moc
Francesco Moccaldi in meta, il trattore ebolitano, autore di due segnature, tra i migliori in campo

Non è bastato, uno dei primi tempi più belli di sempre, disputato dal Rugby Due Principati, non sono bastate cinque mete, siglate in poco più di trenta minuti, non son bastati neanche i quattro calci su cinque, messi dentro dalll’ottimo Maglio, per aver ragione di una coriacea Pol. Sarnese. Non sono bastati, perchè la dea bendata, ha deciso di voltare le spalle alla franchigia irpino/salernitana; infatti a pochi minuti dalla fine del primo tempo, al direttore di gara designato, il signor Domenico Gargiulo della sezione di Torre del Greco, mentre seguiva una dinamica di gioco, nel correre, è stato vittima di una fastidiosa contrattura muscolare, che gli ha impedito di continuare a dirigere il match. Inutile l’intervento del medico sociale della squadra di casa, che ha appurato l’impossibilità di proseguire, sicchè lo sfortunato arbitro corallino, non ha potuto far altro che sospendere l’incontro. Principi, quindi beffati dalla sorte, ed i Cavalieri di Sarno, graziati da quella che si prevedeva una batosta, senza precedenti, in effetti come da regolamento, la partita sarà riprogrammata(molto probabilmente il 27 novembre) ed inizierà dallo 0-0. Per la cronaca, le cinque mete, erano state realizzate da Moccaldi, autore di una doppietta, da D’Arminio, capitan Zizza, e da Cinquanta, quattro dei cinque calci a seguire sono stati realizzati da Maglio. La Sarnese, dopo un buon inizio, aldilà di un leggero predominio territoriale, che non ha fruttato granchè, grazie anche alla sempre attenta difesa, verde/granata, si è sciolta come neve al sole, dopo dieci minuti, quando il XV ospite ha deciso di pigiare il piede sull’accelleratore, iniziando a sfruttare lo strapotere della mischia e le micidiali percussioni dei 3/4, che non hanno lasciato scampo, ai malcapitati avversari. Al 10′ la prima meta, che porta la firma di Moccaldi, il trattore ebolitano, alla sua maniera ha perforato, quanti han provato a fermarlo(0-7), Due minuti dopo, ci ha pensato il mediano di mischia Cinquanta, che da una mischia chiusa a proprio favore, finta il passaggio eludendo la sorveglianza del mediano locale, è schiaccia in meta(0-14), al 18′ tocca a capitan Zizza, violare l’area di meta avversaria. al termine di una azione insistita della possente mischia(0-21), quindi al 26′ tocca al baby D’Arminio, appoggiare l’ovale oltre la linea bianca, al termine di una spumeggiante azione dei 3/4 (0-26), infine al 33′ è ancora il pilone Moccaldi che devasta i resti della difesa di casa(0-33). C’è ancora il tempo per sferrare un altro attacco, confezionato sempre dal pack di mischia, che sembrano andare ancora a segno, invece il direttore di gara, giudica alto l’ovale, lo stesso arbitro poco dopo, inizia a zoppicare, da li a poco, impossibilitato a proseguire, decreterà la fine delle ostilità. Appare finalmente soddisfatto, il direttore tecnico dei Principi: Maurizio Cascone, complimentandosi con i suoi ragazzi, per il super primo tempo disputato : ” Erano anni che non assistivo ad un primo tempo, giocato praticamente, in maniera perfetta, da una mia squadra, mi complimento con i ragazzi, capaci di tutto ciò, segnale che stanno iniziando a capire le proprie potenzialità, giocando in questo modo sono convinto, che quando recupereremo l’incontro, non avremo comunque problemi, ad avere la meglio sulla Sarnese, ora abbiamo una settimana di pausa, continueremo a lavorare sodo, per preparare al meglio la gara di recupero del 20 novembre, contro i Lions Nato.” Le altre gare si son regolarmente disputate, la capolista IV Circolo, passa a Telese contro i casertani dello Spartacus(13-22) ma non riesce a trovare il punto aggiuntivo di bonus, guida ora con 20 punti, al secondo posto, con 15 punti, incalza il Rugby Vesuvio che si sbarazza agevolmente dell’Acli Campobasso(44-6) segnando sei mete, non subendone alcuna, i vesuviani hanno una gara in meno, al terzo posto con 14 punti, ci sono i Due Principati, con ben due gare da recuperare e l’Acli Campobasso, ad 11 invece la Pol. Sarnese.

Formazione: 15 Marrazzo 14 Napoli 13 Marino 12 Maglio 11 D’Arminio 10 Leo 9 Cinquanta 8 Gargaro 7 Crispino 6 Zizza(k) 5 Sellitto 4 Manzione 3 Moccaldi 2 Della Rocca 1 D’Ardia. Non entrati Ruggiero, Lucia, Cannoniero, Feo, Musella, Ruocco e Pastore.

Mete: 10’p.t Moccaldi, 12′ Cinquanta, 18’Zizza, 26′ ‘Arminio, 33’ Moccaldi

Calci: Maglio 5(4) (Aerre)

mag
Emiliano Maglio, ieri il suo destro era abbastanza caldo, 4 su 5 le sue trasformazioni
commenta, divertiti e cerca di essere educato