la gara a pomigliano
La vittoriosa gara nel girone di andata

Dopo circa sessanta giorni, i lupi ritornano nella propria tana, tra rinvii per le avverse condizioni meteo, e duplici turni estreni, l’Avellino Rugby manca da casa dal 29 gennaio, quando pur escendo sconfitta, riuscì ad impensierire la capolista Rugby Clan. Domenica 1 aprile, ore 11:30, quindi non come di consueto alle 15:30, ospiteranno il fanalino di coda Rugby Vesuvio, in una gara valevole per la penultima giornata del girone di ritorno del campionato regionale di serie C, ancora due partite da disputare entrambe tra le mura amiche per il sodalizio caro al Presidente Roca, che diventeranno tre, quando il 22 aprile recupererà il match contro l’Amatori Torre, non disputato lo scorso 12 febbraio.
Occasione da non fallire ad ogni costo, per riscattare le ultime prestazioni, che hanno visto i lupi pur sciorinando un buon rugby, raccogliere meno di quanto hanno seminato. Il trainer dei biancoverdi, Vincenzo Fico, dopo gli allenamenti di martedì (a Cimitile) e ieri al Campo Coni, come annunciato nel dopo partita di domenica scorsa, si affiderà alla linea verde, puntando su alcuni elementi dell’Under 20 che già sono apparsi in prima squadra, quali il capitano Ettore Fiore, utile sia in mischia che sui 3/4, i centri adattabili anche all’ala Miele, Urciuoli e Scotti e del tallonatore Mensorio. Allarme rientrato per Simon Sellitto, uscito anzitempo per uno scontro fortuito con il compagno di squadra Console, la botta presa al ginocchio non gli crea alcun dolore, infatti ha partecipato ad entrambi gli allenamenti, così come Barbarisi e Iannaccone. Sepe invece dopo erssersi sottoposto a fastidiose terapia , venerdì dovrebbe rientrare nel gruppo.
Da valutare invece le condizioni ancore precarie di Iandolo, Romano Borriello e Vietri, come quelle di Porcelli sempre alle prese con i turni in fabbrica. Oltre a Nastri ancora a riposo, prima di stabilire se abbia necessità di un intervento chirurgico, non sarà del match anche Cristian Borriello, anche egli per impegni di lavoro e Pasquale De Prizio, appiedato per un turno dal giudice sportivo per aver raggiunto la quarta ammonizione. Chi invece, vuole esserci a tutti i costi, è il sempreverde Antonio Mernone, che si sta sottoponendo a carichi di lavoro leggermente più pesanti, per capire se il suo ginocchio è completamente guarito, non è da esludere che il “Sean Connery” caprigliese, domenica sia nella lista dei convocati per fronteggiare l’ Operazione Vesuvio!
Il Rugby Vesuvio, quest’ anno non sta ripetendo lo splendido campionato dello scorso anno, dove fu capace di vincere sei partite pareggiandone una, totalizzando 23 punti che sarebbero stati 31 senza gli otto di penalità, battendo compagini più esperte come l’ Amatori Torre e l’ Amatori Napoli. Causa l’ inagibilità del terreno amico di Cercola, hanno avuto non poche difficoltà, peregrinando da un campo all’ altro per potersi allenare regolarmente. Il problema, sembra essere risolto, in quanto per gli allenamenti sono riusciti ad avere in affido il campo ” Paolo Borsellino”di Volla, per le gare interne invece, ora dovrebbero giocare sempre al ” G. Leone” di Pomigliano.
I bianco azzurri di Portici, in questo torneo sono riusciti a vincere una sola volta , contro il Rugby Nuceria, nella tana dei molossi, (19-20) conquistando anche il bonus, poi un pareggio (10-10) contro il Rugby Afragola e ben sedici battute di arresto, tre punti solo in graduatoria che sarebbero sette senza i quattro di handicap, per non aver disputato l’ Under 16 lo scorso anno. Le statitistiche sono tutte a favore degli irpini, nelle otto precedenti uscite – sette nella regular season ed una in Coppa Campania – sette le vittorie di Caliano&company una sola per i porticesi – a Borgo Ferrovia 14-15, il 17 gennaio 2010. Si registra un 20- 6 sempre a Borgo Ferrovia, il 16 novembre 2008 e un 17- 27 al ” Cocozza” di Portici, il 22 febbraio 2009, entrambe le vittorie raggiunte con il punto di bonus. Poi un 0-17, sempre a Portici, l’ 11 ottobre del 2009, lo scorso anno 9-5 al “Santo Spirito” e 15-21 al “Caravita” di Cercola, il 13-12 ancora ad Avellino l’ 8 maggio in Coppa Campania ed infine il 25-32 nella gara di andata quando i lupi espugnarono per la prima volta il “G. Leone” di Pomigliano, il mattatore del match fu Carpinelli autore di due mete, seguite da una di Iandolo, una di Barca ed una tecnica assegnata per un placcaggio alto nei cinque metri su capitan Nastri, due calci a seguire ed un piazzato furono trasformati da Pericolo, che sostituiva dalla piazzola l’infortunato Bronzone. Domenica, sicuramente i ragazzi di Luca Cataldo – originario di Sorbo Serpico – da quest’anno affiancato dall’ esperto figlio d’arte Enrico Tagle, il papà fu protagonista quando la Partenope Napoli vinse i due scudetti consecutivi nel 1965 e 1966 – punteranno al successo, Avellino permettendo, per raddrizzare questa deludente stagione, la cabala è a favore degli irpini, ma quando regna un certo equilibrio in campo, nel rugby nulla è scontato. Alle 11:30 di domenica 1 aprile, gli appassionati della palla ovale, sapranno chi delle due compagini uscirà vittoriosa nella verde cornice del “Santo Spirito”.
Settore giovanile Finito il campionato Under 20, ai ragazzi terribili di Caliano rimane da recuperare solo la partita casalinga contro l’Alcott Amatori Napoli non disputata lo scorso 12 febbraio, l’incontro sarà recuperato il 22 aprile alle ore 12:00. Intanto domenica scorsa hanno compiuto l’ennesimo miracolo, al “V. Papa” di Cardito, contro il Rugby Afragola, terza forza del torneo, pur giocando in 14 unita, con D’Amelio in campo, ma impossibilitato a correre per vie della caviglia non ancora guarita, dopo pochi minuti hanno dovuto rinunciare anche a Donadio per un colpo al gomito, quindi sono rimasti in dodici in campo con i due infortunati, nonostante tutto sono riusciti a siglare una meta, con il solito Angelo Miele, alla sua tredicesima perla, sfiorandone almeno un altro paio, il risultato finale è stato 48-5! In un terreno al limite della praticabilità, il direttore di gara è stato in procinto di sospendere il match in più di un occasione, l’Under 16 si è dovuta arrendere ai pari età del Rugby Afragola, che ha schierato il forte Caiazzo, in odore di selezione per il trasferimento all’ Accademia Francescato di Tirrenia (Pi). Nulla hanno potuto i baby del Presidente Zirilli e del coach Ievoli per opporsi alla seconda della classe, 46-0 il finale. L’occasionissima per tornare al successo, si presenterà domenica prossima, quando saranno di scena a San Valentino Torio, ore 14:30 contro il Rugby Nuceria, già battuto all’andata.

Le Altre
Con l’Usr Benevento sornione ad osservare le dirette concorrenti, la terzultima giornata di campionato, ha rivisto riprendere la corsa interrotta proprio a Benevento del Rugby Clan di Santa Maria che ha travolto la Partenope 48-8, otto mete ad uno, vittoria dedicata a mister Paolisso che in settimana si è visto ritirare il patentino di allenatore per un anno, causa presunte offese e minacce all’arbitro, in occasione dello scontro diretto perso proprio contro i sanniti, i sammaritani ora devono superare l’ultimo scoglio, domenica prossima contro l’Alcott Amatori Napoli – che ha battuto Torre(0-5) – in caso di vittoria con bonus, potranno festeggiare la domenica successiva, Afragola permettendo, l’accesso agli spareggi. L’Amatori Napoli pur battendo i casertani, potranno fare ben poco, in quanto riposano nell’ultima giornata, quindi saranno sicuramente superati dalle due contendenti. Il Benevento continua a sperare, nelle tre partite da giocare ancora con Torre, Vesuvio e Afragola nel recupero del 22 aprile, anche i 15 punti in palio potrebbero non bastare, deve augurarsi solo un passo falso della prima della classe, mai come negli ultimi anni la lotta per il primo posto è stata così serrata. C’è ressa anche dalla quarta posizione in poi, attualmente presieduta dal Iv Circolo che ha regolato l’Afragola 34-24, concedendo un punto per le quattro mete realizzate ai ragazzi di Vicale. Insegue Salerno, che ha da disputare un solo incontro in quanto domenica riposa, Indennimeo&company hanno avuto la meglio sul Vesuvio(5-31), occhio anche all’Amatori Torre che deve giocarne tre e alla Partenope che senza penalità potrebbe virtualmente accomadarsi in piazze più prestigiose. Anche nei bassifondi della classifica si è creata un lotta senza esclusione di colpi, per accaparrarsi un posto da leader della zona medio-bassa della graduatoria , Nuceria in questo momento battendo Avellino capeggia il gruppo, ma domenica deve andare ad Afragola che la insegue a -2, a pari punti con l’Avellino che riceve il Vesuvio, leggermente più distaccato.

I risultati
Rugby Clan Smcv – Partenope Pom 48-8 (5-0)
Amatori Torre – Amatori Napoli 0-5 (0-4)
IV Circolo Bn – Rugby Afragola 34-24 (5-1)
Rugby Vesuvio – Rugby Salerno 5-31( 0-5)
Rugby Nuceria – Avellino Rugby 10-6 (4-1)
Riposa Usr Benevento

Classifica
Rugby Clan Smcv 78 (2 da giocare)
Amatori Napoli 74 (1 da giocare)
Usr Benevento 72 (3 da giocare)
IV Circolo 52 (2 da giocare)
Rugby Salerno 50 (1 da giocare)
Amatori Torre 47 (3 da giocare)
Partenope Pom 42 (2 da giocare) -8
Rugby Nuceria 15 ( 2 da giocare) -4
Avellino Rugby 13 (3 da giocare)
Rugby Afragola 13 (3 da giocare)
Rugby Vesuvio 3 (2 da giocare) -4

Prossimo turno
Amatori Napoli – Rugby Clan Smcv
Amatori Torre – Usr Benevento
Partenope Pom. – IV Circolo Bn
Rugby Afragola – Rugby Nuceria
Avellino Rugby – Rugby Vesuvio
Riposa Rugby Salerno (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato