Rugby Afragola - avellino, 30.09.12
Prima uscita stagionale, al Papa di Cardito!

Buon esordio, del nuovo Avellino Rugby. Alla prima uscita stagionale – seppur in una gara dal valore amichevole – una squadra totalmente rinnovata, con molti esordienti, qualche veterano e con buona parte dello zoccolo duro dell’Under 20 dello scorso campionato, guidata dallo stesso Caliano, ora passato al timone della prima squadra, coadiuvato dall’assistant coach Daniel Bianco, quest’oggi, al “V.Papa” di Cardito nei quattro tempi disputati, ognuno di venti minuti, capitan Pericolo&company, sono riusciti almeno nelle prime tre frazioni di gioco ad impensierire un coriaceo Rugby Afragola, specialmente nella prima parte di gara, quando, quasi a sorpresa, riuscivano a trovare due mete, la prima al minuto numero 3, in seguito ad una mischia a cinque nell’area di casa, Simon Sellitto, sospinto dall’intero pack di mischia, riusciva a schiacciare l’ovale, festeggiando la sua prima meta in biancoverde e al 14°, con Angelo Miele, lo scorso anno miglior marcatore dei lupacchiotti con 13 mete più una con i Seniores, il piccolo e scattante numero nove, quest’oggi schierato nel ruolo di mediano di mischia, si porta avanti la palla con un lungo calcio al piede, come una saetta si avventa sull’ovale e tra l’incredulità degli avversari va a depositare in mezzo ai pali.

Quattro minuti prima, da una giocata di Pericolo con la collaborazione di Cristian Borriello, il capitano si involava verso l’area di meta ma veniva fermato irregolarmente a pochi metri dalla gloria. Afragola, si sveglia dal torpore, la partenza a razza dei lupi, provoca più di una preoccupazione ad una squadra che già domenica prossima , dovrà esordire in campionato facendo visita all’Amatori Napoli. E’ la mischia locale, che recita la parte del leone, essendo più corpulenta ed esperta di quella ospite, inizia a spingere, costringendo alla difensiva gli irpini, da una touche al minuto 18, seguito da un carrettino lungo almeno una decina di metri, bucano per la prima volta, si ripetono due minuti dopo, quando dalla sx fanno viaggiare l’ovale dal lato opposto, avellinesi che tardano a riposizionarsi e gioco da ragazzi siglare un’altra meta, due mete ciascuno, dunquei nella prima frazione di gioco.

La seconda, vede ancora l’Avellino protagonista, sfruttando la velocità dei 3/4, riescono almeno in tre circostanze a creare la superiorità, due volte con Rauseo che decide di calciare al piede, non riuscendo poi a raccogliere l’ovale, e una volta con il solito Miele, anche in questo caso il tentativo di up and under non andrà a buon fine. Il team di Vicale, quest’oggi anche in versione di direttore di gara, dove ha trovato il tempo ed il modo per spiegare alcune regole che quest’anno sono modificate ad entrambe le squadre, ogni qual volta accellera crea pericoli nei ventidue avversari, la difesa ospite regge come può, ma sul finale di frazione capitola altre due volte, per gli amanti delle statistiche sono quattro le mete locali contro le due ospiti.

Inizia la terza frazione, forse la migliore disputata dalla truppa di Caliano, che passa buona parte del tempo sotto i pali degli avversari, non riuscendo però a violare la meta, coraggiosi i tentativi degli avanti biancoverdi, che hanno il torto di non crederci fino in fondo, prima il pilone Gianluca Lombardi, poi Urciuoli, ancora Miele, vengono ricacciati prontamente dalla sgorbutica ma attenta difesa di casa, che trovano il tempo di andare a siglare anche l’unica meta della frazione. Squadre sfinite, ma ancora vogliose di disputare un’ultima sessione da venti minuti, la volontà dei lupi è da ammirare, così come quella dei padroni di casa, desiderosi di onorare l’impegno fino all’ultimo.

La stanchezza si fà sentire, Avellino prova ancora a riaffacciarsi nei ventidue, riuscendo a pungere ma non a ferire il XV di casa, il quale anche in questa frazione, riescono a trovare l’ultima meta di giornata. Molto soddisfatto della prova dei suoi, mister Caliano, che innanzitutto ha ringraziato gli amici di Afragola, per la cortese ospitalità e poi ha dispensato elogi a tutti i partecipanti alla contesa, sottolineando la grintosa prova degli esordienti, ben quattro quelli visti all’opera, trattasi di Gerardo De Mattia, Vittorio De Girolamo, Flaminio Picariello e Silvio Lombardi.

«Non mi aspettavo una prova così incoraggiante da parte dei ragazzi, abbiamo avuto parecchie defezioni all’ultima ora, non potevamo fare di più, siamo un gruppo giovanissimo con ragazzi neofiti con solo cinque settimane di rugby alle spalle, non posso fare altro che complimentarmi con loro, così come lo devo fare con i ragazzi che erano con me lo scorso anno nell’Under 20, sono convinto che faranno bene anche in questa categoria, ma anche quelli della vecchia guardia hanno fatto la loro parte. Non ci resta che continuare sulla stessa lunghezza d’onda, abbiamo altre due settimane di tempo prima del debutto contro l’Arechi Salerno, abbiamo filmato l’incontro di oggi, andremo a verificare alla ripresa degli allenamenti, gli errori commessi a Cardito».

Gli fa eco uno dei veterani del gruppo, Antonio Mernone, il quale nonostante il ginocchio malandato, ha voluto partecipare al match, disputando uno scorcio di gara, peraltro di pregevole fattura. «Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, a noi dell’Avellino Rugby, direi che ci aspettano giorni molto felici. Faccio i complimenti a tutti, soprattutto agli esordienti, il quale hanno affrontato l’impegno con carattere, grinta ed orgoglio; sia ben chiaro, che c’è ancora tanto da lavorare, ma ci sono tutti i presupposti per fare bene. Esorto tutti, quindi a dare il 110% negli allenamenti, sempre perchè solo così ci troveremo pronti per affrontare le partite e poterle anche vincere, il lavoro ed i sacrifici alla fine pagano sempre».

Anche l’ex tecnico dei lupi, Luigi Rea, non è voluto mancare all’appuntamento, anche lui ha avuto una buona impressione del giovane gruppo irpino, nella sua sanguigna maniera ha esortato tutti a non mollare e a continuare a lottare su ogni pallone, solo così Avellino, potrà finalmente stare a passo con le altre realtà campane. Domani, il duo Caliano- Bianco, ha preferito far riposare il gruppo, la preparazione riprenderà martedi, proseguendo normalmente mercoledì e venerdì. Non si esclude una partitella a ranghi misti, nella giornata di domenica. (Roar)

commenta, divertiti e cerca di essere educato