Avellino Rugby 2002

sito ufficiale dell'A.S.D. Avellino Rugby 2002

Un coriaceo Avellino Rugby costretto alla resa dallo Spartacus!

Posted by on Ott 21, 2019

sp av
Mister Mernone dispensa daggi consigli ai suoi

Debutto tra luci ed ombre, quello dell’Avellino Rugby caduto ieri pomeriggio all’ex Ciapi di San Nicola la Strada, sotto i colpi dello Spartacus Rugby Social Club. 27-7 il punteggio a favore della compagine casertana, frutto di quattro mete, una nel primo tempo e tre nel secondo di cui solo due convertite più un calcio di punizione. Una sola meta per gli irpini siglata ad inizio ripresa da Tedeschi e trasformata da Vasquez, il quale aveva portato i biancoverdi ad un solo punto dai padroni di casa(8-7). Fino a quel momento la partita, era stata all’insegna ell’equilibrio, con azioni da una parte e dell’altra del rettangolo di gioco, i ragazzi di casa guidati da mister Lucia, sicuramente vantavano un briciolo di esperienza in più rispetto agli ospiti, quella che poi è stata determinante per vincere l’incontro, ma la tensione forse gli ha giocato un brutto scherzo, innervosendoli non poco, commettendo una serie di irregolarità che ha visto il direttore di gara, il signor Fioretti della sezione di Napoli sventolare tre cartellini gialli ed uno rosso ai gladiatori. I primi due gialli al 32′ e al 38′ del primo tempo per antigioco, hanno regalato la doppia superiorità agli avellinesi, stesso discorso anche nel secondo tempo, un rosso diretto(placcaggio alto) ed un altro giallo(somma di falli). In entrambi i casi poteva esserci la svolta del match che poteva giocare in vantaggio della truppa cara al Presidente Roca, invece i lupi verdi dell’Irpinia non sono stati così famelici da approfittare di queste leggerezze dei dirimpettai, non riuscendo a rimontare lo svantaggio iniziale. Anzi, i ragazzi della Terra di Lavoro, dando fondo ad ulteriori energie fino a quel momento tenute nascoste, son riusciti a ricompattarsi trovando addirittura altre tre mete, che gli permetteranno di portare a casa l’intera posta in palio, bonus compreso. Mister Mernone, insieme al suo staff, sicuramente può ritenersi soddisfatto della prova dei suoi, il gap visto nello scorso anno sicuramente si è ridotto notevolmente, lo Spartacus nel doppio confronto del campionato precedente aveva avuto pochi problemi a batterli, mentre nella gara di ieri ha dovuto sudare le proverbiali sette camice per averne ragione. I rinforzi arrivati da Telese, i ragazzi dell’Alta Irpinia, con un anno in più di esperienza, insieme all’ossatura del vecchio Avellino Rugby, sono delle buoni componenti per consentire al tecnico manocalzatese di disputare un torneo, in cui i suoi boys se la potranno giocare con tutte le altre avversarie del girone. L’ex seconda linea irpina ha potuto schierare soltanto cinque degli otto rinforzi arrivati da Telese, gli altri tre hanno avuto problemi con il trasferimento, tutti ovviamente hanno calpestato il terreno di gioco. L’inizio gara ha visto una leggera supremazia dei padroni di casa, che al 5′ sono andati a bersaglio dalla piazzola(3-0), al 16′ invece son riusciti a bucare la retroguardia ospite(8-0). La reazione dei lupi è affidata al peruviano Vasquez che al 18′ ci prova su un calcio piazzato senza inquadrare la acca. Chieffo&company insistono col forcing offensivo, costringendo i casertani alla difensiva, la mischia spinge ma arrivata negli ultimi metri non coglie l’attimo fuggente, ci prova anche Vietri, lesto a trovare un varco ma non riesce a superare l’ultimo ostacolo. I continui attacchi degli ospiti, come detto, costringono i locali più volte al fallo, in pochi minuti si beccano due gialli, il tempo si chiude con un’ultima sortita di Maccaronio , anche in questo caso fermato sul più bello. Mernone, scorge le difficoltà dei dirimpettai ed inserisce forze fresche, Console fa rifiatare Ciervo, andando a ricoprire l’abituale ruolo di tallonatore, ed il baby Maruotto ancora diciassettenne sostituisce il numero otto Zambella. Gli irpini ci credono, anche perchè hanno una nuova superiorità, un placcaggio giudicato alto dall’arbitro, costringe i rossoblu ad una nuova inferiorità, questa volta per tutta la durata del match, era il 3′. Due minuti dopo, arriva la meritata meta, che porta la firma di Tedeschi, il quale raccoglie l’ovale da una ruck e trova il varco vincente per schiacciare in mezzo ai pali. Vasquez timbra l’8-7. Sulle ali dell’entusiasmo, Sellitto&soci, continuano a battere il ferro, in quanto sembra ancora caldo, al 7′ ci prova De Lucia, la seconda linea telesina ha un guizzo intelligente, ma la difesa di casa fa buona guardia. Mernone butta nella mischia anche Nesta in logo del volenteroso Vietri, al minuto 14. Da questo momento in poi, inspiegabilmente i rugbisti in maglia verde, sono in preda ad un black out che pagheranno a caro prezzo, lo Spartacus probabilmente capisce che potrebbe andare in contro ad una figuraccia, indi si rimbocca le maniche ed inizia ad uscire dalla propria metà campo, trovando la seconda meta di giornata al 19′ grazie ad un’azione di sfondamento culminata in prossimità dei pali, a segno anche il più due(15-7). Nuovi cambi in casa Avellino, dentro anche il pilone Di Napoli al posto di Sellitto e l’ala Audi che sostituisce Ruggiero(20°). Un minuto dopo i rossoblu di casa rimangono di nuovo in tredici, nuovo giallo ad un proprio componente, al 29′ entra anche Capasso per Chieffo, in seconda linea. L’Avellino accusa un nuovo calo al 32′ quando subisce anche la terza meta dai padroni di casa, anche questa volta il calcio aggiuntivo entra(22-7). C’è tempo per sferrare nuovi attacchi, ci provano il generoso Maccaronio ed il gambiano Badje, ma i casertani non concedono spazi, anzi allo scadere trovano anche la quarta meta, che gli consente di conquistare i primi cinque punti della stagione, mentre gli irpini tornano a casa a mani vuote. Giocando con questa intensità, cercando di eliminare quelle amnesie viste all’ex Ciapi, sicuramente ci saranno occasioni per riscattarsi. Domenica 27 ottobre, debutto casalingo al Manganelli, arrivano gli Amatori Angri. (Roar)

sp-av
Luci ed ombre x il debutto dei lupi


Formazione15 Tedeschi 14 Gaita 13 Vietri(14’s.t. Nesta)12 Vasquez 11 Ruggiero(20’s.t. Audi)10 Maccaronio 9 Forgione 8 Zambella(1’s.t. Maruotto) 7 Valentino 6 De Benedictis 5 Chieffo(k)(29’s.t. Capasso) 4 De Lucia 3 Sellitto(20’s.t. Di Napoli) 2 Ciervo(1 s.t. Console) 1Badje

Meta: 5′ s.t. Tedeschi (8-7)

Calci: 2 Vasquez(1)

Gialli: nx

Le Altre

Rugby Rende – Zona Orientale Salerno 35-10(4-1)

Amatori angri -Hydra Rugby 22-22 (3-3)

Riposa Partenope Napoli cadetta

Classifica
Rugby Rende 5

Amatori Angri 2

Hydra Rugby 2

Spartacus 1(-4)

Avellino Rugby -4

Zona Orientale -4

Partenope Napoli -4