avellino rugby 2014
Una vecchia formazione dell’Avellino Rugby

E venne il giorno del ritorno dell’Avellino Rugby, dopo quattro stagioni in cui la compagine irpina aveva unito le forze con il Rugby Salerno, dando vita al Rugby Due Principati, il sodalizio caro al Presidente Antonio Roca nella stagione corrente che prenderà il via il 14 ottobre, parteciperà al campionato di serie C2 con l’antica denominazione, che prese vita nel lontano 2001/02. Doloroso il distacco dalla sponda salernitana, ma leggittimo; dove nel corso di questi anni, l’intero movimento ovale irpino, ha tratto diversi benefici e giovamenti, non solo grazie ai risultati ottenuti dalla Seniores dei Due Principati, su tutti la marcia trionfale conclusa con la vittoria del campionato di serie C2 di due anni orsono(14 vittorie, un pareggio ed una sconfitta), ma anche con la crescita del settore giovanile che ha permesso a molti atleti irpini delle categorie juniores di partecipare a campionati di importante caratura, dando la possibilità di confrontarsi con avversari e piazze molto più attrezzate di quella avellinese, senza contare dell’enorme apporto, dato sia a livello tecnico che dirigenziale che gli esperti uomini di rugby salernitani hanno saputo dispensare nel corso di questa preziosa collaborazione. Dopo la retrocessione sancita sul campo dello scorso campionato, poi trasformata in ripescaggio, in quest’estate qualcosa è cambiato, specialmente dalla parte salernitana. L’abbandono di diversi tesserati e dirigenti, le dimissioni del Presidente Sbozza, han fatto si, che la franchigia si fermasse un attimo, per capire se ci fossero ancora i presupposti per continuare insieme a diffondere la voce del verbo rugby, ci sono ancora progetti condivisi che continueranno ad andare avanti, chissà se in un prossimo futuro, le strade dei Due Principati non si ricongiungeranno. C’era il presente che incombeva, e la città di Avellino dopo diciassette anni consecutivi, non si poteva permettere di restare senza la squadra di rugby; grazie alla caparbietà del Presidente Roca che insieme allo zoccolo duro dell’Avellino Rugby(Mernone, Caliano, Console, Pericolo, Bruno e Romeo), in pochissimo tempo son stati capaci di allestire una nuova squadra composta dai vecchi elementi dei Due Principati(Sellitto, Console, Ruggiero, Amodeo, Maccaronio, Valentino, De Luca, Balsamo) da alcune vecchie glorie dell’Avellino Rugby che per motivi logistici non potevano prender parte agli allenameni(Vietri, Iandolo, Urciuoli, Ruseo, Gaita, D’Amelio, Vena, Coscia, Capasso, Piano) dai due provenienti al settore giovanile(Lepore e De Benedictis), da alcuni volti nuovi, decisi a provare per la prima volta l’esperienza ovale(Serra, Natalino, Bilotto, Iannone). A questi si sono aggiunti anche alcuni atleti che militavano nei Wolves( Leone, Grabbi, Russo, Elietto e Aprano, probabilmente anchel’ex presidente Cecere) e soprattutto alcuni ragazzi di Teora, dove da due anni a questa parte, il movimento rugbistico sta prendendo piede, desiderosi di partecipare ad un campionato dilettantistico(Celano, Santoli, Chieffo, Casale, Rollo). Ci sarà spazio anche per due atleti stranieri, il gambiano Youngs Babuza, da qualche mese ospite della nostra città, ed il peruviano Nicolas Alberto Vasquez Rosas, con esperienze rugbistiche nel RAV (Rugby Alto Vicentino), pronti a dare il loro contributo alla causa. Gli allenamenti si stanno svolgendo al Comunale di Manocalzati, il lunedi, mercoledì e venerdì, con una seduta defaticante il sabato pomeriggio al parco Manganelli, consueta tana dei lupi, diretti da Antonio Mernone, affiancato da Carmine Caliano gia coach dell’ultima partecipazione in C2 dell’Avellino Rugby nella stagione 2011/12, da Luca Pericolo, appese le scarpette al chiodo, l’ex estremo aiellese seguirà, dispensando utili consigli la linea 3/4, oltre che da Arturo Romeo, assistant-coach dei Due Principati, nelle ultime tre stagioni. Domenica 30 settembre, dopo aver partecipato all’evento organizzato dalla Fir Campania denominato “L’Ora del Rugby” dove in diciannove piazze campane(tra cui anche Piazza della Libertà ad Avellino) ci sarà una sorta di dimostrazione dell’uso e consuetudine della palla ovale, a seguire si svolgerà una partita a ranghi misti, sempre a largo Santo Spirito. Mentre per domenica 7 ottobre è previsto un test mach contro i Draghi Telese, compagine che figura nello stesso girone degli irpini, iscritta per la prima volta al torneo, molto probabilmente alle 14:30. Il girone sarà composto da otto squadre oltre agli irpini, ci saranno i casertani dello Spartacus Social Club, ospiti al Manganelli per la prima giornata, prevista il 14 ottobre, la Zona Orientale Salerno, ancora di scena nel plesso avellinese il 28 ottobre, i Draghi Telese che ospiteranno i lupi il 4 novembre a Telese Terme, la Partenope Napoli cadetta, trasferta che si svolgerà il 18 novembre all’Albricci, il Baliano Tiles Agro, squadra iscritta lo scorso anno che ha sede ad Angri, dove i biancoverdi saranno di scena il 2 dicembre, l’Hammers Campobasso che verranno ad Avellino il 9 dicembre ed infine il Rugby Battipaglia ancora in Irpinia il 16 dicembre. (Arom)

is back
Uno dei primi allenamenti del nuovo Avellino Rugby
commenta, divertiti e cerca di essere educato