avellino placca
avellino placca

Ieri sera in un affollato – grazie anche al primo vero caldo primaverile – Campo Coni, è iniziata la preparazione dell’Avellino Rugby, in vista del prossimo match che si disputerà tra due domeniche – quindi il 12 maggio – contro il Iv Circolo Benevento, si spera tra le mure amiche nel verde del Parco Santo Spirito. Proprio dal parco cittadino, arrivano notizie incoraggianti, già nella giornata di lunedì, i lavori per la messa in sicurezza, sono puntualmente iniziati, la ditta Building and Plannin S.r.l. assoldata dal responsabile al Settore Lavori Pubblici, Luigi Cicalese, gli stessi operai hanno assicurato che i lavori per il ripristino della struttura saranno completati al più presto, in quanto per mercoledì 15 maggio, il parco dovrà essere finalmente consegnato alla cittadinanza.
Nella giornata di ieri, il manto erboso che interessa i ragazzi della palla ovale avellinese, era già stato per così dire pettinato, la voragine che si stava aprendo nei pressi dei pali ad acca sulla sx, è stata livellata con impacchi di terra, la staccionata che dovrebbe dividere il torrente Fenestrelle dal resto del parco, sta per essere issata, così come l’entrata secondaria, il quale sarà protetta da una rete di recinzione, mentre per domani è previsto la montatura di un cancello che chiuderà il varco che costeggia il ponte, dalla prossima settimana invece inizieranno i lavori per ripristinare la funzione dell’impianto elettrico. Nella giornata di domani, la società avellinese, capeggiata come al solito dall’infaticabile Caliano, si recherà a Palazzo di Città, per capire se per il 12 maggio, potrà usufruire ancora una volta della deroga speciale, per poter giocare regolarmente l’incontro casalingo, in caso di un rifiuto – anche se si spera che prevalga il buon senso – sarà costretta a cercare un nuovo campo oppure chiedere ospitalità al Francesco Compagna proprio agli avversari sanniti Sarebbe un peccato, visto il buon esordio del XV caro al Presidente Roca – lo testimonia la convincente vittoria, ottenuta domenica scorsa a Casalciprano, contro il Cus Molise (0-18) – giocarsi la possibilità di accedere alle semifinali lontani dalla propria tana senza il calore del pubblico amico. La gara contro i molisani, come si prevedeva ha aumentato le fatiche dello staff sanitario, su tutti la spalla di Gianluca Lombardi desta qualche preoccupazione, ieri grazie alla disponibilità del dott. Nico Pagano, il giovane pilone montefuscano – o’ pasturiello come viene simpaticamente chiamato – si è sottoposto ad un’ecografia presso la clinica cittadina Villa Esther, dove gli è stata consigliata di effettuare una Tac, per capire meglio se si tratta di una frattura o di una semplice contusione, gli è stato consigliato comunque una settimana di riposo, dove dovrà portare un tutore che gli tiene bloccata la spalla, problemi anche per Console che lamenta dolori al collo e per il debuttante Piero Piano – positiva la sua prova – bloccato dal mal di schiena, la speranza è che tutti e tre riuscirano a recuperare per il prossimo incontro. Nessun problema, invece per De Girolamo – l’Edgard Davids cesinalese – uscito nei minuti finali della prima frazione, per una botta alla spalla, pur con la stessa ancora in disordine si è presentato regolarmente all’allenamento, così come fourteen Sellitto, con il piede gonfio ha effettuato la seduta. Per il fine settimana, rientreranno dalla gita scolastica Miele ed Urciuoli e Fiore da Parigi, buone le possibilità di avere a disposizione anche il milite Liguori. Doccia fredda per le Azzurre all’Estadio Universitario di Madrid: una sconfitta per 38-7 contro la Spagna nell’ultima giornata del torneo di qualificazione ai Mondiali 2014 vanifica nel giro di appena ottanta minuti la brillante stagione di Gaudino e compagne, che dopo il quarto posto al 6 Nazioni e le due belle vittorie su Samoa e Scozia – complice anche una formula non particolarmente felice del torneo madrileno – vedono sfumare il pass iridato a favore proprio delle iberiche e di Samoa, travolta 65-22 dalle Azzurre appena una settimana fa.
La stagione dell’Italia Femminile si chiude dunque con il quarto posto nel Sei Nazioni ed un bilancio globale di cinque vittorie (due sulla Scozia, una sulla Francia, una sulla Spagna, una su Samoa) ed altrettante sconfitte. Sosituita dalla Stefan, al 12°del secondo tempo, la beneventana Maria Grazia Cioffi, che ha giocato nell’abituale ruolo di secondo centro. Svanisce nel tentativo di segnare la quarta meta il sogno del Clan Santa Maria Capua Vetere che nel retourn match dei quarti di finale play-off della Area IV di Serie C di rugby contro lo Svicat Consolini non va oltre il 22-12 (3 mete a 0). A pesare per i sammaritani è la brutta partita dell’andata persa per 27-3 (2-0 le mete per i leccesi). Davanti a 600 persone (con un 150 tifosi ospiti) i ragazzi di mister Pirro si dannano l’anima, vincono, nonostante qualche errore di troppo, ma si fermano alle porte della semifinale, dimostrando, però, che la gara di Campi Salentina è stata solo una parentesi negativa, resta il rammarico di non avercela fatta, per il terzo anno consecutivo, siamo convinti che il prossimo anno il club del Presidente Casino ci riproverà ancora una volta.

Ecco quindi i risultati e gli accoppiamenti di semifinale Area IV dei play-off di Serie C:
Clan SMCV-Svicat Consolini 22-12 (and. 3-27)
Paganica-Roma 2000 15-6 (and 17-16)
Latina Rugby-Aquile del Tirreno 21-8 (and. 8-8)
Padua Ragusa-Trepuzzi Salento XV 16-6 (and. 8-11)
Tutte e quattro le squadre, qualunque sarà l’esito del turno di domenica, disputeranno comunque una finale: per il primo e secondo posto le due vincenti, per il terzo e quarto posto le due perdenti. Entrambe le finali si giocheranno il 12 e il 19 maggio. Poi, per la prima classificata si apriranno le porte del prossimo campionato cadetto, mentre per la seconda e la terza ci sarà ancora una chance per raggiungere la B: battere le seconde e le terze dell’Area 3, anche in questo caso con partite di andata e ritorno. Anche la Miwa Energia Benevento, è in lizza per un traguardo importante, sta per acciuffare i play-off per ambire ad un nuovo salto di categoria. Nonostante la sconfitta sul campo della capolista Gran Sasso (29-6 il finale)conserva il 2°posto in classifica grazie alla concomitante sconfitta dell’Heliantide Reggio Calabria in quel di Colleferro che rilancia i laziali alla spalle dei biancocelesti. Diventano così decisive le ultime 2 gare in programma con i sanniti che affronteranno, nell’ordine, Civitavecchia in casa e Partenope fuori . (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato