wurenlos-zurigo
wurenlos-zurigo

Apprendiamo con piacere dell’iscrizione al campionato di C della neonata Asd Dragoni Sanniti di San Giorgio del Sannio. La sfida è quella di aggregare i tanti appassionati sangiorgesi della pallaovale in modo da contribuire alla rinascita del rugby giocato a San Giorgio del Sannio. L’Asd Bersaglieri Sanniti touch rugby non farà mancare il proprio supporto a questa “sfida” che già ha scatenato tanta curiosità ed entusiasmo. L’Avellino Rugby esprime un grosso in bocca al lupo al nuovo team beneventano. Lo scorso lunedì,il 15 luglio è scaduto il tempo per presentare la documentazione utile all’iscrizione per il prossimo campionato di serie C – ricordiamo l’ultimo prima della riforma dei campionati, dalla stagione 2014/15 quando il torneo di serie C infatti si diramerà in due tronconi, serie C1 e C2 – la società cara al Presidente Roca, naturalmente ha provveduto a presentare l’incartamento, e si appresterà a disputare il decimo campionato, nella sua dodicesima stagione ovale. Non si conoscono al momento il numero delle società iscritte, che dovrebbero essere le stesse dello scorso anno, le elenchiamo in ordine di classifica per il girone 1 campano/molisano, il Rugby Clan di Santa Maria che ha fallito la promozione, battuto dallo Svicat Consolini di Campi Salentina, promossa poi in serie B, l’Alcott Amatori Napoli, l’Amatori Torre del Greco, il IV Circolo Benevento, il Rugby Afragola, il Rugby Vesuvio, il Cus Molise, la Partenope Pomigliano e gli Eagles Cimitile, per le campane che hanno disputato il girone 2 campano/calabro l’Arechi Rugby, l’Avellino Rugby, il Rugby Salerno ed i Wolves Avellino. Quindi tredici squadre, a cui si aggiungono appunto i Dragoni Sanniti e molto probabilmente il Rugby Nuceria, assente nello scorso torneo ma presente all’ultima riunione salernitana con la figura di Tonio Margiotta, che non ha escluso una possibile nuova iscrizione. Proprio in quell’incontro, il triunviro Senatore, Salierno, Vigliotti, lasciarono intendere di una nuova divisione delle squadre campane, i gironi al massimo possono racchiudere dodici squadre, quindi è impensabile vedere tutti i team nello stesso raggruppamento. Molto dipenderà da quante squadre calabre si iscriveranno, al fine di ripetere lo stesso percorso intrapeso nella scorsa stagione, quando furono indirizzate nel girone, per la posizione geografica più consona, le due avellinesi e le due salernitane, insieme a quattro squadre calabre. Non ci resta che attendere ancora qualche settimana, il 25 luglio ci sarà un incontro tra i rappresentanti Fir Nazionali, il giorno dopo invece nei palazzi napoletani di Via Longo è stata indetta un Assemblea Regionale Ordinaria del Comitato Regionale Campano, dove tutte le società sono chiamate a raccolta. Cresce l’attesa in casa Avellino Rugby, il conto alla rovescia può prendere inizio, solo due le settimane che dividono la truppa di Caliano dalla prima storica trasferta internazionale, dove il 1 agosto partirà da Roma alla volta di Basilea, per poi raggiungere la cittadina di Baden, nel Canton tedesco dell’Argovia, dove alloggeranno in un ostello prenotato dai gemellati svizzeri del Rugby Club Wurenlos, villaggio di cinquemila anime poco distante da Baden. Il giorno seguente, gli amici elvetici hanno programmato un allenamento congiunto nel tardo pomeriggio, mentre in mattinata è prevista un escursione sul Monte Rigi con partenza dalla vicina Lucerna. Sabato tre invece, come già detto, è prevista la partecipazione ad un evento denominato ” Rugby meets Lacrosse” dove gli irpini saranno impegnati in un triangolare con le cavallette dell’ RC Grasshopher Zurigo e appunto gli avvoltoi argoviesi. Nell’intermezzo sono previste anche esibizioni femminili e maschili di Lacrosse, del club di Wettingen, altro paese nelle vicinanze che ospita la kermesse,dove questa disciplina è molto diffusa. In palio ci saranno due coppe: una destinata al vincitore del torneo triangolare; una destinata al vincitore nella sfida RCW vs Avellino Rugby. Conosciamo un pò meglio le due società elvetiche che parteciperanno. Sappiamo tutto o quasi degli avvoltoi che lo scorso anno, furono ospiti in Irpinia, purtroppo dopo un solo anno di serie B, sono retrocessi in serie C perdendo lo spareggio con l’RC Wintherthur (23-8), mentre importanti riconoscimenti sono arrivati dal settore giovanile, in particolare con l’Under 14 partecipando al torneo internazionale di mini-rugby di Benevento, dove sono saliti sul podio, chiudendo al terzo posto, e l’ex lupo Angelo Olivieri, vero motore di questo collante trai i due club, che nell’occasione accompagnò i ragazzi, ha ricevuto una coppa quale riconoscimento dall’Ansmes (Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo) dal Presidente della sezione di Benevento, sig. Francesco Maturi. Tornando alla prima squadra, essendo una neo promossa in B (Nationalliga B) le difficoltà nel passaggio di categoria gli amici d’oltralpe le hanno incontrate, tre sono state le vittorie, con l’altra retrocessa l’RC Grasshoper Zurigo cadetta (30-13) con il Lucerna (15-0) e con il Berna (0-8) di prestigio il pareggio con la vincitrice del torneo il Rugby Lugano (9-9) e la sconfitta di misura con la seconda, il Friburgo (6-9). Su 18 partite disputate, tre vittorie quindi, due pareggi e 13 sconfitte di cui cinque di misura che han permesso di chiudere al team del Presidente Wolf al penultimo posto con diciotto punti, per conseguire lo sfortunato spareggio di cui sopra. “Il morale della truppa è alto – ci assicura Olivieri – questo torneo sarà il primo banco di prova per la prossima stagione sotto la nuova direzione tecnica, subentrata al neozelandese Dean Leech, vale a dire il sottoscritto affiancato da Colbert e Philiphs, con la quale contiamo di fare un salto di qualità per la stagione 2013/14”. L’altra squadra le cavallette di Zurigo, è composta da due formazioni, la prima milita nella massima serie che quest’anno ha raggiunto la finale della Coppa Svizzera, la seconda è quella di cui parlavamo in precedenza, fresca di retrocessione in serie C, al triangolare come ci ha confidato lo stesso Olivieri, dovrebbe partecipare una selezione mista di entrambe le squadre. L’RC Grasshoper Zurigo è una multinazionale, solo il 20-30% degli atleti è di nazionalità svizzera, per il resto è composta da anglosassoni, francesi, italiani, sudafricani e sudamericani. Sicuramente sarà la favorita per aggiudicarsi la vittoria finale. In casa Avellino Rugby, si continua a lavorare duramente, Pericolo&company non ci tengono a recitare il ruolo di sparring-partner, continuando a lavorare sodo ad effettuare sedute fino a poco prima della partenza. La società, per premiare anche chi si è da poco avvicinato al nostro sport ha deciso di aggregare al resto del plotone, anche gli ultimi arrivati, vale a dire Ivan Iannaccone, Virginio Gaita ed Ernesto Petruzziello, a questi si aggiungerà anche l’ariete Alex Montefusco per un totali di 26 partecipanti alla tourneè rossocrociata. Al gruppo nelle ultime due sedute, si è aggiunto anche Marco Maione, grottolellese classe 92 , tre presenze nella stagione 2011/12 prima dell’allontanamento per motivi di studio, conseguita la maturità quest’anno, sembra deciso a ricominciare l’avventura con l’Avellino Rugby. (Arom)

commenta, divertiti e cerca di essere educato