campo di gioco
Ancora grane per la convenzione della tana dei lupi

Anche quest’annata, per i ragazzi della palla ovale avellinese, sta volgendo al termine. Annata importante, quella che sta per concludersi, in quanto è quella che sancisce i primi dieci anni di attività dell’Avellino Rugby, che domani conclude l’ottava stagione della serie C, ricordiamo che nella stagione 2006-07 e 2007-08, il sodalizio caro al presidente Roca non partecipò al maggior campionato, preferendo puntare al settore giovanile, iscrivendo un Under 17 prima ed un Under 19 poi, il quale costituì l’ossatura della prima squadra nella stagione 2008-09. Si chiude con un ospite d’eccellenza, al “Santo Spirito” arrivano i cugini del IV Circolo Benevento, fischio d’inizio posticipato di mezz’ora, si parte alle 16:30, non quindi alle ore 16:00, come anticipato nell’ultimo comunicato. Come già detto, il team del presidente De Vanna, è ad un passo dalla finalissma della Coppa, addirittura domani può concedersi il lusso di perdere con meno di sette punti di scarto, risultato che comunque gli consentirebbe di disputarla. Conoscendo la forza dei sanniti, sicuramente scenderanno in campo per non correre rischi di farsi sfuggire questa ghiotta occasione. Ci vorrà quindi un Avellino, versione guastafeste per rompere le uova nel paniere ai cugini, siamo convinti che i lupi quanto meno ci proveranno al fine di chiudere con una prova dignitosa questa stagione. Tante ancora le defezioni, nelle file irpine, il coach <b>Vincenzo Fico</b>, sarà costretto ancora una volta a fare salti mortali per mandare in campo una formazione competitiva. Oltre ai già annunciati Console e Nastri, mancheranno anche Porcelli, Sepe, Vietri, Barca, Carpinelli e Salvarezza, in extremis hanno dato forfait anche Caputo causa lavoro e Miele per un risentimento inguinale. In forte dubbio, sono Venuso che nell’ultimo allenamento ha subito un colpo alla schiena, Iandolo e Iannaccone non ancora in perfette condizioni fisiche, solo prima del match, il tecnico deciderà se impiegarli o meno. Rispetto all’ultimo incontro, Fico potrà contare su Caliano, Cristan Borriello, Fiore, Urciuoli, Esposito Alaia, si aggregherà al gruppo anche l’altro Under D’Amelio. Sono ventuno i convocati. Piloni, Aldarelli, Spiniello e Sellitto, tallonatori De Vita e Iannaccone, seconde linee Forino, Mernone, Polisi, terze Liguori, De Prizio, Venuso e Iandolo, mediani Caliano, Pericolo ed Urciuoli, centri, ali ed estremi, Fiore, C. Borriello, Esposito Alaia, D’Amelio, Scotti e Bronzone. Ma se la stagione che stà per concludersi, porta in dote un anno in più di esperienza, in un campionato disputato dai biancoverdi tra alti e bassi, costellato da interminabili infortuni, il quale stanno pregiudicando anche il cammino in Coppa Campania, c’è un altro fattore che preoccupa seriamente la società ovale irpina, vale a dire quello riguardante il terreno amico di “Parco Santo Spirito”. Infatti il contratto annuale firmato con il Comune di Avellino, và verso la scadenza, ci si attende una chiamata dagli organi competenti per chiarire se il rapporto tra le parti possa continuare. La prima squadra di rugby irpina, come è ben noto, chiede di gestire il campo da gioco, gli spogliatoi e lo spazio attiguo agli stessi, da ratificare in una convenzione ventennale, trovando ulteriore consistenza e credibilità, grazie al rinnovo della manifestazione di intenti della Fir regionale, determinata ad investire sull’impianto che stando ai programmi dovrebbe diventare un polo di interrogazione regionale ed interregionale per la realizzazione di eventi legati al mondo della palla ovale – come già accaduto lo scorso sei maggio, con il Festival delle Regioni , che proprio la Fir ha voluto fortemente che si svolgesse ad Avellino – In sintesi, il Comitato Campano non è restato indifferente al fascino della struttura, ma ha bisogno del necessario tempo e delle opportune garanzie per progragrammare investimenti a lungo termine al fine di pianificare una gestione a lunga durata. E’ chiaro che i parametri dell’accordo vadano pianificati con estrema cura, ma è altrettanto evidente che la soluzione potrebbe rappresentare una svolta per il futuro di una struttura che da dopo le nevicate di febbraio è priva dell’energia elettrica, tanto da costringere il club irpino al costoso nolleggio di gruppi di continuità elettrogena per garantire il regolare svolgimento delle gare casalinghe senza incappare in salatissime multe. Il vicepresidente dei lupi Generoso Bruno, il quale stà conducendo non senza difficoltà questa spinosa trattativa in merito alla vicenda è intervenuto, rilasciando le seguenti dichiarazioni ” Occorre dare dignità al Santo Spirito. E per realizzare questo proposito c’è bisogno di una programmazione a lungo termine. più che il rinnovo di una concessione annuale – spiega Bruno – siamo fortemente intenzionati a sottoporre ancora una volta l’Amministrazione comunale la necessità di procedere alla stipula di una convenzione almeno ventennale relativa al campo da gioco e delle strutture ad esso connesse. Una concessione di lunga durata, consentirebbe un investimento sulla struttura che renderebbe effetivamente possibile quella dignità promessa durante la cerimonia di inaugurazione di due anni orsono, favorendo la programmazione societartia a tutti i livelli: dal settore giovanile, passando per i progetti scuola, fino ad arrivare alla prima squadra. Ogni volta che si è discusso della convenzione si è tenuto sempre in forte considerazione l’intento di gestire l’intero plesso per costituire la nostra Club House – incalza Bruno avviandosi a concludere – D’altronde, il disegno progettuale, il concepimento degli stessi spazzi di cui si compone il parco, determinano che il plesso alle spalle del campo di gioco, non possa ritenersi scisso dal resto della struttura sportiva. E’incomprensibile la volontà di pensare il contrario, provando a fare cassa con una struttura, separandola dal resto del campo”. Il tutto, si spera di risolverlo, già alla fine del mese di giugno, quando la società irpina inizierà i festeggiamenti per i suoi primi dieci anni di vita. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato