de luca contro i lions
de luca contro i lions

Ci sarà una variazione dell’orario, per l’incontro di domani presso il Carney Park, in zona Campi Flegrei, dove i lupi dell’Irpinia sfideranno i Lions Nato, i militi della base militare americana di Pozzuoli. Il drop d’inizio, su richiesta degli yankee, è stato anticipato alle 16:00, un’ora prima di quanto avevamo annunciato nell’ultimo comunicato, sesta sfida tra i due team, che vede i leoni in vantaggio per 3-2. Sembra tutto, pronto il sodalizio caro al Presidente Roca, che ha preparato con scrupolo la contesa, mister Caliano ed il direttore tecnico Bianco, dopo le sedute di martedì e mercoledì, hanno deciso di effettuare un’ultima rifinitura anche questa sera, dove presumibilmente perfezioneranno le giocate che opporranno agli americani.
Una ventina dovrebbero essere gli uomini a disposizione per il match, già detto del congedo di Forino che mercoledì sera ha salutato la compagnia, l’atleta montefortese dalle lunghe basette già da oggi si trasferirà per motivi lavorativi nella città di Sant’Antonio, vale a dire Padova, Caliano non potrà contare su Cristian Borriello, oltre che sui soliti noti, che tra infortuni e motivi lavorativi o studenteschi da un pò sono lontani dal gruppo, vale a dire i De Prizio, Rauseo, Iandolo, Caputo, R. Borriello, Antonelli, Pagano. Barbarisi è quasi pronto per il rientro, la visita di controllo che effettuerà la prossima settimana, sarà decisiva per il ritorno in campo del giovane pilone mercoglianese. Buone notizie arrivano da Urciuoli, il golden boy avellinese, si è sottoposto ad un nuovo esame medico dopo le fisioterapie già effettuate, l’esito è stato abbastanza positivo, in quanto i medici hanno scongiurato un intervento chirurgico, assegnando al giovane mediano, una nuova terapia con aggiunta di integratori, tra due mesi tornerà nuovamente a visita di controllo, alberga ora un velato ottimismo, per un suo imminente ritorno. Un Piano che parte uno che arriva, infatti, il bell’Antonio, come lo ha soprannominato il Presidente Roca, tre caps con una meta per lui, è in gita scolastica a Berlino, non sarà quindi della contesa, Caliano potrebbe buttare nella mischia un altro Piano, vale a dire Piero – tra i due non c’è nessun legame di parentela – Piero, anche egli milite alla caserma Berardi del capoluogo cittadino, da qualche mese si sta allenando con il gruppo, al momento non risulta ancora tesserato, ma i passi avanti mostrati, potrebbero indurre il giovane tecnico irpino, a concedergli il debutto, seppur in una gara non ufficiale. Migliora la spalla di D’Amelio, così come il ginocchio di Gaita, anche Picariello sembra aver risolto i problemi alla spalla, tutti e tre dovrebbero aggregarsi al resto della truppa, ancora in dubbio la presenza di Fiore, probabilmente rimarrà nella Capitale, sicura invece come annunciato la presenza di Liguori. Non si esclude, la possibilità – come già successo in questo finale di stagione – di vedere in campo anche lo stesso coach, Caliano ed il dirigente accompagnatore Romeo.
Ancora in dubbio la partecipazione dell’Avellino Rugby, alla Coppa Campania, dopo la partita potrebbero essere sciolte le riserve, ricordiamo che ci sarà tempo fino al prossimo lunedì per inoltrare domanda d’iscrizione, ci godiamo l’attesa rendendo noto i numeri ufficiali del campionato disputato dai lupi, il migliore della sua giovane storia, 34 punti in classifica (30 con i 4 di penalità) frutto di sette vittorie, di cui quattro con il bonus, più altri due punti raccimolati per aver perso con lo scarto di sette punti, sette anche le sconfitte solo in due occasioni concesso il quinto punto aggiuntivo agli avversari. 54 le mete annotate sul nostro taccuino, di cui 15 portano la firma di Miele, il petisso diventa il marcatore che in un torneo ha siglato più mete, con il record di sette in un’unica gara (quella di ritorno con i Wolwes), il titolo di capocannoniere quindi spetta a lui, seguito da Urciuoli con 6, capitan Pericolo, Bob De Luca, Vietri e Rauseo con 4, il milite Liguori ed il baby Ruggiero con 3, Cristian Borriello con due, una a testa per i De Prizio, G. De Mattia, A. Piano, Spiniello, Caputo, Iandolo, Gaita, Sellitto. Pericolo con i suoi 38 punti, effettuati dalla piazzola è il miglior realizzatore, seguito da De Luca con 15, Miele, Gaita e Rauseo con 4,P. De Prizio e S. Lombardi con 2. Ed è propio il capitano l’atleta più presente dei lupi, in base a questa nuova classifica da noi formulata, è proprio Pericolo con 1097 minuti su 14 presenze l’uomo più impiegato, argento per G. De Mattia, l’ex pallavolista raccoglie 1045 minuti su 14, sul podio va anche la roccia Spiniello con 1013 sempre su 14 gare, quarto è Miele con 942 minuti su 13 partecipazioni, quindi Urciuoli con 880 su 11, il golden boy è stato l’unico a non essere mai sostituito, segue il tabaccaio Vietri con 865 su 13, il baby Ruggiero con 784 minuti ma con tutte e 14 le gare. Stessi minuti per Picariello e Fiore, 753, tredici caps per il brado, 10 per l’ex capitano dell’Under 20, 733 per De Girolamo, tredice presenze per l’Egard Davids cesinalese, poi c’è fourteen Sellitto 729 minuti e undici sfide, seguito da C. Borriello, il daddy si ferma a 712 e 10 gare. E’ il turno del pasturiello, G. Lombardi 678 minuti e 10 partite, indi del tallonatore Console, 572 i minuti, nove le gare, in quattro occasioni c’è da dire che non ha potuto giocare in quanto si è sacrificato nel vestire i panni di medico sociale, il rosso Lombardi, 564 minuti e tredici gettoni, Silvio è stato l’atleta più sostituito, poi c’è il buon Rauseo con i suoi 537 con sette gare, l’ottimo Forino con 504 minuti e 9 caps, Bob De Luca, 502 minuti e nove presenze per il biondo finger pass serinese, la pulce Gaita con 483 minuti e 9 contributi, C. De Prizio, 374 minuti e sei gettoni ,Liguori con 363 minuti e sei caps, il delfino D’Amelio con i suoi 353 minuti e 10 gare, tocca quindi al sempreverde Mernone con 319 minuti e dieci preziose presenze, quindi al bomber Iandolo 244 minuti per quattro gare, indi a Caputo, il ragazzo di Calabria nelle quattro apparizioni ha addizionato 212 minuti, A. Piano, il bell’Antonio ha disputato tre match per 173 minuti, tre gettoni per A. De Mattia per un totale di 166 minuti, poi troviamo lo sfortunato P. De Prizio fermo a 147 per quattro gare, tre presenze anche per Pagano per 115 minutaggi, mister Caliano tre gare per 58 minuti, Capasso due gare per 44 minuti, Romeo due gare per 37 minuti, ed infine Antonelli con un solo gettone pari a 27 minuti e R. Borriello, unica apparizione, prima dell’infortunio all’esordio con l’Arechi dodici i minuti giocati. Per un totale di 33 elementi utilizzati. Numeri da capogiro, per i ragazzi made in Irpinia dell’Avellino Rugby.(Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato