FLP_6808
Quarta sfida tra Avellino e Cus Cosenza, i calabresi conducono due ad uno

Sarà ancora il parco Manganelli, il terreno di gioco dove l’Avellino Rugby si appresterà a sfidare gli universitari del Cus Cosenza, in una gara valida per la seconda giornata del girone di ritorno del campionato di serie C girone 2 Campania/Calabria, duplice incontro tra le mura amiche quindi per i lupi verdi dell’Irpinia che il calendario propina, in quanto ricorderete che nella gara di andata, causa i lavori di ripristino a Largo Santo Spirito, il sodalizio del Presidente Roca (che assisterà all’incontro)fu costretto a chiedere l’inversione di campo. Il club irpino, ha inoltrato richiesta al Comitato Regionale Campano e ai cussini, per anticipare la gara alle ore 13:00, nelle prossime ore o al massimo nella giornata di domani i diretti interessati faranno conoscere la propria decisione in merito. Intanto il team di mister Caliano e del direttore tecnico Bianco, ha ripreso la preparazione, come al solito martedì e mercoledì, in pomeridiana al Manganelli, concluderà venerdì alle 15:00 sempre nella propria tana, non quindi come al solito alle 19:30 al Campo Coni. L’incontro con i calabresi, quinta forza del torneo, è di quelli da non perdere, potrebbe essere all’insegna dell’equilibrio se i ragazzi della palla ovale avellinese, lo giocassero con la stessa intensità e determinazione della prima frazione di gioco della gara persa contro la Pol. Sarnese domenica scorsa, confermandosi anche nella ripresa con gli stessi ritmi e la stessa sobrietà, in caso contrario la partita penderebbe così come nella gara di andata a favore dei silani, dopo che i verdi per sessanta minuti in cui rimasero in partita – si era sul 12-10 fino al 58′ – crollarono nel finale uscendo sconfitti per 34-17 (sei mete a due)Pericolo&company hanno dimostrato in più di un’occasione di avere i mezzi per risalire la china, forse basterebbe un pizzico di convinzione in più. Rispetto all’ultimo incontro, lo staff tecnico dovrebbe recuperare qualche pedina, per il tallonatore Console i tempi sono ancora lunghi, così come per Montefusco del resto, si è bloccato anche il corallino Balsamo, uscito malconcio dalla gara con i sarnesi, lamenta dolori alla schiena difficilmente recupererà per domenica, che si aggiunge all’indisponibilità di De Luca, recuperati invece Balletta e Petruzziello che saltarono il match per motivi extra-sportivi, dovrebbero ritornare anche Raosa ed Imparato, flebili speranze anche per Calì, Capasso e Spiniello, che nella rifinitura di venerdì daranno la conferma della propria presenza. Perfezionato anche il rinnovo del tesseramento di Daniele Govetosa, classe 85 qualche presenza nell’Avellino targato Rea nella stagione 2008/09, l’atleta di Montefredane potrebbe strappare già dal prossimo impegno un posto tra i convocati. Per l’australiano Paolo Russo, si attende ancora, al fine di dare tempo al giocatore di recuperare una migliore condizione atletica. Brutte notizie, invece per Ettore Fiore, l’ex capitano dell’Under 18 e Under 20, praticamente ha finito il campionato, il giudice sportivo ha avuto con lui, per così dire la mano pesante, punendo la sua reazione con una lunga squalifica di cinque mesi, fino al 2 luglio 2014. Punizione che è sembrata a dir poco esagerata, per un giocatore che è nel circuito da almeno cinque anni, distintosi sempre per lealtà e correttezza, che per due anni come detto è stato anche il capitano delle squadre del settore giovanile, magra consolazione anche il Cus annovera nelle proprie file due squalificati, appiedati per un turno e per quattro mesi.

Under 16

Come anticipatovi, anche i lupacchiotti saranno di scena al Manganelli, dove con drop d’inizio previsto per le 10:30, come al solito insieme alle Steghe di Benevento, ospiteranno i pari età del Rugby Nola, fanalino di coda del girone, dell’ex Raimondo Zirilli che ricopre il ruolo di Presidente del club.

Azzurre che impresa! Il programma deel tour estivo.

L’Italrugby femminile vendica i colleghi uomini, battendo 11-12 il Galles, nel primo turno del Sei Nazioni di categoria. Un risultato che consente alla truppa azzurra di conquistare una bella soddisfazione nel primo fine settimana del Sei Nazioni 2014; una vittoria allo scadere che incornicia una vendetta attesa un anno, quando cioè al “Pacevecchia” di Benevento furono le donne in maglia rossa a passare 15-16. E la vendetta è stata servita al “Talbot Athletic Ground” di Port Talbot grazie a una meta al minuto 76 del flanker Arrighetti. Buona difesa nel primo tempo per le ragazze di Andrea Di Giandomenico, che hanno preparato il match in terra gallese al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”, a Roma, già quartier generale della Nazionale maschile. Inizio tuttavia in salita, non foss”altro per l”assenza di Veronica Schiavon, esclusa dal XV titolare per via di un attacco febbrile venuto nella serata di ieri. Bella azione alla mano delle padrone di casa e meta di Lowri Harries. Squadre poi negli spogliatoi all”intervallo sull”8-0 grazie al successivo calcio di una Wilkins nell”occasione cecchina. Maggiormente propositivo in fase di possesso il team ospite nella ripresa. E” frutto di una migliore occupazione degli spazi, allora, la meta corale venuta nel 61″ variando bene il gioco avanti/trequarti e lasciando la Bettoni a finalizzare (trasformazione della Sillari). Sull”8-7 un altro piazzato firmato Wilkins ma, 10 minuti più tardi, il colpo di grazia assestato dalle azzurre: touche nella ventidue gallese, rolling maul e segnatura della vittoria di Arrighetti nonostante la mancata trasformazione di Sillari. In campo anche la sannita Maria Grazia Cioffi, che ha giocato nel ruolo di secondo centro. Cadono gli azzurrini di Troncon, parliamo dell’Under 20 battuti dai dragoni 26-9. Intanto, in attesa della sfida ai galletti francesi di domenica 9 febbraio ore 16:00 allo Stad de France, notizia fresca fresca, vè stato annunciato il tour estivo degli azzurri di Brunel, La Nazionale Italiana Rugby giocherà un terzo test match nel prossimo mese di giugno a seguito del raggiungimento di un accordo tra FIR e Japan Rugby Football Union. Il 21 giugno, dopo aver affrontato nelle settimane precedenti Fiji e Samoa, gli Azzurri del CT Jacques Brunel voleranno nella terra del Sol Levante per sfidare i Cherry Blossoms di Eddie Jones. L’annuncio del test-match è stato dato oggi a Tokyo, dove l’Italia affronterà il Giappone, nel corso di una conferenza stampa di presentazione dell’attività internazionale del XV nipponico per il 2014. (Arom)

EST MATCH 2011, ITALIA
Annunciate le tappe del tour estivo di giugno
commenta, divertiti e cerca di essere educato