ang
La locandina dell’evento, che si terrà domani mattina

Come annunciato, nell’ultimo comunicato, domenica mattina, con drop d’inizio, previsto per le ore 11:00, il Rugby Due Principati, si esibirà in una gara dal valore amichevole, contro gli Angri Stallions Rugby, allo stadio A. Spirito di Sant’Egidio Montalbino. La compagine salernitana, da questa stagione, ha iniziato a cimentarsi nella disciplina della palla ovale, e annovera nelle proprie file un discreto numero di appassionati, guidati dall’esperto tecnico, ex Salerno Rugby e Due Principati Under 18, Silvano Minelli. Sarà un test utile, quello della truppa di Cascone, in vista della delicata sfida, che i Principi domenica 19 marzo, dovranno affrontare, in quanto al Manganelli, alle ore 14:30, arriveranno i Cavalieri di Sarno, reduci dalla vittoriosa battaglia di Cercola, dove hanno espugnato il Caravita, battendo 0-15, il Rugby Vesuvio, seconda forza del campionato. Il campionato di C2, per l’impegno dell’Ital-rugby, che affronterà all’Olimpico di Roma, la Francia, osserverà un turno di riposo, sarà l’occasione per recuperare due gare, Acli Campobasso – Iv Circolo Benevento, dove i sanniti in caso di vittoria, potrebbero scavalcare la Pol. Sarnese al terzo posto, l’altra gara in programma è quella di Telese, dove i padroni di casa dello Spartacus Rugby Social Club riceveranno i militari della Nato Lions Rugby. Il Comitato Regionale Campano, in vista del recupero ancora da disputare, tra il Rugby Due Principati e appunto i Lions, ancora non ha stabilito la data in cui si dovrà giocare l’incontro, ricordiamo in programma il 22 gennaio prima, ed il 26 febbraio poi, rinviato in entrambe le circostanze, per l’indisponibilità dei militari. Non essendoci più date utili, la soluzione più probabile, rimane quella del 30 aprile, una settimana dopo la fine del campionato, a meno che le due compagini non diano disponibilità per giocare un mercoledì.

u 18 2
Silvano Minelli, una delle colonne del rugby salernitano

Settore Giovanile

L’impegno della Nazionale, ferma anche l’Under 16 e la 18, non invece l’Under 14, che domenica 12 marzo, alle ore 15:00 scenderà in campo, al F. Compagna di Benevento, contro il IV Circolo, dopo la buona prova di sabato scorso contro il Rugby Napoli/Afragola, gli irpini – che da due settimane stanno disputando questa fase finale della stagione, insieme alla Fortidudo Euritmica, società di Marigliano, cara al Presidente Raimondo Zirilli, guidati dal tecnico avellinese: Antonio Mernone – hanno tutte le carte in regola per fornire un’altra prestazione ad alti livelli. La notizia della settimana, che rende pieni di gioia, non solo l’Avellino Rugby, ma l’intero movimento rugbistico campano, è sicuramente, la convocazione nella Nazionale Under 17, del solofrano: Vittorio Cultrone, unico atleta della regione selezionato. Dal 13 al 16 marzo la Nazionale Italiana Rugby Under 18 e Under 17 si ritroveranno per tre giorni di raduno a Tirrenia, primo momento di incontro stagionale per le due selezioni. I due rispettivi allenatori, Mattia Dolcetto per la 18 e Paolo Grassi per la 17, hanno annunciato i giocatori convocati, tra cui spicca, non sicuramente a sorpresa, in quanto il poliedrico atleta solofrano, era già stato individuato dagli addetti ai lavori, negli stage effettuati dall’Accademia Zonale di Benevento, di cui ne fa parte. Cultrone, nasce dal vivaio dell’Avellino Rugby, si avvicina alla disciplina, durante le edizione degli Sport Days, 2014 e 2015, grazie anche ad una parentela con una delle colonne del club irpino: Luca Pericolo, solo lo scorso anno, decide di cimentarsi, in un campionato, insieme ad altri tesserati irpini, militando così nelle file del Salerno Rugby Under 16, società in cui il sodalizio caro al Presidente Roca, si è unito in franchigia dall’estate del 2014. Il debutto è confortante per Vittorio, che segna subito tre mete al debutto contro il San Giorgio del Sannio, ripetendosi poi anche nelle successive partite, il suo talento non sfugge ai tecnici ed ai dirigenti irpini, che contattano immediatamente uno dei responsabili del Centro di Formazione di Napoli, il prof. Crescenzo Vigliotti, il quale lo convoca per un allenamento con la selezione Under 16, Cultrone impressiona anche gli allenatori che lo hanno in visione, che lo confermano al Centro dove rimarrà fino alla fine della stagione, venendo convocato e giocando da titolare, nel ruolo di pilone, in tutte le sfide con gli altri Centri di Formazione del Cal(Campania, Lazio, Abruzzo), nel frattempo nella squadra di appartenenza, continua a fare faville, disputando tutte e 16 le partite del torneo, andando a segno ben 25 volte. Questi risultati, a dir poco sorprendenti, fan si che Cultrone, entra a far parte dell’Accademia Zonale di Benevento Under 18. In questo campionato, dopo la costituzione dei Normanni, franchigia che comprende, oltre l’Avellino Rugby ed il Salerno Rugby, anche i Due Principati, l’Arechi Rugby, la Partenope Napoli ed il Rugby Battipaglia, milita in questa formazione, mettendosi in mostra, come suo solito, ma il lavoro svolto nell’Accademia, gli apre le porte per questa sua prima convocazione in azzurro. Piccola curiosità, Cultrone, è il secondo irpino che vestirà la maglia azzurra; il primo fu: Roberto De Luca, l’atleta serinese, ha frequentato l’Accademia Ivan Francescato di Tirrenia, nel biennio 2007/2009, militando nella Nazionale Under 20, nel ruolo di pilone, alla vigilia del VI Nazioni 2009, prima della partenza per Edimburgo, De Luca, subisce un serio infortunio, rompendosi il legamento crociato dx, che lo costringe a saltare il torneo, il lungo stop, lo farà uscire dal giro che conta, non sarà poi più convocato. L’augurio che facciamo a Vittorio, è quello che riesca ad arrivare lì, dove la cattiva sorte ha impedito che arrivasse De Luca. Forza Vittò!

vt
vt
commenta, divertiti e cerca di essere educato