DE VITA
L’ex di turno Ciro De Vita, carica i suoi

Tutto pronto per la sfida di domani al “Vincenzo Papa” di Cardito, dove alle 15:30 il Rugby Afragola riceve l’Avellino Rugby, in una gara valida per la settima giornata del girone di ritorno del Campionato regionale di serie C. Partita che si annuncia molto sentita da ambo le parti, dove vista la posizione di classifica delle due compagini, si prospetta che regnerà un certo equilibrio, il campo come al solito, sarà il miglior giudice che stabilirà quale delle due contendenti uscirà a braccia alzate. Da un lato troviamo un Avellino, rinfrancato dalle due ultime uscite, dove pur mostrando un buon meccanismo di gioco, riuscendo a segnare sei mete – quattro con la Partenope, due con l’Alcott – ha raccolto a parte tanti apprezzamenti dagli avversari, un misero punticino, dall’altro troviamo, un Afragola che sta vivendo una stagione insolita, vista l’inaspettata posizione che occupa nei bassifondi della graduatoria, ma che prima della pausa ha dato segnali di ripresa, impensierendo la Partenope, che ha faticato non poco per averla vinta – 5-14 il finale. L’augurio è che domani assisteremo ad una match combattuto ma allo stesso tempo corretto, tra due club che coltivano un’antica amicizia, visto i buoni rapporti tra le due società, e come spesso accade in queste sfide, solo chi avrà commesso meno errori alla fine la spunterà. Dall’allenamento di giovedì e dalla rifinitura di ieri in palestra, non arrivano segnali confortanti, per Vincenzo Fico, trainer dei biancoverdi, che anche in questo caso si trova in mano una coperta abbastanza corta. Infatti, mancheranno Porcelli, impegnato con il lavoro, Salvarezza rimasto bloccato in caserma, ma soprattutto il capitano Andrea Nastri, il gionocchio fa ancora le bizze, appare improbo un suo utilizzo per la gara di domani. Stesso discorso per Romano Borriello, i due comunque hanno assicurato la loro presenza per incoraggiare i compagni di squadra. Dovrebbero essere della gara anche i “desaparecidos” Iandolo e Vietri, non al meglio delle condizioni ma comunque convocati per la gara, così come Sepe che avverte ancora dolore alla pianta del piede e Iannaccone che ha superato i problemi alla schiena. Venti gli uomini che il tecnico dei lupi porterà con se per questa trasferta. Piloni Barbarisi, Iannaccone e Aldarelli, tallonatori Console e De Vita, seconde linee Sepe, Sellitto e Forino, terze Barca, Liguori, Polisi e Iandolo, mediani Caliano, Cristian Borriello e Pericolo, centri, ali ed estremi Carpinelli, Esposito Alaia, Vietri, De Prizio e Bronzone. Quest’incontro avrà un sapore particolare per l’ex di turno – al pari di Carmine Manganiello (due partite in questo torneo in maglia verde) – per Ciro De Vita, l’esperto avanti, che nella gara di andata militava nelle file biancoblu, propio l’atleta napoletano alla fine dell’allenamento di giovedì ci ha tenuto a ringraziare la sua vecchia società di appartenenza. ” Ho trascorso anni meravigliosi con il club dell’Afragola Rugby, da quell’estate del 2007 fino al dicembre scorso, anni ricchi di vittorie (tra cui la prima edizione della coppa Campania) e di soddisfazioni personali. Per questo ci tengo a ringraziare il Presidente Vittorio Mazzone e a tutto lo staff dirigenziale, compreso il mister Giuliano Vicale e i numerosi compagni di squadra che in questo arco di tempo hanno condiviso con me gioie e dolori. – ha quindi continuato facendo cenno dei trascorsi passati del club afragolese – La formazione napoletana ha molta esperienza, lo dimostra il fatto di vantare una presenza onorevole al girone di Elitè, due campionati orsono, e di avere tra i suoi tesserati giocatori ricchi di esperienza, molti dei quali attualmente militano anche in campionati maggiori, come Capuano che gioca con il Portogruaro in serie B. In più hanno un settore giovanile, in cui ci sono molti elementi convocati per le selezioni regionali, e credo il prossimo anno saranno pronti per la prima squadra. Personalmente sento molto questo match, pur non essendo afragolese di nascita, lì ho lasciato vecchi amici, lì ritroverò il mio vecchio campo, per la prima volta da avversario – ha quindi aggiunto, parlando del l’incontro – Ritornando alla nostra partita, domenica servirà la determinazione che ho visto aumentare settimana dopo settimana ai miei nuovi compagni di squadra, ho visto crescere tantissimo in questi tre mesi e forse tanti di loro si aspettano che io dia il massimo contributo questa domenica. Mi sono allenato molto in questi mesi ed ho recuperato al 90% il mio infortunio alla spalla, subìto proprio nella gara di andata, domenica sarò in campo per vincere, se mister Fico lo riterrà utile sono pronto per dare il mio contributo. Dopo tante sconfitte onorevoli, vorrei festeggiare la mia prima vittoria con questo gruppo. Sarà comunque dura, in quanto la mia ex squadra scenderà in campo con la giusta concentrazione, per riscattare la sconfitta dell’andata e per dare una svolta a questo campionato che mestamente li vede relegati in posizioni di classifica che di solito non ha mai occupato. – infine ha concluso – Mi auguro che domani trascorriamo una ricca giornata di sport e che l’intero movimento rugbistico vada avanti con sempre migliori risultati per tutti e due i club”. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato