am na - dp 2
La prima storica meta dei Due Principati, realizzata da Marco Muotri

Inizia con una sconfitta, la nuova avventura della franchigia dei Due Principati, al campionato di serie C1. L’avversario di oggi, l‘Amatori Napoli, come si temeva alla vigilia, è parsa una formazione molto ostica, che sicuramente potrà ambire a lottare per uno dei due posti utili per approdare ai play-off, per il salto di categoria. Il verdetto del Virgiliano ha rispecchiato quanto visto in campo, il 66-10 finale (dieci mete a due) mettendo così in evidenza le difficoltà iniziali che l’unione di due squadre prevede, ci può anche stare, il team del trio Caliano/Stanzione/M. Muotri, pur mettendoci una buone dose di impegno e forza di volontà, non ha retto il confronto con una squadra, come quella partenopea, già rodata e molto più esperta, come più volte ribadito, ci vorrà tempo e pazienza prima che il gruppo si amalgami alla perfezione, e che gli automatismi provati in allenamento, riescano anche in partita, soprattutto quando si hanno di fronte compagini di caratura superiore. Se poi aggiungessimo anche le defezioni di molti atleti, vuoi per il ritardo dei nulla osta, vuoi per impegni già presi o infortuni di varie entità, vuoi ancora, solo diciannove le unità riuscite ad arrivare all’elegante parco napoletano, visti gli improvvisi forfait in extremis  di Villano e D’Amelio febbricitanti e di Pericolo, il veterinario aiellese è stato fermato da un urgente chiamata di lavoro, la lettura dell’incontro assume una piega diversa. Mister Stanzione, non fa drammi, elogiando l’impegno dei ragazzi, pur ammettendo che qualcosa non è andato per il verso giusto : ” Mi aspettavo, sinceramente, che la gara di oggi non sarebbe stata una passeggiata, gli avversari di oggi hanno mostrato di essere una signora squadra, i ragazzi hanno dato tutto, e ho apprezzato molto il fatto che hanno lottato fino alla fine, riuscendo a segnare le due mete che quantomeno rendono meno rotondo il punteggio, abbiamo pagato a caro prezzo lo scotto del noviziato, siamo coscienti che in questa categoria, vi fanno parte le migliori squadre della Campania, proprio per questo non ci possiamo concedere amnesie o cali di concentraziome, appena commetti un errore, lo paghi subito a caro prezzo – ha infine concluso, confidando sulla qualità del gruppo che ha disposizione e sul recupero di alcuni atleti oggi assenti – quello che so e che io e miei colleghi, abbiamo un gruppo giovane, dotato di tanti buoni elementi, che verrà fuori alla distanza, abbiamo provato, tutta la settimana le giocate con chi oggi purtroppo per il ritardo dei nulla osta o per imprevisti dell’ultima ora non abbiamo potuto schierare, continuando a lavorare con questa intensità, presto arriveremo a giocarcela con tutti”.

La partita

Dicevamo dei problemi di formazione, che lo staff tecnico ha dovuto affrontare alla vigilia, costringendoli più volte a cambiare le carte in tavola, i primi quindici a scendere in campo, sono i piloni Petruzziello e Balsamo con Sellitto tallonatore, seconde linee D’Ardia e Melone, terze Iannaccone e Zizza i due flanker con Santomauro al centro, linea mediana formata da Izzo a condurre la mischia, e G. Muotri all’apertura, i due centri sono Ruggiero e M.Muotri, le due ali Castiello e Raosa, estremo Napoli, giornata soleggiata che ha visto occupare gli spalti una cinquantina di persone, la gara è stata diretta dal signor Esposito di Torre del Greco. L’inizio è ad appannaggio dei padroni di casa, che sin dalle prime battute, provano ad imporre il proprio gioco, ospiti apparsi leggermente timorosi, così il team ben allenato da Mario Gargano, trova vita facile andando a segno dopo soli tre giri di lancette, si apre una voragine sui centri, che viene sfruttata al meglio dai locali, vano il tentativo di recupero dell’estremo Napoli, prima meta e prima trasformazione, 7-0. Insiste l’Amatori, con maglia a bande verticali rosso e nere, così al 10′ trova il bis, azione insistita del pack di mischia dove Zizza&company, riescono a rintuzzare gli attacchi, fino a quando la palla arriva dall’altra estremità, dove c’è superiorità numerica, ospiti che tardono a riposizionarsi e la seconda meta è cosa fatta, calcio ancora ok, 14-0. Al 19′ arriva anche il tris, questa volta da una touche battuta sulla dx, con la mischia che spinge fino alla meta, bersaglio poi centrato, 21-0. Al 29’arriva il primo sussulto dei Due Principati, da un azione portata avanti da Gianluca Muotri, viene commessa un’infrazione nei ventidue da posizione centrale, la stessa apertura ci prova dalla piazzola, la sua parabola però risulta imprecisa, un’altra serie di falli da parte dei rossoneri locali, costringe l’arbitro a mostrare un giallo, i Principi in questo momento creano problemi, purtroppo la verve degli ospiti non ha lunga durata, in quanto i napoletani iniziano nuovamente a pigiare sull’accelleratore, al 36′ approfittano di un errato disimpegno della retroguardia, che li porta a siglare la quarta meta, quella del bonus, calcio ok, 28-0. Allo scadere c’è anche il tempo per la quinta segnatura, questa volta da una punizione battuta veloce dal centro del campo, l’ovale viene trasmesso sulla sx per i 3/4 che con tre passaggi di fila arrivano fino alla meta, calcio ancora buono, per il 35-0 che chiude la prima frazione di gioco. Dalla panchina, arrivano le prime mosse, Balsamo non al meglio della condizione, getta la spugna, Console gli subentra in prima linea, dentro anche Consalvo che sostituisce Ruggiero, Consalvo passa in seconda linea, Melone all’ala, Raosa secondo centro, M. Muotri al primo. Principati che provano a venire fuori, ma la difesa dell’Amatori non concede quasi nulla, anzi questi ultimi quando spingono creano pericoli, al 14’arriva la sesta meta, da una mischia a favore, persa  in malomodo, una terza si stacca e trova il corridoio vincente, ancora buono il calcio per il 42-0, insistono i rossoneri, che quattro minuti dopo da una mischia a cinque, fanno sette, primo calcio sbagliato, 47-0, altre due mete tra il 27′ ed il 30′ per un secco 59-0, nel frattempo entrano anche Vg. Gaita al posto di Castiello(19′) e Govetosa al posto di Iannaccone(34′). Nuovo sussulto dei Principi, al minuto 32, quando il nuovo entrato Gaita, con un prodigioso placcaggio a centrocampo all’estremo, permette a Marco Muotri di recuperare l’ovale, il posto lasciato scoperto, consente la fuga all’allenatore/giocatore per la prima storica meta dei Due Principati, al centro dei pali, il germano Gianluca purtroppo non sarà preciso nel recuperare altri due punti, sbagliando il calcio, 59-5. C’è ancora il tempo per assistere ad altre due mete, la decima per il Napoli e la seconda per Izzo&soci, è ancora Marco Muotri a notare spazio sulla sx, il veloce centro innesca il turbo e accellera, recuperato da un avversario, prima di essere fermato riesce a servire l’ovale al fratello Gianluca, il quale aveva seguito l’azione, che in tuffo schiaccia in meta, purtroppo anche questo calcio aggiuntivo pecca d’imprecisione, termina con un 66-10, così la prima uscita della franchigia irpino-salernitana. Domenica esordio casalingo con il Rugby Clan Santa Maria Capua Vetere che quest’oggi ha battuto l’Amatori Torre, tra le mura amiche 20-15, kick-off previsto per le 15:30.

La formazione

15 Napoli 14 Raosa 13 M. Muotri 12 Ruggiero( 1′ s.t. Consalvo) 11 Castiello (19′ s.t. Vg. Gaita) 10 G. Muotri 9 Izzo 8 Santomauro 7 Zizza 6 Iannaccone (34′ s.t. Govetosa) 5 Melone 4 D’Ardia 3 Petruzziello 2 Sellitto 1 Balsamo (1’s.t. Console). (Roar)

am na - dp 3
Le due squadre fanno il loro ingresso in campo
commenta, divertiti e cerca di essere educato