dp-spa
I tre  confronti con la Sarnese, sono ad ora a favore dei Principi, che conducono 2-1, sconfitta 13-10 lo scorso anno a Sarno, vittoria 5-3 ad Avellino, il 13-21 dell’andata al Viscardi

Domenica pomeriggio, con drop d’inizio, previsto per le 14:30, al Parco Manganelli di Avellino, sarà di scena la Pol. Sarnese, terza forza del campionato, in una gara valida per la 5°giornata di ritorno del torneo di serie C2, raggruppamento campano/molisano. L’incontro sarà diretto dal fischietto beneventano, Raffaele Covelli. Il Rugby Due Principati, in caso di un successo, metterebbe una seria ipoteca alla vittoria finale, eliminando le velleità di una diretta concorrente, che insegue ad undici punti, mentre se malauguratamente le cose non dovessero andare per il verso giusto ci sarà da soffrire fino all’ultima giornata. I Cavalieri di Sarno, che son partiti con quattro punti di penalità, non avendo effettuato lo scorso anno, l’obbligatorietà con le juniores, guidati dal sagace tecnico: Marco Raimondi, ad ora sono stati protagonisti di una stagione altalenante, che comunque li ha visti vincere in dieci circostanze e pareggiare in due, perdendo in pratica solo il match di andata con la franchigia irpino/salernitana(13-21), hanno sciorinato prestazioni convincenti, battendo per ben due volte, il Rugby Vesuvio, seconda della classe, spesso invece hanno lasciato punti preziosi per strada, nei due pareggi, entrambi terminati 13-13, sia con lo Spartacus Rugby Social Club, sia con il Rugby Napoli/Afragola, non conquistando il punto aggiuntivo di bonus, con l’Acli Campobasso, per ben due volte, con il IV Circolo, con i Lions Nato ed ancora con lo Spartacus. Questi risultati a corrente alternata, gli han permesso di conseguire 37 mete, 296 punti fatti e 108 subiti, terzo miglior attacco del girone e seconda miglior difesa. I Principi, ancora imbattuti, con undici vittorie ed un pareggio, sicuramente partiranno con i favori del pronostico, lo dicono i numeri da primatista, ottenuti fin ora – 54 punti con una gara ancora da recuperare, con due punti di vantaggio dall’inseguitrice più immediata, 61 mete realizate, 380 punti fatti, 90 subiti, secondo miglior attacco e miglior difesa del campionato – lo dice anche la duplice vittoria ordita nella gara di andata, ricorderete che l’incontro si dovette giocare due volte, in quanto nella prima occasione, la gara fu sospesa al 1°del s.t. per un infortunio all’arbitro, il sig. Gargiulo della sezione di Torre del Greco, i verde/granata, fino a quel momento conducevano, 0-33, cinque mete realizzate(2 Moccaldi, 1 Zizza, 1 D’Arminio, 1 Cinquanta) con quattro trasformazioni eseguite da Maglio, quando poi fu riprogrammata, la truppa cara al Presidente Sbozza, non riuscì a ripetere l’exploit, vincendo comunque 13-21(1-2) con due mete di Napoli e Leo, una trasformazione, due piazzati ed un drop, firmati dal Maglio perforante, lasciando un punto sul terreno del Viscardi. Il test match, disputato domenica a Sant’Egidio Montalbino con gli Stallion Angri, vinto da Zizza&company, con il punteggio di 12-29, ha lasciato indicazioni utili, al direttore tecnico Cascone ed al suo staff, che nelle due sedute in programma, hanno sperimentato, le varie soluzioni che adotteranno nel confronto con i biancorossi di Sarno, l’unico dubbio, riguarderà il ruolo di estremo, l’infortunio alla clavicola di Napoli, l’improvvisa partenza per motivi di lavoro di Maglio, non lascia dormire sonni tranquilli, visto che per uno scherzo del destino, il tesseramento di Luca Pericolo, ritiratosi nello scorso campionato, per sopraggiunti limiti di età, è stato rinnovato dalla Federugby per un altro anno, l’arzillo e longevo capitano dell’Avellino Rugby, che partecipa comunque, seppur in maniera saltuaria, agli allenamenti della squadra, potrebbe staccare gli scarpini appesi al fatidico chiodo, e ritornare a prendere il ruolo che per un quindicennio è stato suo, questo, l’esperto tecnico salernitano, lo valuterà solo nel riscaldamento del pre-gara. Ventisei, i convocati, compresi i tre elementi dell’Under 18, quattro dei quali, dovranno assistere alla gara dalla tribuna, li elenchiamo al solito in ordine alfabetico: Adinolfi, Cinquanta, Console, Crispino, D’Arco, D’Ardia, D’Arminio, De Luca, Della Rocca, Feo, Gargaro, Illiano, Leo, Longo, Marino, Miraglia, Marrazzo, Moccaldi, Musella, Pericolo, Rago, Ruggiero, Ruocco, Sellitto, Tito, Zizza . Altro match importante, che riguarda da vicino, i Due Principati, si svolgerà alle 17:30 all’antistadio Acli di Campobasso, dove i molisani ospiteranno il Rugby Vesuvio, i ragazzi di coach Credico, vivono un buon momento di forma, in quanto domenica scorsa hanno battuto, il IV Circolo Benevento(47-12), per la compagine napoletana, non sarà di certo una passeggiata.

dp-sa3
La meta di Moccaldi dche sancì, il 5-3 del Manganelli nel campionato scorso

Settore Giovanile

Con i Normanni Under 18 ancora a riposo, l’Under 14 ferma, per dare spazio alla rappresentativa campana di categoria, il quale affronterà le Selezioni di Lazio e Abruzzo(Trofeo Cal), domenica alle ore 12:00, gli incontri saranno suddivisi in due strutture, all’Albricci di Napoli, e al Villaggio del rugby a Fuorigrotta, ritorna in campo solo l’Under 16. I Normanni, saranno ospiti a San Martino Sannita, del San Giorgio del Sannio, i boys guidati dal duo Stanzione&Sansone, coadiuvati da Raffaele Falivene, a tre partite dalla fine del torneo, occupano la seconda posizione in graduatoria, con 47 punti, sette in meno della capolista IV Circolo Benevento, il quale li affronteranno nel prossimo turno. Il San Giorgio, occupa la penultima piazza della classifica, la franchigia, non dovrebbe avere problemi a superare quest’ostacolo, arrivando, così, al big match, con molta più consapevolezza dei mezzi a disposizione. (Arom)

no16 3
I Normanni Under 16, continuano a rincorrere il IV Circolo
commenta, divertiti e cerca di essere educato