Antonio Roca
Il presidente, fresco sposo, Antonio Roca

Giorno felice in casa Avellino Rugby, infatti questa mattina presso il Comune di Brescia, il Presidente del club Antonio Roca, convolerà a nozze con l’amata Oksana, oltre ad una delegazione della squadra che porterà gli auguri di persona si aggiungono quelli di tutto lo staff dell’Avellino Rugby. Come già avvenne con Porcelli, la squadra a nome del vice presidente Bruno, proverà a dedicare la vittoria agli sposi! Proprio quella dedicata a Porcelli, nel lontano 11 dicembre 2011, è stata l’ultima vittoria dei biancoverdi, quando espugnarono il “G. Leone” di Pomigliano, battendo il Rugby Vesuvio (25-32), ovviamente ci si auspica che quest’altro matrimonio coincida con il ritorno alla vittoria per i lupi, chissà se in caso di successo, gli atleti dell’Avellino Rugby decideranno uno dopo l’altro di prestarsi ad affrontare questo grande passo.
Dopo l’infelice parentesi, delle tre partite consecutive disputate con squadre di pari rango, perse di misura non senza qualche rancore, domenica scorsa come già era accaduto con Santa Maria, con la Partenope e con l’Alcott Napoli, la truppa di mister Fico ha disputato una buona partita, sfiorando addirittura la prima storica vittoria contro il Rugby Salerno, che ha vinto per soli due punti (10-12). L’impressione è quella che Caliano&company quando incrociano sulla propria strada avversarie più forti, si esaltano sfoggiando prestazioni da incorniciare, mentre, almeno in questo lasso del torneo quando incontrano avversarie dello stesso livello, finiscono per complicarsi la vita. Questo è quanto emerso in questo altanelante girone di ritorno disputato dai biancoverdi. La prima meta dell’anno siglata tra le mura amiche da Ettore Fiore, dimostra la difficoltà dei ragazzi di Fico di trovare la segnatura, in questo girone di ritorno sono otto in tutto, oltre a quella dell capitano dell’Under 20, quattro con la Partenope, due con l’Alcott ed una con Afragola. Nel girone di andata invece le mete segnate furono 15 – comprese le due con i Wasps Stabia, poi eliminate per il ritiro di questi ultimi -. L’occasione per incrementare il bottino, si presenta domenica, anche se l’ostacolo Amatori Torre non è uno di quelli agevoli da superare, in quanto i corallini hanno concesso nei 12 precedenti – di cui uno in coppa – solo le briciole e ambiscono a conquistare la quinta piazza della graduatoria, momentaneamente occupata dal Rugby Salerno, oltre che a migliorare lo score dei punti dello scorso torneo.
Ma nella mente degli appassionati irpini, riecheggia la super prestazione dello scorso 10 aprile 2011, quando i lupi, probabilmente sfornarono la migliore prova della stagione, rimanendo in vantaggio per quasi tutta la gara, arrendendosi solo nel finale, quel giorno terminò 25-31, ma fino a due minuti dal termine conducevano 25-24, mete di Liguori, Romano Borriello e Pericolo, due trasformazioni e due calci di punizione anche, per l’esperta apertura aiellese. La gara, fu molto bella da vedere, appassionò non poco la magnifica cornice di pubblico, che visse una bella giornata di sport, incitando gli atleti avellinesi fino alla fine, che già pregustavano di festeggiare il sogno di una insperata vittoria. In quella gara, la squadra riuscì ad esprimere il gioco richiesto da mister Fico, ovvero sfruttare la velocità dei 3/4 facendo inserire a turno l’estremo o l’ala, le tre mete realizzate in effetti furono frutto di queste giocate in velocità. Domani, fischio d’inizio ore 16:00, vedremo se il XV di casa, riuscirà a regalare al proprio Presidente e ai suoi tifosi , questa prima affermazione del girone e dell’anno.
Il trainer degli irpini, alla fine dell’allenamento serale, sicuramente avrà problemi , visto l’elevato numero dei presenti, a decidere chi dovrà rimanere in tribuna, si è rivisto anche la seconda linea Sepe, rigenerato dalla cura del professor Della Pietra, potrebbe esserci spazio per una new entry proveniente dall’Under 20, vale a dire Marcantonio Caputo, che ha ricoperto svariati ruoli nella categoria di appartenenza, sia in mischia che sui 3/4 , potrebbero essere entrambi tra i convocati, al momento queste sembrano le sue intenzioni sui ventidue, piloni Aldarelli, Sellitto e Forino, tallonatori Console e De Vita, seconde linee Bronzone, Mernone, Polisi, Sepe e Barca, terze Iandolo, De Prizio, Carpinelli e Liguori, mediani Caliano, Pericolo e Miele, centri, ali ed estremi, Fiore, Urciuoli, Esposito Alaia, Cristian Borriello e Caputo.

Coppa Campania e spareggi
Prende forma intanto la nuova edizione della Coppa Campania, che come avevamo messo in preventivo sarà composta da dieci squadre, suddivise in due gironi da cinque, con inizio domenica 29 aprile. Nel girone dell’Avellino faranno parte il Rugby Clan Smcv (a meno che non accada il miracolo spareggio) in cui i lupi debutteranno proprio il 29 aprile tra le mura amiche, i Briganti dell’ex tecnico Luigi Rea che ha unito le forze con il Rugby Afragola, gli irpini faranno visita al “V. Papa” di Cardito il 6 maggio, mentre il 13 osserveranno un turno di riposo, il 20 maggio altra trasferta al ” A. Liguori” di Torre del Greco, ed infine chiusura la domenica successiva al “Santo Spirito” contro il IV Circolo Benevento. Insomma girone di ferro per i biancoverdi, in cui nutrono ancora un interrogativo, in quanto il Rugby Clan ancora in corsa per gli spareggi per approdare alla serie superiore potrebbe non partecipare, questo solo se nella malaugurata ipotesi che l’Usr Benevento non batta l’Afragola nel recupero di domani, in caso di sconfitta (in verità abbastanza improba) sarebbero i sanniti a partecipare alla Coppa. L’altro girone invece vede impegnate l’Alcott Napoli, il Rugby Nuceria, il Rugby Vesuvio, il Rugby Salerno ed una mista formazione di Partenope cadetta e Partenope che ha disputato il campionato di B.Le prime due del girone si affronteranno nella finalissima del 3 giugno al “Giovanni Leone” di Pomigliano. Anche l’Under 16 che ha unito le forze con la Fortidudo Euritmica è iscritta al torneo, ancora non comunicate le date e gli avversari che affronteranno i lupacchiotti.
Per quanto riguarda gli spareggi per accedere alla serie superiore, oramai sembra chiaro che sia l’Usr Benevento, anche se ha ancora da disputare un incontro, ad approdarci. Il primo ostacolo da superare per i sanniti, sarà il Salento Trepuzzi squadra leccese che ha vinto il girone, calabro, pugliese, molisano, che si affronteranno nei quarti di finale area 4 in gara di andata e ritorno, il 29 aprile ed il 6 maggio. Le vincenti si sfideranno nella semifinale di Area e poi nelle finali 1°/2° posto e 3°/4° posto con la prima classificata che guadagna la promozione diretta in B e la seconda e la terza classificata che strappano il biglietto per i play-off nazionali.(Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato