sotto i pali
Nuovi rinvvi, possibili per la neve che copre il manto erboso del Santo Spirito

L’ondata di gelo che ha investito la nostra penisola, sembra essersi arrestata, anche se lo stato d’allerta rimane ancora in agguato, in quanto i metereologi prevedono ancora qualche fiocco che potrebbe ancora cadere sulla nostra provincia. Se questo non dovesse accadere, come ci si augura, i problemi principali, ora rimangono: le strade ghiacciate, la neve che cade dai tetti, e come se non bastasse per i ragazzi della palla ovale avellinese, sorge un nuovo problema – questa volta inedito – quello di liberare il manto erboso del ” Parco Santo Spirito” interamente coperto da almeno una trentina di centimetri di coltre biancastra. Domenica 19 febbraio, l’Avellino Rugby dovrà affrontare ben tre incontri tutti tra le mura amiche, inizierà l’Under 16 alle 10:30 contro i parietà del Rugby Clan di Santa Maria Capua Vetere, proseguirà l‘Under 20 alle ore 12:00 contro l’Alcott Amatori Napoli, infine chiuderà la Seniores alle 14:30 contro l’Amatori Torre del Greco. Per far sì che questi tre eventi si possano disputare nel miglior modo possibile, appunto, occorre liberare dalla neve il terreno di gioco, una rappresentanza della società chiederà al Comune se in qualche modo potrà essere di aiuto, in caso contrario saranno invitati tutti i tesserati che armati di pale e badili provvederanno a spalare il campo amico, al fine che le partite in programma non subiranno stravolgimenti. Se tutto questo non fosse realizzabile, si dovrà chiedere alla Fir campana un nuovo rinvio, o cosa molto più probabile bisognerà provare con le squadre avversarie – sempre che i loro campi sono disponibili – l’inversione del campo. Intanto stamane mister Fico, ha iniziato a radunare la sua truppa, con una seduta in palestra, poi domani e giovedì gli allenamenti – così come la scorsa settimana – proseguiranno presso il “Comunale” di Cimitile. Il tecnico dei biancoverdi, dopo questo lungo e forzato stop, avrà l’ occasione per vedere la squadra quasi al completo, l’infermeria sembra svuotarsi,  a Sepe e Sellitto  già pronti dalla scorsa settimana, dovrebbero aggiungersi anche Barca e Porcelli, da verificare invece le situazioni di Barbarisi, Iannaccone e Allocca.
La Nazionale
Dopo averci fatto sognare per circa sessanta minuti, l’Ital-Rugby, si è dovuta arrendere ancora una volta a sua Maestà, l’Inglilterra, unica squadra delle cinque partecipanti al VI nazioni, ancora mai battuta. Ma in questa circostanza, i ragazzi di Brunel, ci sono andati molto vicini, dopo aver subito due calci piazzati dal cecchino Farrel, sul finire del tempo trovano ben  due mete, una del marsicano Venditti al suo secondo gettone, e l’ altra dopo un intercetto di Benvenuti, solo uno dei due calci a seguire di Kris Burton, va a bersaglio facendoci chiudere il tempo sul 12-6, subito diventato 15-6 al minuto 7°dopo un altro calcio dell’australiano naturalizzato. La reazione dei bianchi è furente, ma siamo noi che gli regaliamo la partita, prima un errato disimpegno di Masi, manda in meta Hodgson (Farrel trasforma), 15-13,  poi due calci regalati per falli evitabilissimi, ancora trasformati da Farrel, 15-19, Botes, invece sostituto di Burton, ha ben due ovali dalla piazzuola per ribaltare il match, ma li spreca in malo modo. Altro gettone di presenza per il nostro Tommaso D’Apice, beneventano doc (sostituisce Ghiraldini)- siamo già a quattro – e un altro esordiente buttato in mischia dal tecnico francese, Moresi, segnale che bisogna continuare con la linea verde, per costruire la Nazionale del futuro, al fine che queste sfide ci vedano uscire sempre trionfanti. La pillola risulta meno amara, per l’ infortunio accorso a Castrogiovanni (trenta giorni di stop),  viene addolcita , in quanto un altro campano,  di Eboli, Fabio Staibano è stato convocato al suo posto. Prossimo impegno, sabato 25 febbraio al “Croke Park” di Dublino, contro i verdi d’Irlanda, per confermare quanto di buono visto fino ad ora.
Le altre
Quarta giornata del girone di ritorno, caratterizzata dal maltempo, la Fir Campana, causa neve è stata costretta a rinviare due incontri che riguardavano le inseguitrici della capolista Rugby Clan, sia l’ Usr Benevento impegnato a Pomigliano contro la Partenope, sia l’ Alcott Amatori Napoli, che ospitava l’ Avellino Rugby, non hanno potuto disputare l’ incontro, per l’ impossibilità dei beneventani e degli irpini di raggiungere le sedi che ospitavano gli incontri. Non si è fatta condizionare la prima della classe che ha colto il quindicesimo successo di fila, ma soffrendo come non mai contro un combattivo Amatori Torre, 22-17 il finale, con i casertani che non riescono a marcare la quarta meta, utile per conquistare il punto aggiuntivo. Nelle altre due gare giocate, abbiam visto il Rugby Salerno espugnare Afragola 6-34, sei le mete dei salernitani, bonus portato a casa, e la vittoria del Nuceria sul campo del Vesuvio, 3-12, due mete a zero per i molossi, che si sono vendicati della sconfitta dell’ andata, molossi che ora possono contare anche su qualche rinforzo proveniente dai Wasps Stabia. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato