Mastini più in alto dei Lupi
Mastini più in alto dei Lupi

Tutto pronto per la sfida dello Zicarelli, che domani pomeriggio, kick off previsto per le 14:30, vedrà l’Avellino Rugby scendere in quel di Fuscaldo Marina per affrontare la capolista, Mastini Rende et Tyrrenus. Lupi, ricordiamo, fino ad ora ancora imbattuti nelle gare lontano dalle mura amiche, quattro vittorie su quattro incontri disputati per la truppa cara al Presidente Roca, le ricordiamo per l’ennesima volta, 10-19 al Vestuti, contro il Rugby Salerno, 5-16 a Cosenza contro il Cus, 13-18 a Catanzaro ai danni del Clan, e 0-95 nel derby cittadino contro i Wolves di Zefilippo. Di certo non sarà una passeggiata, in quanto i Mastini, già nella gara di andata, si sono dimostrati avversari agguerriti, e sicuramente saranno poco disposti a concedere qualcosa ai biancoverdi, non a caso detengono il primato in graduatoria, irpini che non perdono proprio dalla gara di andata, giocata lo scorso 3 dicembre, il quale vide la compagine del Presidente Mari, uscire vittoriosa dal Santo Spirito, con il punteggio di 0-12, unica volta che i ragazzi di mister Caliano e del direttore tecnico Bianco hanno chiuso a zero, sui nove incontri disputati. I due tecnici, hanno preparato la sfida, sui tre allenamenti disputati questa settimana, se quello serale di lunedì e il pomeridiano di mercoledì sono serviti a potenziare i muscoli e ad acquistare fiato, quello di ieri è stato incentrato sugli schemi che presumibilmente il XV avellinese proverà in terra calabra. ” Se fino ad ora avete impararato a difendere, per la verità anche benino, visto che siete la terza difesa meno battuta del torneo, con sole quindici mete subite, ora è arrivato il momento di imparare ad attaccare! ” Così ha tuonato, l’assistent coach, Daniel Bianco – Mister White come lo chiamano affettuosamente i ragazzi – prima dell’inizio dell’allenamento di ieri sera. Tanto inusuale, quanto divertente il riscaldamento usato, prima di iniziare a lavorare, i due tecnici hanno diviso in due squadre gli atleti presenti, casaccati da una parte e non casaccati dall’altra, giocando con le regole del footboll americano, dove i due tecnici hanno svolto la funzione del quarterback, per la cronaca hanno vinto i non casaccati guidati da Caliano per cinque touchdown a due. Dopodichè, Caliano ha preso in mano la mischia e Bianco i 3/4. Al termine della seduta, i due tecnici hanno invitato la squadra a mangiare una pizza in un noto ristorante cittadino, al fine di cementificare uno spogliatoio che mai come quest’anno appare unito e compatto. Due i dubbi da sciogliere per il giovane tecnico avellinese, riguardano Sellitto e Miele. Il pilone atripaldese, fourteen – quattordici in inglese, come il numero di maglia che indossa dall’inizio della stagione – ieri ha saltato la seduta, qualche decimo di febbre glielo ha impedito, solo poco prima della partenza, prevista per domani mattina alle 8:30 (questa volta con le macchine e non con il torpedone) scioglierà le riserve, mentre il petisso (il piccoletto in spagnolo) Miele, capocannoniere della squadra con tredici mete di cui dieci nelle ultime tre uscite (undici se contiamo anche quella siglata all’Arechi, prima della sospensione dell’incontro), ha dovuto abbandonare l’allenamento per un fastidio inguinale, nel pomeriggio si sottoporrà ad una visita fisioterapistica, anche per lui, solo in extremis sapremo se partirà con la squadra. Il “Bomber” Iandolo – bomber, parafrasando il famoso fiilm di Bud Spencer, l’attore partenopeo , riguardo alla stazza è simile al buldozzer di Contrada baccanico – e Cristian Borriello, dati per incerti nell’ultimo comunicato, saranno invece della contesa, così come Fiore che come detto è pienamente recuperato.. In tutto, se consideriamo Sellitto e Miele saranno ventuno i componenti che partiranno alla volta della Calabria. Piloni: Spiniello, Sellitto e Iandolo, tallonatori : G. Lombardi e Console, seconde linee: Mernone, Picariello, Forino e S. Lombardi, terze: Fiore, De Mattia, De Luca e C. Borriello, mediani : Gaita, Urciuoli e Ruggiero, centri, ali ed estremi : Miele, Vietri, De Girolamo, D’Amelio e Pericolo. Il Corriere del Rugby Campano, noto settimanale distribuito in tutta la regione, ancora una volta, dedica apprezzamenti ed elogi all’Avellino Rugby made in Irpinia; nell’ultimo numero, nel titolo iniziale descrive i lupi, come una locomotiva. “La locomotiva Avellino non si ferma più!” Iniziando, il consueto punto sul serie C, girone Calabria/Campania, proprio parlando dei biancoverdi : ” Nella terza giornata di ritorno rileviamo l’ennesimo record dell’Avellino Rugby che, battendo anche il Salerno, è alla quarta vittoria consecutiva. Record che arriva a distanza di una settimana quando battè nel derby cittadino i Wolves”. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato