dp-ve 3
I Principi pronti ad emanare la legge del Manganelli

Dopo la pausa dei campionati, stabilita per far spazio all’Italrugby di Brunel, sconfitta malamente dall’Inghilterra(9-40) all’Olimpico di Roma, ritorna in campo il Rugby Due Principati. La franchigia irpino/salernitana, ospiterà tra le mura amiche di Largo Santo Spirito, la terza forza del torneo: la Polisportiva Sarnese 1926, drop d’inizio previsto per le 14:30, in una gara valida per la 5°giornata di ritorno del campionato di serie C2, raggruppamento campano/molisano. Archiviata la batosta esterna contro il Rugby Vesuvio, che gli ha fatto perdere(in attesa del recupero con l’Acli Campobasso) la testa della classifica, il sodalizio del Presidente Sbozza, si affida alla legge del Manganelli per provare a riprendere la marcia. Infatti, i Principi sul loro terreno , ad ora hanno concesso poco se non nulla agli avversari, sei delle otto vittorie sono arrivate sul manto erboso avellinese, istituendo una vera e propria legge, che ha visto cadere  sei compagini su sei. L’avversario di domenica, sicuramente è tra i più temibili del girone, non sarà facile spuntarla con i Cavalieri di Sarno, il quale han già avuto la meglio nella gara di andata(13-10), decisa da due calci piazzati negli ultmi minuti di gioco, dopo che i verde/granata erano stati a lungo in vantaggio(meta di Marino trasformata da Iannaccone, autore anche di un piazzato), ma i boys del direttore tecnico Cascone, sono chiamati ad una prova convincente, che dovrà avere un unico obiettivo: la vittoria, qualora non volessero sciupare quanto di buono fatto fino a questo momento. I biancorossi sarnesi, guidati da mister Luca Lucia, nelle undici gare disputate ne han vinto nove, cadendo solo due volte, con il Rugby Vesuvio a Cercola(18-11) e a domicilio con la nuova capolista il San Giorgio del Sannio(17-26), pur avendo vinto una gara in più dei Due Principati, le due formazioni hanno un distacco di quattro punti(39-35 in favore della franchigia) che non esisterebbe se i cilentani non fossero partiti con una penalità di quattro punti, per non aver disputato l’obbligatorietà della juniores, nello scorso campionato. Piccola curiosità, delle nove vittorie conquistate dalla Sarnese, solo due sono arrivate con il punto aggiuntivo di bonus, nelle altre sette, in nessun caso sono riusciti a siglare piu di quattro mete alla squadra avversaria, 220 i punti realizzati contro i 282 di Balsamo&soci, che la collacano al terzo posto degli attacchi più forti, vero punto di forza, si dimostra la difesa, la migliore del torneo con soli 96 punti subiti, contro i 139 del XV di casa. La ripresa della preparazione alla gara per Zizza&company è iniziata mercoledì, sempre al Vestuti di Salerno, ieri c’è stata la consueta seduta di rafforzamento in palestra, si concluderà questa sera, sempre nel plesso salernitano di Piazza Casalbore. Assodato che lal talentuosa apertura Leo, dovrà scontare l’ultimo turno di squalifica, nuovi clienti son giunti nella già affollata infermeria, che ospità già i lungodegenti: Marino(caviglia)Oizidi(clavicola)Napoli(pubalgia), Pastore(flessore quadricipite posteriore)Illiano(schiena) Ruggiero ha provato ad allenarsi col gruppo, ma la caviglia ancora non gli consente di tornare alla normalità, stesso discorso per il tallonatore Della Rocca, la sublussazione alla spalla gli consiglia di evitare i contatti, anche Ferraro, non ha del tutto recuperato dalla botta subita alla schiena, nel match contro il Vesuvio, come se non bastasse a questi si aggiunge anche il folletto ebolitano Antonio De Angelis che nell’allenamento di venerdì ha subito una distorsione alla caviglia, dovrà indossare un gambaletto per 25 giorni. Anche Izzo, per motivi extra-agonistici, potrebbe mancare nella delicata sfida. Cascone ed il suo staff, si potranno consolare con il ritorno di due rinforzi, entrambi salernitani: il 3/4 Marco Moliterni, una presenza nello scorso torneo, ex Under 18 del Salerno Rugby, e di Andrea Marano, anch’egli impiegato nelle giovanili del Salerno sulla linea della 3/4, il quale partecipò alle amichevoli pre-campionato della passata stagione, prima del trasferimento a Torino per motivi di studio, per entrambi è stata inoltrata la domanda per il rinnovo del tesseramento, non è da escludere che già da domenica potranno tornare utili, così come i rientranti De Luca ed Elietto. Salvo qualche recupero in extremis, ventiquattro gli elementi convocabili, li elenchiamo al solito in ordine alfabetico: Accomando, Balsamo, Cafasso, Console, Crispino, D’Arco, D’Ardia, C.De Angelis, De Luca, Elietto, Iannaccone, Iandolo, Lombardi, Maglio, Marano, Melone, Moccaldi, Moliterni, Ndiaye, Pericolo, Rizzolo, Salvarezza, Sellitto, Zizza. Gli altri incontri in programma, della quinta giornata di ritorno, là dove riposano i Wolves Ospedaletto, vede un turno casalingo per i dragoni sanniti di San Giorgio, che proveranno a mantenere la vetta, a meno che l’Acli Campobasso non gli giochi un cattivo scherzo, il Vesuvio invece sarà ospite nel derby partenopeo contro la Partenope cadetta, apriranno le danze nell’anticipo di sabato, lo Scampia Rugby che se la vedrà tra le mura amiche contro lo Spartacus Rugby Social Club.

sa-dp2
Uno dei tanti raggruppamenti formatosi nella gara di andata
Settore Giovanile
Nessun impegno in programma per l’Under 16 del trio Stanzione-Sansone-Mernone, e l’Under 18 di Minelli, in campo ci andrà solo l’Under 14, giunta all’ottavo appuntamento dei quattordici previsti, i ragazzini terribili guidati da mister Fico e mister Chiodo, ospiteranno tra le mura amiche del Manganelli di Avellino, alle ore 11:00, il Iv Circolo Benevento. Almeno sulla carta, l’impegno appare tra i più complicati, vista la maggiore esperienza della formazione sannita, che vanta nelle proprie file ragazzini che giocano insieme da svariati anni, quindi tra le compagini più preparate della regione, ma viste le buone prove delle scorse gare, ed i miglioramenti che stanno effettuando i salerno/irpini del Presidente Garzillo, quasi tutti esordienti proveniente dall’under 12, sicuramente proveranno a dare filo da torcere ai parietà del Presidente De Vanna. (Arom)
u 14 av2
L’Under 14 del duo Fico&Chiodo al gran completo
commenta, divertiti e cerca di essere educato