Avellino Rugby 2002

sito ufficiale dell'A.S.D. Avellino Rugby 2002

I Due Principati ritornano con i piedi per terra ed escono sconfitti a San Martino dai Dragoni Sanniti!

Posted by on Ott 9, 2017

sg-dp 2

Il San Giorgio si conferma bestia nera per i Principi, in tre incontri hanno rimediato tre sconfitte

Dopo la brillante vittoria di domenica scorsa, perpetrata ai danni del Rugby Clan(24-17), il Rugby Due Principati esce sconfitto dal Comunale di San Martino Sannita, per merito del San Giorgio del Sannio, con il punteggio di 46-14. Sette le mete subite dalla franchigia irpino/salernitana, cinque nel primo tempo e due nella ripresa; due quelle realizzate invece, una per tempo. Dopo aver accarezzato il sogno di volare, i Principi ritornano con i piedi per terra. Il torneo di serie C1, come ci si aspettava, è irto di insidie e difficoltà, basta poco per finire dagli altari alle polveri. I Dragoni Sanniti – che, già due anni orsono, strapparono al sodalizio del Presidente Sbozza la promozione dalla C2 alla C1, battendoli nel doppio confronto, staccando così il pass per accedere alla categoria superiore – hanno avuto una chiave di lettura più edificante al cospetto degli avversari, arginando subito le loro fonti di gioco, attaccandoli poi sulla 3/4, dove quest’oggi i verde/granata hanno mostrato più di una difficoltà: in pratica tutti i pericoli creati dai padroni di casa sono sfociati ai due lati del rettangolo del terreno di giuoco. Una volta accusato l’arrembaggio iniziale (al 14′ i locali erano già 24-0, tre mete trasformate ed un piazzato), gli ospiti han provato a reagire affacciandosi nei ventidue di casa, ma la difesa ha concesso poco, per non dire nulla. Il più efficace, in questo frangente, è stato il mediano di mischia Cinquanta che al 35′ ha illuso i suoi, facendogli credere che potessero rientrare in partita, siglando una meta di pregevole fattura; da una ruck, il piccolo principe salernitano nei ventidue dei dirimpettai, finta il passaggio all’apertura, liberandosi con una veronica dell’aggressore di turno, ed indisturbato schiaccia in meta, Iannaccone decreta poi il 24-7. Mera illusione, in quanto i rossoneri, guidati per il terzo anno consecutivo da mister Massimo Serino, pigiano nuovamente sull’accelleratore siglando altre due mete che gli consentono di andare a riposo con il punteggio di 34-7, depositando in cassaforte anche il punto di bonus. Nella ripresa, il direttore tecnico dei Principi: Maurizio Cascone, prova a modificare l’assetto, facendo debuttare: Guarino, Pellegrino e Petolicchio, incoraggiante il loro esordio; poi entreranno anche il redivivo Lombardi, Longo, Console e Rago. Cambia poco, il leit motiv della gara rimane immutato, sono sempre i Dragoni del Sannio a menare le danze, riuscendo a siglare ancora altre due mete. L’orgoglio di Zizza&company viene fuori nel finale, a cinque minuti dal termine, da una ruck in area nemica, è Moccaldi che recupera l’ovale e di prepotenza si fa largo nelle strette maglie avversarie: terza meta stagionale per il trattore ebolitano. Iannaccone fisserà il risultato finale sul 46-14. Non fa drammi il d.t. Maurizio Cascone, che, nella consueta analisi di fine gara, riconosce la superiorità degli avversari, ammettendo che molti dei suoi ragazzi, quest’oggi sono incappati in una giornata storta, la prima forse dopo due anni: ” Faccio i complimenti a mister Serino ed ai suoi ragazzi, che hanno vinto con merito l’incontro, sfruttando al meglio le loro folate offensive, specialmente nel gioco a largo, le quali hanno messo in difficoltà la nostra formazione. Dopo la bella prova di domenica scorsa mi aspettavo qualcosa in più; abbiamo provato più di una soluzione in settimana per mettere in difficoltà il San Giorgio, ma poche volte ci siamo riusciti, segnale che la strada da percorrere per raggiungere l’obiettivo finale – la salvezza – è ancora lunga e soprattutto in salita. Mi è sembrato di rivedere la gara che perdemmo due anni fa contro il Rugby Vesuvio (32-0), forse l’unica durante la quale la nostra formazione non è scesa in campo con la giusta determinazione e consapevolezza dei propri mezzi”, ha infine proseguito ricordando che bisogna lavorare ancora con più impegno e volontà, in quanto già domenica si gioca nuovamente e con un altro avversario ostico, menzionando i debuttanti che hanno esordito oggi. “In settimana, insieme allo staff, cercheremo di capire cos’è che quest’oggi non ha funzionato. Domenica ospiteremo l’Amatori Torre, che ha perso con la Partenope Napoli (23-34), ma alla prima giornata ha battuto il Rugby Vesuvio; ci aspetta un altro avversario che conosce la categoria meglio di noi, in quanto vi staziona da quattro anni. Ci vorrà il massimo impegno e la giusta concentrazione da parte di tutti qualora volessimo uscire a testa alta dal confronto. Siamo una squadra giovane: oggi ha debuttato anche Andrea Guarino, che tanto bene ha fatto nelle giovanili, prima di fermarsi per impegni universitari (ora che ha deciso di riprendere ci sarà di grande aiuto); così come Nico Pellegrino e Cristian Petolicchio, anche loro con un passato nel rugby battipagliese, che da quest’anno hanno deciso di ributtarsi in mischia. Insomma, con l’aiuto di tutti, avremo i requisiti per raggiungere l’agognata meta“.

Formazione: 15 Iannaccone 14 D’Arminio(1’s.t. Guarino) 13 Marino 12 Musella 11 Illiano(35’s.t. Longo) 10 Cannoniero(10’s.t. Petolicchio) 9 Cinquanta 8 Zizza(k) 7 Feo(28′ s.t. Pellegrino) 6 Sellitto 5 Rocco 4 Lucia(18’s.t. Rago) 3 D’Ardìa (30’s.t. Lombardi) 2 Della Rocca(35’s.t. Console) 1 Moccaldi.

Mete: 35’p.t. Cinquanta(24-7) 36’s.t. Moccaldi(46-14)

Calci: Iannaccone 2(2)

(Roar)

dp-sg 7

Il d.t. Cascone ha ammesso la difficoltà dei suoi ragazzi di avere una corretta chiave di lettura del match