off load
Una fase di gioco, chiamata off load

Ritorna il derby cittadino, domenica 20 gennaio, ore 14:30, al Parco Santo Spirito, il più vecchiotto Avellino Rugby del Presidente Antonio Roca, da dieci anni presente sul territorio, sfiderà la giovane società – iscritta ad un torneo Seniores per la prima volta – dei Wolwes dell’ex di turno (insieme all’apertura Giordano ed il pilone Fusco), Flavio Zefilippo, che proprio la scorsa domenica, come già ricordato nell’ultimo comunicato, all’ottavo tentativo ha siglato la storica prima meta. Ci si aspetta quindi i giovani lupi neri con otto partite in più sul groppone, pronti a vendere cara la pelle per cercare di fermare la marcia dei più esperti cugini, e di cancellare il 92-0 dell’andata, lo score con cui i ragazzi di Caliano&Bianco chiusero il match, battendo una serie impressionante di record, sedici mete realizzate in un solo incontro(otto per tempo) maggior numero di punti(appunto 92) e quattro mete segnate da un unico giocatore, il poker fu realizzato dal mediano di mischia Gerardo Urciuoli, attuale caponnoniere della squadra. Il risultato poteva essere più rotondo se i biancoverdi, fossero stati più precisi dalla piazzola, solo quattro trasformazioni su sedici. Ancora qualche giorno, per stabilire se i progressi dei tuttineri, basteranno a fermare i concittadini biancoverdi, ricordiamo che la gara dell’andata rimane l’unica affermazionei tra le mura amiche. Intanto, il settimanale ” Il Corriere del Rugby Campano” nel suo ultimo numero, ha nominato l’Avellino Rugby, come squadra rivelazione del girone Calabria/Campania, si legge : ” Altre due squadre calabresi dietro l’Arechi, il Cus Cosenza e la Scuola Rugby Cosenza a 22 e 20 punti,davanti all’Avellino, squadra rivelazione, che con le sue quattro vittorie nella prima parte del campionato e i 18 punti conquistati si trova al quinto posto attaccata al gruppone di testa.” Complimenti meritati, ci permettiamo di aggiungere, segnale che qualche addetto ai lavori ci conferma, che il lavoro svolto fin ora alla lunga paga. Domenica, potrebbe essere un’altra giornata da ricordare per Pericolo&company, infatti uno dei pochi record che i lupi ancora non riescono a frantumare è quello delle tre vittorie consecutive, ci andarono vicino nel torneo 2010 -11, sia nel girone di andata che nel ritorno, all’andata dopo le vittorie casalinghe con Wasps Stabia e Vesuvio, uscirono sconfitti, sempre in casa dall’Afragola e a cavallo tra la quinta e la settima giornata di ritorno furono anellati due vittorie ed un pareggio ( vittorie con Nuceria in casa e Vesuvio fuori, più il pareggio con Afragola al “Papa”) per poi scivolare in casa con il Rugby Battipaglia, ma anche lo scorso anno i lupi sfiorarono l’impresa, dopo la vittoria contro i Wasps (fuori casa) ed in casa contro l’Afragola, uscirono sconfitti tra le mura amiche dal Rugby Nuceria. Quest’anno, dopo i successi contro i Wolwes ed il Rugby Salerno, fu la Scuola Rugby Cosenza a spezzare il sogno dell’Avellino made in Irpinia, vincendo 3-7 al Santo Spirito Al quinto tentativo, si spera che il XV biancoverde, riesca nell’epica impresa. Ieri intanto è ripresa la preparazione, alle 14:30, sempre al Campo Coni, una fitta pioggia accompagnata da qualche fiocco di neve ha seguito costantemente la truppa di Caliano e del direttore tecnico Bianco. Si è rivisto Roberto De Luca, che aveva annunciato il suo rientro, ma per scaramanzia preferiva tenerlo nascosto fino all’ultimo, la sua ultima apparizione rimane quella del 3 dicembre scorso, quando una brutta contrattura, nella gara contro i Mastini nel cuore del primo tempo, lo costrinse ad alzare bandiera bianca, il biondo finger pass serinese, si è detto pronto, riesce a correre senza alcun fastidio, ma sarà difficile che mister Caliano lo rischi per l’intero incontro, più probabile che gli riservi uno scampolo di partita nei minuti finali. Ha recuperato anche De Girolamo, l’Edgard Davids cesinalese, ricorderete l’ex giocatore della Juventus che indossava occhiali di plastica, simili a quelli dell’avanti irpino, il dolore alla spalla sembra svanito, non dovrebbe avere problemi per domenica, anche Gaita e Caputo assenti dell’ultima ora, nella gara poi sospesa contro l’Arechi Rugby, hanno garantito la presenza. L’altro assente in extremis, Rauseo, invece non dovrebbe esserci, il ginocchio gli provoca ancora dolore, difficile un suo recupero, anche Pagano così come Liguori non sarà della contesa, insieme ai germani De Prizio. Questa sera, previsto un ulteriore allenamento, allestito solo per gli uomini di mischia, dove lo stesso Bianco coadiuvato da due ex avanti di sua conoscenza, guideranno l’allenamento. Domani, ultima seduta sempre serale. Potrebbe essere domenica 24 febbraio, la data in cui verrà recuperata la gara contro l’Arechi, nell’ultimo comunicato avevamo ipotizzato la data del recupero per la fine del torneo, in base all’ indicazioni del segretario dell Fir e Consigliere Federale, Leonardo Cerino, presente anche egli all’incontro del Vestuti, aveva detto che alle prime date utili avrebbe proposto il recupero dell’incontro alle due società, ma sia per gli impegni della Nazionale al Six Nations, sia perchè nessuna delle due squadre non avendo il Settore Giovanile, potrà partecipare alle fase finali per approdare in serie B, aveva lasciato intuire che la gara poteva slittare a campionato finito. Invece in settimana, il Presidente dell’Arechi, ha proposto alla società avellinese di recuperare la gara il 24 febbraio, mister Caliano, dopo un breve consulto con la dirigenza, ha dato parere positivo, rimane alla Fir campana, il compito di ufficializzare l’evento. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato