borriello placcato
Borriello viene fermato nella gara dello scorso anno

Nella ventesima ed ultima giornata del campionato di serie C, girone campano, domenica 15 aprile, ore 16:00, e non alle 15:30 come da programma, tra le mura amiche del “Parco Santo Spirito”, l’Avellino Rugby affronta la bestia nera Rugby Salerno, ultima per i rossoblu , ma penultima per i biancoverdi, in quanto domenica prossima dovranno di nuovo scendere in campo, per recuperare la gara non disputata lo scorso 12 febbraio, per le avverse condizioni meteo, contro l’Amatori Torre del Greco.
Il team salernitano, fino ad ora è una delle poche del girone – insieme alle due sannite – a cui gli irpini , oltre ad essere usciti sempre sconfitti, non sono mai stati capaci di strappare neanche un punto, subendo sempre più di quattro mete, senza realizzarne altrettante. Infatti nei quattordici precedenti – tredici in regular season ed uno in Coppa Campania – il sodalizio caro al Presidente Roca, è uscito sempre a mani vuote. Quest’anno il team allenato da Luciano Indennimeo – che svolge anche il ruolo di mediano di apertura – non sta ripetendo la brillante stagione dello scorso anno, quando si giocò il primo posto con il Rugby Clan di Santa Maria Capua Vetere – i casertani alla fine la spuntarono per soli tre punti 84 contro 87- uscendo sconfitti in due occasioni, nel derby contro il Rugby Battipaglia e nelllo scontro diretto del girone di andata, uscendo a braccia alzate per ben diciotto volte.
In questa stagione, causa una partenza al rallenty, caratterizzata da una lunga serie di infortuni e qualche elemento valido trasferitosi fuori sede per lavoro, la nave salernitana ha cambiato rotta, navigando nella zona medio alta della graduatoria, ben lontana dalle prime della classe. Il bottino raccolto fino a questo momento ha fruttato cinquanta punti, e la quinta posizione in classifica, succo di dieci vittorie e nove sconfitte, vittorie conseguite con le squadre che la insegueno, fatta eccezione per l’Amatori Torre – che potrebbe insidiargli il quinto posto, in quanto ha una gara n più da disputare – battuta sia all’andata che al ritorno, le sconfitte, otto sono arrivate con le prime quattro, vale a dire il Rugby Clan, l’Usr Benevento, l’Amatori Napoli ed il IV Circolo Benevento, una invece quasi a sorpresa con la Partenope Pomigliano, 34-17 partita che si è chiusa con il maggior numero di punti subiti dai ragazzi della valle dell’Irno, mentre il punteggio più rotondo inflitto, è il 52-0 ai danni del Rugby Vesuvio. Con i lupi, nella gara di andata invece si imposero con il punteggio di 38-7, sei mete ad una, dopo un primo tempo equilibrato, chiusosi sul 14-0, d inizio ripresa Console&company, riuscirono ad accorciare trovando una meta con Carpinelli, trasformata poi da Pericolo, prima di cadere sotto i colpi dei padroni di casa che solo a dieci dal termine, trovarono la quarta meta utile al bonus, nell’acquitrino del “Donato Vestuti”. La sfida di domenica, viste la cabala e la differenza dei rispettivi organici, sicuramente vede favoriti i ragazzi del Presidente Senatore, ma le gare di fine campionato, causa la mancanza di obiettivi da raggiungere e l’utilizzo di atleti che hanno trovato poco spazio nel corso della stagione, a volte possono giocare brutti scherzi, come successe lo scorso anno all’ultima giornata all’Amatori Torre che per poco non ci rimetteva le penne, riuscendo a vincere di due punti a pochi secondi dalla fine. Anche per questo, l’Avellino Rugby ha il dovere di crederci, per risollevarsi dalle ultime poco convincenti apparizioni, per cercare di chiudere in bellezza questo torneo e per tuffarsi nella nuova avventura della Coppa Campania, la società – unica al momento insieme all’Alcott Amatori Napoli – in merito, già ha presentato la domanda d’iscrizione che ricordiamo ha scadenza lunedì 16 aprile. Il tecnico biancoverde, Vincenzo Fico, dopo la partitella amichevole di sabato contro i ragazzi terribili dell’Under 20 di Caliano, e gli allenamenti di Cimitile (martedì) e Campo Coni (ieri), sembra intenzionato a puntare ancora sulla linea verde che ben sta figurando in questo finale di stagione, quindi Miele, Fiore, Urciuoli, Scotti e Mensorio sicuramente saranno tra i protagonisti del match , così come i rientranti Barca, Cristian Borriello e Pasquale De Prizio, che ha scontato la squalifica, difficili ma non impossibile invece i recuperi di Sepe, Porcelli, Vietri e Romano Borriello, alle prese con i rispettivi problemi lavorativi e muscolari. La prossima settimana, si saprà qualcosa di sicuro, riguardo alle condizioni del ginocchio di capitan Nastri che ha tolto le stampelle e riesce a camminare normalmente, martedì è prevista una nuova visita di controllo che scioglierà i dubbi, se il valente mediano pomiglianese, dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico oppure potrà ritornare in campo.(Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato