dp-sg 7
Il d.t. Cascone, soddisfatto per il campionato disputato dai Due Principati

Il campionato di serie C2, raggruppamento campano molisano, con la nona ed ultima giornata del girone di ritorno, emana il suo primo ed unico verdetto, i dragoni di San Giorgio del Sannio, piegando la resistenza della Pol. Sarnese 1926 con il punteggio di 57-5 (9-1) approdano in serie C1, portandosi a 61 punti, scavalcando, così il Rugby Due Principati, che osservava il canonico turno di riposo, ove rimangono al secondo posto con 57 punti. Tutti i calcoli ed i conti, fatti in settimana, il quale han fatto albergare timide speranze di promozione o di un ipotetico spareggio alla franchigia irpino/salernitana, si son così vanificate, grazie al rotondo successo della compagine beneventana, che, diciamolo senza fronzoli, ha ampiamente meritato il salto di categoria, vanificato già lo scorso campionato, per non aver assolto l’incombenza di almeno una juniores (Under 14 o 16), dopo il buon secondo posto catturato. Obiettivo, quello dei sanniti, raggiunto con più di una difficoltà per la penalizzazione iniziale di -4 e per la partita persa a tavolino contro lo Spartacus Rugby Social Club alla 1°giornata, per aver schierato in campo, un’atleta non in regola con il tesseramento, che gli è costata un’ulteriore handicap di -4. Nonostante tutto, la rimonta ai rossoneri del Presidente Tarantino è riuscita comunque, approfittando anche del passo falso dei Principi che il 7 febbraio, persero in malomodo a Cercola contro il Rugby Vesuvio(32-0) oltre che nello scontro diretto del 13 marzo al parco Manganelli di Avellino(8-16). Onore il merito quindi e complimenti vivissimi alla truppa guidata dal duo Serino&Tirelli. Nessun dramma in casa Due Principati, alla vigilia del torneo, neanche il più inguaribile degli ottimisti, avrebbe pronosticato un campionato così esaltante, dopo la retrocessione del campionato scorso, dalla C1, c’era una squadra da ricostruire ed un ambiente da ricompattare, il prezioso lavoro eseguito dal direttore tecnico: Maurizio Cascone, insieme al suo staff, composto dai Tecnici: Romeo, Mernone e Caliano, oltre che dal Presidente Sbozza, ha portato i suoi frutti, dai quattordici del primo allenamento del 26 agosto si è passato ai trentasei elementi utilizzati nel corso delle sedici gare(12 vittorie e 4 sconfitte), un mix letale di atleti: avellinesi, salernitani, battipagliesi/ebolitani e stabiesi, che a lungo son stati in testa alla graduatoria, cullando il sogno di un immediato ritorno nella categoria di appartenenza. La maggiore esperienza dei dragoni del Sannio, ha così impedito la promozione diretta, e se volessimo, ha influito anche l’improvviso cambio del regolamento, ricorderete che nella circolare del 24/10/2015, resa nota solo a febbraio inoltrato, si venne a sapere che da quest’anno lo spareggio tra la seconda classificata del girone e la prima classificata del raggruppamento calabro, purchè entrambe le formazioni in regola con l’obbligatorietà delle giovanili, non si sarebbe disputato. Il regolamento federale, infatti prevedeva che dalla stagione 2015/16 lo stesso spareggio sarebbe stato effettuato dalla penultima della serie C1, poule 1 girone H, sempre con la prima classificata del raggruppamento calabrese, sempre se in regola con le juniores. Quindi la beffa per i verde/granata, in questa affascinante ma allo stesso tempo sfortunata stagione, è stata doppia. Poco o male, la franchigia, con un anno di esperienza in più (il terzo) nella prossima annata, sicuramente ci riproverà a recitare il ruolo da protagonista, con i giovani della classe 97 che saliranno in prima squadra, più qualche atleta in procinto di vestire la casacca principesca, oltre al blocco della rocciosa ossatura che ha disputato questa stagione, avrà a dispozione tutti i crismi per fare ancora meglio. Sempre che nella rovente estate della palla ovale campana, qualche società rinunci all’iscrizione alla C1, in tal caso Zizza&Company saranno sicuramente in pole postion, nella graduatoria delle squadre da ripescare.

dp-sg 6
I Dragoni del Sannio, con la vittoria ai danni della Pol. Sarnese hanno acquisito il diritto di partecipare al campionato di C1

Settore Giovanile

Solo l’under 14 regala gioie nel week-end della palla ovale salernitano/irpina, espugnando il Gamba di Pozzuoli, avendo la meglio con i parietà dei Campi Flegrei Pozzuoli. 12 a 33 il risultato a favore dei ragazzini terribili, guidati dal duo Chiodo&Fico, all’undicesimo dei quattordici concentramenti previsti dal regolamento delle obbligatorietà. Tre sconfitte ed otto vittorie di cui sei consecutive il bottino raggranellato dai baby, cari al Presidente Garzillo. Cinque le mete realizzate ieri, nel polveroso campo puteolano, che portano la firma dei veterani Musella e Liguori, autori di due segnature a testa, oramai già in rampa di lancio per l’approdo in Under 16, a segno anche il promettente Acerra, che rimarrà come tutti i 2003 nella categoria. Quattro delle cinque trasformazioni sono state convertite dal talentuoso Musella. Prossimo impegno, domenica 10 aprile, al parco Manganelli di Avellino, ore 11:00, dove i rossoblu ospiteranno la Partenope Napoli. Formazione: 15 Lazzarini 14 Laquale(Acconcia) 13 Liguori 12 Zarrella 11M. Sbozza(Stanzione) 10 Musella 9 R. Sbozza 8 Acerra 5 Fontana 4 G.Romano 3 Tripepi 2 Forestiero 1 Di Grezia (V.Romano).

scp-sa
Under 14 corsara a Pozzuoli

Under 16

Domenica 3 Aprile, al campo comunale di San Matino Sannita, i nostri ragazzi U16 hanno incontrato i primi della classe, i pari età del IV Circolo di Benevento. Il risultato finale, 24 a 0, (che comunque rappresenta un passo in avanti rispetto alla partita d’andata, persa 0-62) non è frutto di una disparità tecnica, che non è apparsa affatto evidente, quanto piuttosto di una diversa organizzazione di gioco ed una diversa capacità di affrontare mentalmente la gara. Gli atleti irpino-salernitani sono scesi in campo evidentemente deconcentrati ed hanno messo in mostra una scarsa combattività, soprattutto, e spiace dirlo, negli elementi di maggiore età ed esperienza di gioco, che con il loro esempio dovrebbero caricarsi la squadra sulle spalle, in particolare nei momenti di difficoltà. Non era certo questo l’incontro con cui rimpinguare i punti in classifica, ma c’è modo e modo di perdere, e quello di ieri non è stato di certo il migliore. Vorremmo i nostri ragazzi sempre combattivi, disposti al sacrificio e al sostegno, in modo da poter dire, anche in caso di sconfitta: “i nostri avversari non ci hanno battuto, hanno semplicemente segnato più punti di noi”. Fortunatamente abbiamo subito l’occasione per un pronto riscatto Domenica prossima 10 Aprile, ospitando al Manganelli di Avellino i ragazzi della Partenope, compagine da non sottovalutare affatto dati i notevoli progressi messi in mostra rispetto al girone d’andata. Forza allora, tutti in campo Mercoledì e Venerdì per gli allenamenti settimanali, per guardarsi negli occhi e ritrovare la voglia di combattere e lo spirito di squadra che, in qualche occasione, ci sono mancati. (Ca.Ra)

sa-cb
L’Undr 16 si arrende allla capolista IV Circolo bn

Under 18

Anche l’Under 18 dei Due Principati depone le armi, al IV Circolo Benevento, arrendendosi con il punteggio di 59-0, nove le mete segnate dalla corazzata sannita, che ha dimostrato ampiamente di meritare la leader-ship della graduatoria. Poco hanno potuto, i volenterosi ragazzi salerno/irpini, guidati dal tecnico Silvano Minelli, che sono comunque usciti a testa alta dal confronto con un avversario di passaggio nella categoria regionale, in quanto, conti alla mano, potrebbe dire la sua anche nel campionato èlite. Cinque nel primo tempo, quattro nel secondo le mete beccate dai verde/granata di cui sette sono state convertite con il calcio aggiuntivo. Prossimo impegno, molto più alla portata di capitan Monaco&company, tra le mure amiche irpine, contro la Partenope Napoli, domenica 10 aprile, la gara potrebbe però essere rinviata a data da destinarsi, per l’impegno in Accademia Zonale di molti degli atleti napoletni. Formazione: 15 Marrazzo 14 Maccaronio 13 Haboc 12 Monaco(k) 11 D’Arminio 10 Adinolfi 9 Cannoniero 8 Iacuzio 7 Musella 6 A. Ricciardi 5 Mariani 4 Rocco 3 E. Ricciardi 2 Cuomo 1 Amodeo (65’Feo). Non entrato Cinquanta. (Arom)

dp-iv 18
Troppo IV Circolo per l’Under 18 dei Due principati
commenta, divertiti e cerca di essere educato