torre 26.10.13 due
Una fase dell’ultima sfida disputata al Liguori, tra Avellino e Torre, di spalle si riconosce De Luca, in forte dubbio la sua presenza

Secondo turno casalingo per la franchigia irpino-salernitana, che domenica 26 ottobre con drop d’inizio previsto per le 14:30, (a proposito lancette indietro di un’ora)ospiteranno al parco Manganelli, l’Amatori Torre del Greco, in una gara valida per la 4° giornata del girone di andata del campionato di serie C1, pool 1, girone H. Altro cliente scomodo, per i Due Principati, visto che i corallini, pur avendo perso – anche se solo di misura – due delle tre gare sinora disputate – hanno un organico di tutto rispetto, in grado di dare filo da torcere ai padroni di casa e alle altre compagini del raggruppamento. La preparazione all’incontro è iniziata come di consuto martedì, dove la pattuglia avellinese ha aperto le danze, ieri invece è toccato ai salernitani, raggiunti anche da un folto gruppo di lupi irpini, stasera confermato il congiunto a Largo Santo Spirito, così come domani la rifinitura nel plesso salernitano. Purtroppo non arrivano buone notizie dall’infermeria, nessun lungodegente riuscirà a recuperare per domenica, Crispino terminate le sedute fisioterapeutiche, ancora non è pronto per buttarsi nella mischia, così come Ferro (schiena), Cherubino (ferita al labbro) e D’Amelio (spalla), Santomauro, invece ha svolto lavoro differenziato, pur riprendendo a correre accusa ancora dolori alla caviglia, qualche altro giorno di riposo, sicuramente è consigliabile, anche D’Ardia uscito malconcio dalla sfida di Cardito, lamenta fitte alla schiena, appare in forte dubbio per domenica, così come Izzo che ieri in allenamento, dopo uno scontro fortuito ha ricevuto un’altra botta sul già malandato quadricipite, anche per lui spereanze flebili di un possibile recupero. Fuori gioco anche “il corallino” Balsamo, che dovrà rinunciare alla contesa con i suoi compatrioti, per impegni già presi in precedenza, e l’allenatore/giocatore Marco Muotri che dovrà scontare il secondo ed ultimo turno di squalifica impostogli dal giudice sportivo, speranze minime anche per vedere di nuovo in campo De Luca. Rienteranno invece Govetosa e Raosa, assenti per impegni personali, domenica scorsa, ha dato disponibilità – causa turno di lavoro favorevole – anche Accomando, mentre per Salvarezza, nonostante la trattativa con la sua vecchia società, per il rilascio del cartellino continui; le parti sembrano ancora lontane dal trovare una saggia e giusta soluzione.  Buone possibilità anche di rivedere Consalvo, anche se la spalla continua a fare capricci. Partita, dicevamo, a dir poco proibitiva, le probabilità che arrivi la prima vittoria in campionato, non sono tantissime, visto la solidità del club del Presidente De Dilectis, che ricorderete lo scorso anno fu eliminato dal Rugby Clan SMCV agli spareggi per approdare ai play-off, con due sconfitte entrambe di misura, 20-19(3-3) nella città del Foro, e 35-39 (4-6) al Liguori. Alla guida dei biancorossi è stato confermato l’ex Wasps Stabia: Luca Stornaiuolo, affiancato dal rientrante Panariello (parentesi da giocatore per lui lo scorso campionato) che si occupa della mischia e dall’irpino, originario di Sorbo Sepico, con un passato alla guida del Rugby Vesuvio: Luca Cataldo a lui il compito di accudire i 3/4. Pur non iniziando alla grande, sconfitti all’esordio dai sammaritani per 20-15 (3-2) nella loro tana, vincendo agevolmente con il Rugby Afragola, 64-5 (10-1), domenica sono incappati in una nuova sconfitta di misura, questa volta interna contro i sanniti del Iv Circolo, 18-21 (2-2). In entrambe le sconfitte il Torre, pur avendo condotto per lungo tempo, grazie ad inspiegabili cali di concentrazione, è stato costetto a subirre la rimonta degli avversari, risolti questi problemi, riteniamo che sicuramente può giocarsi fino alla fine l’accesso ad uno dei due posti utili per raggiungere i play-off, per la B. 7 i punti in graduatoria che attualmente valgono la quarta piazza, 14 le mete realizzate, 97 i punti fatti, 46 quelli subiti. Nell’ultima sfida al Manganelli, lo scorso 2 marzo, gli Amatori s’imposero con un secco 0-52, con l’Avellino Rugby, che mai nei quindici precedenti, dodici in campionato, due in Coppa Campania,  son riusciti a spuntarla, solo in due circostanze la truppa del Presidente Roca è riuscita a non far prendere l’intera posta in palio agli avversari, in quanto non avendo permesso di realizzare le fatidiche quattro mete, nel 2002/03, prima annata del club irpino, i torresi la spuntarono 5-21, segnando solo tre volte al campo Irpinia di Torrette di Mercogliano e a Monteuovolo nella stagione 2008/09 quando vinsero di misura 5-16, mentre solo in due circostanze i lupi hanno guadagnato il cosiddetto punto di consolazione – relativo allo scarto dei sette punti –  nell’ultima giornata del campionato 2010/11 quando vinsero nel beffardo finale 25-31, e nella stagione successiva quando s’imposerodi misura 10-15. Anche al Rugby Salerno non andò bene nell’ultimo confronto disputato, alla prima giornata dello scorso campionato, quando caddero al Vestuti con il punteggio di 17-56 (2-8) stessa sorte anche nella gara di ritorno quando uscirono sconfitti dal Liguori di Torre per 48-15 (8-2). In campo anche l’Under 16, che alle 12:30 recupera la gara della 1°giornata contro il Rugby Clan di Santa Maria CV. (Arom)

af-dp 4
Altra immagine di un raro avanzamento dei Due Principati, domenica scorsa a Cardito contro il Rugby Afragola

commenta, divertiti e cerca di essere educato