console
Il tallonatore dalla vena ironica, Alessio Console

Si disputerà regolarmente alle ore 16:00 – come da programma – l’incontro valido per la 7° giornata di ritorno, del campionato di serie C girone campano, tra il Rugby Nuceria e l’ Avellino Rugby, allo stadio “Comunale” di San Valentino Torio. Gli irpini, avevano chiesto di posticipare l’incontro di un paio di ore, per consentire all’allenatore dell’Under 20, Carmine Caliano e al suo staff, di partecipare all’evento, per la concomitanza di altre gare di altre discipline nell’impianto sportivo salernitano, tutto questo non è stato possibile, quindi la gara non subirà stravolgimenti di orari, il giovane tecnico avellinese sarà costretto ad effettuare un tour de force per essere presente al match. Non è questa l’unica tegola, caduta sul sodalizio caro al Presidente Roca – che ha assicurato la sua presenza all’incontro – in quanto il capitano dei lupi, Andrea Nastri, dopo aver effetuato l’esame di risonanza magnetica , il referto ha sentenziato una lesione al legamento crociato, il dottor Nico Pagano – uno dei tanti medici che danno una mano al club irpino – ha effettuato la visita al mediano pomiglianese, ha consigliato un mese di assoluto riposo, dopodichè si deciderà se procedere con un intervento chirurgico o lasciare al suo destino la lesione, con la speranza che non diventi rottura. In caso di operazione – evento che il capitano ha messo in preventivo – ha previsto uno stop dai quattro ai sei mesi, quindi questo campionato per Nastri, purtroppo si può considerare concluso, l’augurio della società irpina è quello che il prossimo anno lo vedremo di nuovo in maglia biancoverde, ancora più in palla di come ha lasciato. Non arrivano buone notizie, dagli altri elementi, già in forse alla vigilia, il solo Forino, è riuscito a divincolarsi da impegni familiari, legati ad un piccolo intervento chirurgico a cui si è sottoposta la madre dell’avanti montefortese, risolto brillantemente, quindi farà parte del gruppo, resteranno a casa invece Porcelli, ancora alle prese con i turni in fabbrica, Romano Borriello con il ginocchio ancora in disordine, Salvarezza bloccato in caserma, e non ultimi Iandolo e Vietri ancora lontani dalla forma migliore. Seppur acciaccati, saranno presenti Sepe e Barbarisi, problemi alla pianta del piede per il primo, il solito ginocchio ancora non guarito completamente per il secondo, entrambi stringeranno i denti pur di esserci. Dunque, Vincenzo Fico, tecnico degli irpini potrà contare solo su diciannove elementi a sua disposizione, questi i convocati. Piloni, Sellitto, De Vita e Aldarelli, tallonatori Console e Iannaccone, seconde linee Sepe, Barbarisi e Forino, terze Liguori, Barca, Polisi e De Prizio, mediani Caliano e Pericolo, centri, ali ed estremi Carpinelli, Cristian Borriello, Esposito Alaia, Cucca e Bronzone.
Dovrebbe rientrare nel XV titolare, il tallonatore Alessio Console, uno dei veterani del club irpino, in forza dagli inizi del 2006, spesso veste le cariche anche di dirigente e di medico sociale, lui che possiede una laurea in odontoiatria. Dopo diciassette partite consecutive, domenica scorsa per lui ci sono stati solo pochi scampoli di gara, causa una forma fisica non al top, vista l’impossibilità di allenarsi con continuità causa gli impegni relativi alla sua professione, alla fine dell’allenamento di ieri ha rilasciato delle simpatiche indiscrezioni ” Prima di rilasciare dichiarazioni di pre-partita vorrei esprimere una mia opinione di carattere spirituale/religiosa: credo che tra le tante divinità del cielo ve ne sia una in particolare che personifichi il gioco del rugby; che premia e rispetta il coraggio e l’audacia e brinda con gli atleti di entrambe le compagini nel fraterno Terzo Tempo, ma che irride lo spavaldo rugbysta punendolo con legge di contrappasso – provoca infortunio a chi lo tradisce con altra disciplina, sbeffeggia il sicuro veterano facendogli cadere dall’esperte mani il pallone nei momenti più topici del gioco, concede vittorie e dispensa sconfitte all’ultimo secondo! Un pò quello che sta accadendo alla nostra squadra in quest’ultimo periodo e sembra dare al nostro club una severa, ma opportuna lezione sull’impegno ed il carattere, facendoci perdere il match contro l’Afragola all’ultimo assalto proprio come l’Avellino Rugby aveva vinto nel girone di andata contro la stessa formazione.Ci è parsa quasi una beffa del Dio in questione, ma a mio giudizio meritatissima – Messe da parte queste opinabili farneticazioni, ha poi commentato lo stato attuale del gruppo, che si prepara alla delicata sfida di domani – Ci apprestiamo a disputare questo incontro davvero con inquietudine, crediamo si tratti della partita più importante della stagione per diversi motivi , in primis il poco allenamento causato da diversi impedimenti, la sana e sportiva rivalità delle due società e dei due tecnici, la posizione in classifica similare che ci vede in vantaggio di un solo punto, anche se loro hanno la penalizzazione, e infine i nostri avversari ora possono contare su qualche rinforzo con alcuni elementi dei Wasps di Castellammare e sulla sconfitta che ci hanno inflitto nella gara di andata. Per questo confidiamo nel Dio del Rugby, che ci restituisca quello che ci ha tolto in precedenza – ha concluso, sorridendo, auspicando comunque una prova da lupi della squadra – Fatto queste premesse, certo non partiamo da favoriti, ma non è detto che non andremo a giocarci la partita, da troppo tempo non vinciamo, pur sfoderando dignitose prestazioni, abbiamo il dovere di regalare ai nostri sostenitori, qualche gioia in più”. Quindi non resta che aspettare il pomeriggio di domani, per capire se come dice il simpatico numero due avellinese, se il Dio del Rugby sorriderà alla truppa del Presidente Roca.(Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato