amichevole av-afragola.jpg 2
Il test di ieri contro l’Afragola!

Sono giunte indicazioni positive; dopo la partitella amichevole o se vogliamo un allenamento pilotato, diretto dal fischietto salernitano Fabio Liccardi, come al solito esaudiente e disponibile. Tre frazioni di gioco, ognuna di venticinque minuti, ke han visto in campo l’Avellino Rugby contro il Rugby Afragola, alle ore 12:30 di ieri, presso il Parco Santo Spirito. Per la cronaca, il risultato finale è stato 5-24 per gli ospiti, quattro mete di cui solo due trasformate, ed una sola per i padroni di casa, la prima dell’incontro, realizzata da Gaita. Afragola che si presenta con un massiccio blocco dell’Under 20 che sta dominando il torneo di competenza con l’innesto di alcuni Seniores, guidati da coach Giuliano Vicale che con mastria ha diretto i suoi, giocando nel ruolo di apertura. Dalla panchina, il tecnico della ’20, Marco Manna annotava appunti preziosi.
Mister Caliano, invece oltre alle assenze già annunciate alla vigilia, perdeva in extremis anche Rauseo, Fiore, Iandolo e Sellitto, oltre ad una delle vecchie glorie annunciate : Antonio Gallo, per un attacco influenzale percepito nella notte, presente l’altro old, Giuseppe Capasso che ha ricalcato il terreno di gioco nelcorso della gara, dopo circa tre anni, presente anche Alex Petrillo, ex di entrambe le squadre, attualmente all Usr Benevento, categoria Under 20, il quale è andato a rinforzare la pattuglia biancoverde. Al termine della gara le due squadre, nel tradizionale terzo tempo, si son scambiate gli auguri per il nuovo anno e per il prosieguo di campionato, dandosi appuntamento alla prima occasione utile, per organizzare un altro evento, al fine di cementificare il buon rapporto di amicizia che lega i due club da svariati anni. Viste le assenze, Caliano ridisegna la formazione che aveva in mente, affidando il delicato ruolo di mediano di mischia a Vincenzo Gaita, classe 93, già ricoperto nell’Under 20, da lui stesso allenata, lo scorso anno, il piccolo atleta montefredanese, se l’è cavata egregiamente, riuscendo anche a siglare la sua prima meta tra i grandi, fallendo però il drop successivo alla realizzazione da facile posizione. Urciuoli sarà l’apertura, i centri invece Pagano e De Girolamo, le due ali D’Amelio e Ruggiero, con capitan Pericolo estremo, in mischia, pochi stravolgimenti, il fresco sposo Console, riprende l’abituale ruolo di tallonatore, gli fanno compagnia, i due piloni : Forino e Spiniello, in seconda ci sono Picariello e S.Lombardi, mentre in terza oltre a C. De Prizio e G.De Mattia, ritorna il milite Liguori. Partono forte i lupi, che già al terzo dopo ripetuti attacchi, vanno in meta, calcio di punizione dai dieci metri, Gaita finta il passaggio e sguscia nella sorpresa difesa afragolese, schiacciando in mezzo ai pali, come già detto il tentativo di trasformazione provato in drop dallo stesso Gaita, risulterà impreciso. Afragola, in completo bianco con bordi rossi, stenta ad organizzarsi, sul finale della prima frazione riesce però a sferrare l’attacco decisivo, sulla sx del rettangolo, andando in meta, non trasformata. La seconda frazione, vede ancora, Avellino in attacco, Urciuoli nota un buco nella difesa, con scaltrezza e velocità riesce ad infilarsi, prima di essere fermato riesce a servire in off-load Ruggiero che aveva seguito l’azione, l’ala viene fermata a pochi passi dalla fatidica linea bianca. Scampato il pericolo, i biancorossi cominciano a macinare gioco, al 13° trovano la meta del vantaggio dopo una bella giocata partita dalla mischia e conclusa sulla sx, dai tre/quarti, calcio realizzato, 5-12! Caliano, adopera qualche modifica, dentro Caputo per De Girolamo, Capasso per Picariello, Petrillo per S. Lombardi, Vietri per D’Amelio. Altra fiammata irpina, grazie ad un guizzo di Forino, l’avanti avellinese sbuca da un punto d’incontro, riuscendo a percorrere venti metri di campo, prima dell’inevitabile placcaggio riesce a servire l’accorrente Pericolo, il quale non riesce a controllare l’ovale, fallendo così una grande occasione. Ultima frazione, Afragola meno stanca, avellinesi in affanno, Caliano butta dentro anche Mernone per far rifiatare lo stesso Forino, ospiti che trovano altre due segnature, di cui una sola trasformata con un magistrale drop, proprio dall’allenatore-giocatore Vicale, che porta i suoi sul 5-24. Console&company, generosamente si tuffano in attacco alla ricerca di una nuova meta, che non riescono a trovare, nonostante i numerosi tentativi, di Spiniello, Liguori, De Mattia e De Prizio, gli ospiti fanno buona guardia, riuscendo a non subire altre segnature, finisce 5-24. La ripresa degli allenamenti è prevista mercoledì 2 gennaio con inizio alle ore 19:00, proseguirà indi venerdì alla stessa ora, sempre al Campo Coni. L’Avellino Rugby, augura a tutti gli sportivi biancoverdi e non, uno splendido 2013. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato