AV-TORRE 2010
Avellino -Torre dello scorso anno

Si chiude la regulare season, ultima fatica prima di tuffarsi nella Coppa Campania che avrà inizio già domenica prossima. Ancora una prestazione positiva con un avversario che viaggia con almeno quaranta punti in più nella graduatoria, rimane il rammarico per non aver saputo sfruttare l’occasione di battere per la prima volta l’Amatori Torre del Greco, che lascia comunque un punto al “Santo Spirito” (per la seconda volta consecutiva) e l’occasione per brindare alla vittoria che in questo girone di ritorno purtroppo non è arrivata. Successo che l’Avellino Rugby aveva intenzione di dedicare al proprio Presidente, Antonio Roca, che sabato mattina era convolato a nozze con l’amata Oksana. Il club irpino, tramite il vice presidente Bruno ha fatto sapere di aver dedicato il punto raccimolato in classifica e la meta segnata da Liguori a patron Roca. Tornando alla partita, la truppa di mister Fico, ha regalato al numeroso pubblico presente, probabilmente il miglior primo tempo della stagione, siglando la meta (trasformata) ed un calcio piazzato, ma sfiorandone almeno altre due, tenendo il pallino del gioco per quasi l’intera frazione. Il Torre solo nel finale di tempo è riuscito ad uscire dalla propria metà campo, trovando la segnatura che ha chiuso il tempo sul 10-5! Ripresa ancora di marca irpina almeno fino all’ammonizione temporanea di Miele, che ha concesso la superiorità numerica ai corallini il quale l’ hanno sfruttata al meglio, trovando la meta del sorpasso prima (10-12) ed il calcio di punizione della sicurezza poi, facendo chiudere la contesa sul 10-15, permettendo loro di portare a casa i quattro punti , che li conducono a terminare il torneo al quinto posto, proprio come lo scorso anno. Magro contentino, ma da accettare con soddisfazione, il quinto punto consecutivo conquistato, che permette agli irpini di agganciare il Nuceria al penultimo posto con 15 punti. Torresi ed avellinesi si affronteranno anche in Coppa Campania, sabato 19 maggio o domenica 20, al “A. Liguori” di Torre del greco.

Mister Fico
Visibilmente soddisfatto il tecnico dei lupi, Vincenzo Fico che anche in questa circostanza ha accarezzato a lungo il sogno di tornare alla vittoria. ” Sono molto contento della prova fornita dai miei ragazzi, che anche oggi per quasi tutta la durata del match hanno affrontato senza timori reverenziali una squadra che veleggia nei quartieri alti della classifica, riuscendo a rimanere in vantaggio fino a metà del secondo tempo. La superiorità concessa ai corallini, per il giallo combinato a Miele, e l’ingresso di due giocatori chiaramente di categoria superiore ci hanno fatto soffrire più del dovuto, costringendoci alla resa, rimane la prestazione il punto conquistato e la voglia di continuare su questa stessa lunghezza d’onda, per ben figurare in Coppa Campania, domenica ci farà vistita il Rugby Clan di Santa Maria, che grazie alla vittoria odierna del Benevento ha visto sfumare il sogno degli spareggi, sicuramente proveranno a vincere almeno la Coppa, quindi ci aspetta ancora una volta un avversario tostissimo – ha poi continuato elogiando la prestazione dei ragazzini terribili del’Under 20 che ha visto un nuovo esordio, quello di Marcantonio Caputo che ha giocato l’intero incontro nel ruolo di ala, mettendosi in evidenza con placcaggi efficaci e decisi, non disdegnando anche qualche sortita in fase di attacco.- La linea verde continua a crescere, oltre ai già collaudati, Miele, Urciuoli e Fiore, oggi anche Caputo ha dimostrato di avere qualità per fronteggiarsi anche in questa categoria, ma anche i veterani Pericolo e Borriello, Barca insieme a Sellitto hanno sciorinato una prestazione importante. – ha infine chiuso concluso rettificando il consueto appuntamento degli allenamenti e ringraziando il pubblico amico che ha affollato il parco irpino.- martedì ho intenzione di far riposare i ragazzi, così, come la scorsa settimana, mercoledì essendo un giorno festivo, ci alleneremo alle 16:00 al “Santo Spirito”, anzichè al Campo Coni, con l’intenzione di catturare l’interesse di qualche curioso, che essendo un giorno festivo, tempo permettendo, passeggerà per la struttura. Concludo ringraziando il pubblico che anche in questa occasione non ha mai cessato di incoraggiarci, mi auguro che sapremo regalarcii ancora prestazioni convincenti come quelle di quest’oggi.”

La partita
Calcio d’inizio confermato alle 16:00, partita che si è giocata sotto un tiepido sole che ha tenuto alla larga le precipitazioni che si sono abbattute nei giorni scorsi, davanti a circa centocinquanta spettatori, diretta con determinazione dal napoletano De Falco. Della lista ufficiale, vista l’abbondanza di uomini, Fico, lascia fuori, Iannaccone, Sepe e Forino, ancora non al top della condizione, dentro Porcelli recuperato all’ultima ora e Scotti entrambi insieme ad Aldarelli non troveranno spazio nella contesa. Avellino che inizia con il piglio giusto, Console&company, appaiano decisi a regalare questa vittoria al loro Presidente. E’ la mischia irpina protagonista di questo avvio di gara, convinta e decisa la spinta deglli otto corpulenti irpini rispetto a quella avversaria, che si salva in touche al minuto 2, dalla rimessa laterale, si decide di giocare ancora con la mischia, dove Liguori, supportato dall’intero pack, riesce a schiacciare l’ovale, quinta meta stagionale per l’abile atleta mugnanese, come detto decicata al suo Presidente. Il destro di Bronzone, nonostante la posizione angolata, si infila nei pali ad acca. 7-0! Al 16° è ancora Liguori, oggi scatenato, che trova un buco sul lato dx, buona la progressione un pò meno il passaggio per Carpinelli che non riesce a controllare il pallone commettendo un passaggio in avanti, poteva essere una meta sicura vista la vicinanza al traguardo. Tocca a Fiore, quindi proporsi sempre in fase d’attacco, ma anche in questo caso il capitano dell’Under 20 nel ricevere l’ovale commette un infrazione. Quindi ci pensa ancora Bronzone che va nuovamente alla piazzola, questa volta da posizione più centrale, che centra il bersaglio senza alcun problema. 10-0! Irpini ancora in fase di attacco, Barca ha un buona palla, che non riesce ad arpionare finendo per commettere un passaggio in avanti. Torre, sembra non crederci, dalla panchina Stornaiuolo che sostituiva lo squalificato Panariello, striglia i suoi in più di un occasione, siamo intorno al 30° quando gli ospiti cominciano ad entrare in partita, dopo vari tentativi, è il mediano di mischia Festevole che batte una punizione velocemente, irpini che tardono a riposizionarsi, il tentativo di Miele supportato da Caliano, è infruttuoso, la meta viene subita sulla sx del rettangolo, trasformazione non eseguita 10-5, con questo risultato si chiude il tempo. Tre minuti prima, Console era costretto ad uscire per un problema agli adduttori, gli subentra Iandolo che passa nel ruolo di pilone, De Vita va a tallonatore. La ripresa, almeno nei minuti iniziali, è ancora di marca irpina, l’ispiratissimo Pericolo, con un calcio a scavalcare lancia Miele, che sembra recuperare l’ovale prima che lo stesso sia uscito fuori dalla linea di fondo, non è dello stesso avviso il fischietto partenopeo, che non concede la meta. Quindi all’8°, padroni di casa che si affidano ancora a Bronzone, la distanza è notevole ma l’ex di turno comunque ci prova, la sua parabola passa però sotto il palo orizzontale, il risultato non cambia. Scampato il pericolo, Stornaiuolo, manda forze fresche in campo, al 12° l’episodio che favorisce non poco i corallini, cartellino giallo a Miele, reo di aver messo mano su un azione di ruck, giudicata antigioco dall’arbitro, che lo manda fuori per dieci minuti, l’uomo in più da coraggio ai biancoblu, oggi in tenuta gialla, che un minuto dopo divorano la più grossa delle occasioni, da un azione di touche sui cinque metri è il flanker che indisturbato entra nell’area di meta, potrebbe schiacciare l’ovale invece tenta di avvicinarsi ai pali, Pericolo arriva come un fulmine e con un disperato ma efficace intervento riesce a far cadere l’ovale dalle mani dell’atleta torrese, sventando la marcatura. Tre minuti dopo, minuto numero sedici, da un calcio piazzato e l’apertura Borrelli, che vede la difesa irpina impreparata e va inserirsi nello spazio vuoto lasciato, andando a schiacciare in mezzo ai pali, egli stesso trasforma il calcio a seguire, Amatori in vantaggio per la prima volta,10-12. Liguori , causa una tacchettata subita in precedenza, zoppica, Fico sgancia Polisi che va a ricoprire il ruolo di flanker, subito dopo anche Urciuoli reduce da una contrattura costretto ad uscire, Esposito Alaia prende il posto di ala, nel frattempo Miele è rientrato e per poco non combina la frittata non liberando un pallone dietro l’area di meta, Torre non ne approfitta per l’intervento dello stesso giovanissimo centro avellinese. Al 32° ancora Borrelli dalla piazzola porta i suoi sul +5. Avellino che prova a ribaltare il risultato, Caliano serve Iandolo che viene fermato irregolarmente, nuovo calcio piazzato, la mira di Bronzone risulta leggermente imprecisa, esce Anche De Prizio per un colpo al braccio, subentra l’esperto Mernone, ma non c’è più tempo, gli ospiti si difendono con il coltello tra i denti non lasciando spazi ai padroni di casa. 10-15 sarà il risultato che andrà a referto.

La formazione

15 Borriello 14 Caputo 13 Miele 12 Fiore 11 Urciuoli (28′ s.t. Esposito Alaia) 10 Pericolo 9 Caliano 8 Carpinelli 7 Liguori 6 P. De Prizio ( 36′ s.t. Mernone) 5 Barca 4 Bronzone 3 De Vita 2 Console (37′ p.t. Iandolo) 1 Sellitto. Non entrati, Aldarelli, Porcelli e Scotti. (Roar)

commenta, divertiti e cerca di essere educato