carpinelli
Un’azione di Carpinelli, nella gara di campionato

Appuntamento ufficiale – si proseguirà con lo Sport Days prima e i festeggiamenti per il decennale poi – quello di domenica 27 maggio, nel verde del ” Parco Santo Spirito” alle ore 16:00, l’Avellino Rugby ospiterà il IV Circolo Benevento, ad un passo dall’inattesa finale di Coppa Campania. Infatti, il team del Presidente Lorenzo De Vanna, dopo l’exploit di domenica scorsa in Terra di Lavoro, si giocherà il pass per la finalissima del 3 giugno che disputeranno con la già qualificata Rugby Salerno, al “Giovanni Leone” di Pomigliano d’Arco. Basta una vittoria di misura, un pareggio o addirittura una sconfitta per meno di sette punti, per far sì che questo accada. Vista la diversa caratura degli organici, sicuramente i sanniti partiranno con il favore del pronostico, il 33-0 del “F. Compagna” e il 0-38 della gara casalinga, unici due confronti tra le due formazioni, non lasciano molte speranze alla truppa biancoverde, la voglia poi di arrivare in finale di Coppa Campania, dopo il brillante quarto posto in campionato, alla prima partecipazione, dovrebbe dare l’imput alla compagine beneventana di raggiungere l’obiettivo.

Ma il sodalizio caro al Presidente Roca, spesso tra le mura amiche ha sfoderato prestazioni, grintose, dignitose ed effervescenti, proveranno come minimo a mettere i bastoni tra le ruote ai lanciatissimi cugini. Il trainer dei lupi, Vincenzo Fico questa settimana ha prefissato solo due sedute, quella di stasera e quella di venerdì dovrebbe recuperare gli atleti che son mancati sabato per motivi di lavoro, quindi Cristian Borriello, Iandolo, Vietri, Esposito Alaia, Carpinelli e Porcelli, potrebbero essere a disposizione, così come Caliano tornato nei ranghi dopo aver accompagnato i ragazzini terribili della Scuola media “Carusi” di Altavilla Irpina. Da verificare le condizioni di Polisi e Iannaccone, usciti malconci dall’ultimo impegno, e di Barca e Sepe ancora acciaccati. Sicuri invece i ritorni di Fiore ed Urciuoli. Chi non sarà della contesa, invece è il tallonatore Alessio Console, il quale dopo aver effettuato una risonanza magnetica a causa un doloroso fastidio al ginocchio, è emerso che dovrà stare a riposo per qualche settimana. E’ filato senza intoppi, invece l’intervento chirurgico, al legamento crociato posteriore, a cui si è sottoposto il capitano dei lupi, Andrea Nastri, l’equipe del Professor Lalla (lo stesso che ha già operato De Luca, sempre al crociato) ha constato che l’operazione è andata a buon fine, il ritorno all’attività agonistica per il valente mediano di mischia pomiglianese, avverrà non prima di quattro mesi, quindi per fine ottobre, inizio novembre al massimo il capitano tornerà a calcare i polverosi campi da rugby.

Settore giovanile

Come annunciato, dunque, la scuola media “Cosimo Carusi” di Altavilla Irpina, sabato 19 maggio ha partecipato alla kermesse di giovani rugbisti sui campi dell’impianto olimpico dell’Acquacetosa ’Giulio Onesti’ di Roma. Gli studenti atleti del centro sud si sono radunati venerdi presso un noto villaggio turistico, sulla Cassia.Va ricordato che questo evento sportivo è stato gratuito, in quanto, la Federazione Italiana Rugby si è accollata tutti i costi di trasporto, vitto e alloggio. Centosei le scuole proveniente da tutto il centro-sud (quelle del nord, invece sono state ospitate a San Donà di Piave) sono stati coinvolti oltre 1500 ragazzi, tra questi anche uno spicchio d’Irpinia ha presenziato a questo importante evento, accompagnati da Carmine Caliano che si è occupato insieme a Roberto De Luca del “Progetto scuola 2011-12” , sono stati protagonisti di due incontri, da due tempi di dodici minuti ognuno. Nel primo incontro hanno pareggiato due mete a due, contro una scuola di Battipaglia, nell’altro invece si sono arresi ad una scuola fiorentina, subendo quattro mete. Positivo l’impatto dei ragazzi altavillesi a questa disciplina, in loro l’Avellino Rugby confida per un futuro da protagonisti in questo splendido sport.

Le altre

L’Unione Sportiva Rugby Benevento, quindi dopo solo un anno di purgatorio ritorna in una serie che più gli compete, la B! Dopo aver battuto nello spareggio sul neutro di Rende(Cs) le Aquile del Tirreno, club messinese di Barcellona Pozzo del Gotto, 27-13, il finale a favore dei ragazzi del Presidente Rosario Palumbo, che ora possono iniziare i festeggiamenti. E’ bastato un solo anno, quindi per risalire la china, due anni fa, nell’allora girone Elite, non occorse uno spareggio per approdare alla categoria superiore, in quanto la prima classificata veniva promossa direttamente, questa volta dopo aver sconfitto nell’ordine: il Salento Trepuzzi prima, l’Union Rugby Viterbo poi, infine le Aquile, sono comunque riusciti a portare al termine l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, è stato più faticoso ma comunque si è concluso con un trionfo per i biancoblu di Roberto Ricci, a timone dei sanniti anche due anni orsono. Qundi al momento, dovrebbero essero tre le rappresentanti campane in cadetteria, i Gladiatori Sanniti retrocessi dalla serie A, la Partenope Napoli che ha chiuso al quinto posto e appunto l’Usr Benevento.L’ augurio è quello che, questi importanti club, rappresentino la nostra regione nel miglior modo possibile, anche in questa categoria.

La terza giornata di Coppa Campania ha regalato, almeno nel girone A, una grossa sorpresa, infatto il IV Circolo Benevento ha espugnato il campo del Rugby Clan di Santa Maria Capua Vetere, con il punteggio di 15-25, mettendo una seria ipoteca alla finalissima, spegnendo i sogni dei casertani che apparivano i favoriti alla vittoria del girone, ai ragazzi di Sommella, basta un punto da conquistare domenica ad Avellino per giocarsi tutto nella finale di domenica 3 giugno contro il Rugby Salerno, che pur perdendo contro la Partenope Pomigliano (8-6) si è guadagnato già il biglietto, in quanto l’unica squadra che la può raggiungere a 15 punti, vale a dire l’Amatori Napoli, avendo perso lo scontro diretto con i salernitani, pur vincendo con bonus, proprio nel derby partenopeo, non può come da regolamento superare i rossoblù. Nelle altre due gare, Torre ha battuto Avellino (50-5) l’Amatori Napoli il Rugby Vesuvio 24-7. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato