la forza per rientrare in partita, trascinati questa volta da Liguori, che esce da una ruck e trova la doppietta personale, quarta meta stagionale. Calcio ancora out, siamo sul 27 -23. Ci sarebbe ancora tempo, per scrivere un’altra pagina di storia in questa giornata, ma i lupi, non trovano più le forze per sferrare l’attacco finale, anzi la Partenope trova anche la quarta meta che gli fa guadagnare il punto di bonus, calcio questa volta non trasformato e il match giunge al termine, con il risultato di 32-23.

La formazione

Piloni,  Sellitto e De Vita con Console tallonatore, seconde linee Sepe (29° p.t Barca) e Forino (32° p.t. Iandolo) terze Polisi, Liguori (31° s.t Caliano) e Fiore, mediano di mischia Nastri, apertura Pericolo, primo centro Cristian Borriello, secondo Miele, ali Urciuoli ed Esposito Alaia ( 11° s.t. Vietri) estremo Bronzone. Non entrati, Aldarelli, Scotti e Mensorio. (Roar)

commenta, divertiti e cerca di essere educato